Salmi di Salomone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Salmi di Salomone sono un apocrifo dell'Antico Testamento, pseudoepigrafi di Salomone re degli Ebrei (X secolo a.C.) ma scritti probabilmente verso la fine del I secolo a.C.

Ci sono pervenuti in greco a partire da testi ebraici perduti. Anche la versione greca era andata perduta ma è stata ritrovata nel XVII secolo e da allora stampati nelle edizioni della Bibbia greca della Settanta.

I 18 salmi contengono accenni messianisti, anti-romani, anti-maccabei, anti-sadducei. Non vanno confusi con le Odi di Salomone.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]