Sally la maga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Sally la maga
serie TV anime
La protagonista della serie
La protagonista della serie
Titolo orig. 魔法使いサリー
(Mahōtsukai Sarī)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Mitsuteru Yokoyama
Character design Yoshiyuki Hane
Animazione
Dir. artistica
Studio
Musiche
Rete TV Asahi
1ª TV 5 dicembre 1966 – 30 dicembre 1968
Episodi 109 (completa)
Durata ep. 24 min
Reti it. Italia 1, Televisioni locali, Junior TV, Telemontecarlo
1ª TV it. 1982
Episodi it. 92 (completa) (i primi 17 episodi non sono stati trasmessi)
Durata ep. it. 24'
Target shōjo
Generi commedia, magia
Cronologia
  1. Sally la maga
  2. Un regno magico per Sally

Sally la maga (魔法使いサリー Mahōtsukai Sarī?) è un anime giapponese prodotto da Hikari Productions e Toei Animation di 109 episodi, ispirata dall'omonimo manga di Mitsuteru Yokoyama. Trasmesso in Giappone per la prima volta a partire dal 4 dicembre 1966 sul network TV Asahi. Giunto anche in Italia parecchi anni dopo, è stato trasmesso per la prima volta nel 1982 su Italia 1; i primi 17 episodi della serie, realizzati in bianco e nero, non sono però mai stati mandati in onda.

L'anime è considerato il primo mahō shōjo prodotto[1] e vanta anche l'apporto del giovane Hayao Miyazaki che ha collaborato come key animator in alcuni episodi.

Quasi contemporaneamente fu creato anche un manga disegnato da Misteru Yokohama, il quale s'ispirò alla famosa sitcom americana Vita da strega (Bewithced nota in Giappone come Oku-sama wa Majo)[2] Da allora in poi l'ideale della streghetta bambina divenne molto popolare tra le bambine ed il giovane pubblico femminile in generale.

Nel 1989 la Toei Animation ha prodotto un seguito dell'anime, trasmesso anche in Italia col titolo Un regno magico per Sally.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sally è la principessa del mondo magico d'Astoria e desidera ardentemente visitare il mondo dei mortali per avere degli amici della sua età. Un giorno viene teletrasportata nel mondo intermedio, la Terra, dove inizia a utilizzare la magia per respingere un paio di malintenzionati che avevano attaccato due giovani studentesse. La principessa fa subito amicizia con le due ragazze.

Sally decide quindi di restare sul nuovo pianeta cercando però di mantenere segrete le sue capacità soprannaturali. La principessa assume il ruolo e le sembianze di una simpatica bambina umana. Durante la sua permanenza sulla Terra, continua ad aiutare i suoi amici con la magia restando però sempre ben attenta affinché nessuno scopra questa sua particolare dote.

Alla fine, dopo moltissime avventure, la nonna informa Sally che è venuto il tempo di far ritorno nel suo regno magico: prima della partenza la principessa cerca allora di confessare ai suoi amici la verità sulle sue origini, ma nessuno inizialmente le vuole credere. Improvvisamente la scuola elementare prende fuoco e Sally utilizza la magia davanti a tutti per poter spegnere l'incendio. I suoi poteri vengono quindi alla luce. Sally dice addio ai suoi amici e ritorna nel suo mondo, non prima di aver cancellato i ricordi su di lei (proprio come fosse stato tutto solamente un lunghissimo sogno).

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Sally Yumeno

In giapponese il suo cognome assume il significato di "campo dei sogni" (è omofono di "Un Sogno"). Inizialmente avrebbe dovuto chiamarsi Sunny...

Kabu

Assistente di Sally. Assume la forma d'un bambino di circa 5 anni, che farà la parte del suo fratellino lungo tutto il corso della storia.

Gran Mago

Il nonno di Sally, sovrano del Regno magico. Un fanfarone pomposo e un po' gradasso a cui l'umanità non piace proprio per nulla; ha comunque un buon cuore se si tratta di render felice, per quanto gli è possibile, la nipotina.

Temi e caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Come la maggior parte degli anime del periodo, principale punto di forza sta nella sua continuità di narrazione, romanzata, con caratterizzazioni forti e dettagliate. La trama di base sarà incorporata in molti dei successivi Shōjo, in particolar modo il concetto d'una principessa proveniente da un mondo ove vige la magia che si trasferisce provvisoriamente in quello umano.

