Salar de Uyuni

From Wikipedia
Jump to: navigation, search

Coordinate: 20°08′01.59″S 67°29′20.88″W / 20.133775°S 67.489133°W-20.133775; -67.489133

LocationSalarUyuni.png

Il Salar de Uyuni è un enorme deserto di sale che, con i suoi 10.582 km²[1], è la più grande distesa salata del mondo. È situato nei dipartimenti di Potosí e di Oruro, nei pressi della città di Uyuni, nell'altopiano andino meridionale della Bolivia, a 3.650 metri di quota.

Si stima che il Salar de Uyuni contenga 10