Caratteristiche principali, che influenzeranno tutte le successive opere d'animazione di questo genere, fino ad oggi, sono:

  • L'eroina deve assolutamente mantenere le proprie competenze magiche segrete, se lo rivelasse incorrerebbe in una terribile punizione
  • Quando l'eroina utilizza la magia, deve pronunciare una frase particolare solo da lei conosciuta, e nel contempo usar un oggetto incantato come una bacchetta.
  • Un servitore fedele segue l'eroina ovunque questa si trovi ad andar nel mondo; può esser un bambino o un animale.
  • Due sotto-eroine, una delle quali di tipo 'maschiaccio', sono stabilmente assunte come suoi aiutanti e compagne d'avventure.

Questo schema, tale e quale, sarà seguito per Lo specchio magico, La maga Chappy, Bia, la sfida della magia, Ransie la strega, L'incantevole Creamy, Magica Emi... fino ad arrivare a Sailor Moon.

Sigla[modifica | modifica wikitesto]

La sigla "Sally sì, Sally ma" è stata scritta e cantata da Andrea Lo Vecchio[1].

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi Voce originale Voce italiana
Sally Michiko Hirai Laura Boccanera
Kabù Sachiko Chijimatsu Massimo Corizza
Nonno di Sally - non disponibile - Giancarlo Padoan
Padre di Sally - non disponibile - Marcello Prando
Madre di Sally Nana Yamaguchi
Mariko Mukai
Piera Vidale
Sumire
Yoshiko

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

La serie è composta da 109 episodi, ma i primi 17, realizzati in bianco e nero, non sono mai stati trasmessi in Italia; gli altri invece non sono stati trasmessi nello stesso ordine degli originali.

Titolo italiano
1 Il finto padre
2 Guida spensierata
3 Caro micetto
4 Povero cane
5 Il mistero della villa dei fantasmi
6 Cupido è sceso dal cielo
7 Il sogno di una ballerina
8 La scuola in disordine
9 Il tesoro in fondo al mare
10 Sally la futura sposa
11 Il compleanno del nonno
12 Nient'altro che pasticci
13 La strada dei fumetti
14 Un bambino cattivo
15 Uno strano tipo
16 Il piccolo giardino di Pony
17 La grande maratona
18 La terra natale di Sally
19 L'amica americana
20 L'album magico
21 La ragazza fantasma
22 Un'allieva difficile
23 Predizioni magiche
24 La parata degli scribacchini
25 L'unione fa la forza
26 Il distintivo invisibile
27 Voglio essere una strega
28 Il profumo della mamma
29 Non arrenderti Sally
30 La ragazza col cane
31 Sabato vacanza a scuola
32 Mi piaci mamma
33 La felicità di una strega
34 Stringendo la mano al leone
35 Taro il bambino senza padre
36 Yoshiko diventa cane
37 L'incantesimo
38 Sally in pericolo
39 La ragazza del circo
40 Dov'è mio fratello
41 Il re della mensa
42 Lo sgobbone
43 Il folletto pazzerello
44 La torta di capodanno
45 Un'amicizia natalizia
46 Tre birichini dal paese della magia
47 Sally si arrabbia
48 Accadde su una montagna
49 Il pesce d'Aprile
50 Le vacanze di Sally
51 Sally si dà da fare
52 Un processo nel regno della magia
53 Viaggio in pallone
54 Sally alla spiaggia
55 La sposa del maestro
56 Il vecchio uomo della pioggia
57 Il pupazzo di neve
58 Gli occhiali non piacciono
59 Noi vogliamo le bandiere
60 Il piccolo orso Pootan
61 Lacrime preziose
62 Polon l'angelo
63 La festa scolastica
64 La bambina piccola piccola
65 La piccola strega
66 Sally la fotografa
67 Il pesce d'oro e i campanelli cinesi
68 Chi farà la parte di cenerentola?
69 La disobbedianza di Polon
70 Dateci un posto per giocare
71 Sally ballerina della strada di Gion
72 Corri d-51, corri!
73 Il grande Budda cammina
74 La scimmietta dispettosa
75 Forza ragazze!
76 La nonna terribile
77 Sally domestica ad ore
78 I tesori segreti
79 La bambola brutta
80 L'albero dell'amicizia
81 L'elicottero dell'amore
82 La scuola domenicale
83 Sally è scomparsa
84 La principessa Kaguya
85 Urrà! Le olimpiadi
86 Il folletto della montagna
87 La bacchetta magica di Satana
88 L'avventura di Sally nella tempesta di neve
89 Ninna nanna per Polon
90 Addio Sally
91 - non disponibile -
92 - non disponibile -

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ cfr. la scheda Mahōtsukai Sally.
  2. ^ "> Patricia Duffield, Witches in Anime in Animerica Extra Vol 3, No.11, ottobre 2000. URL consultato il 15 ottobre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]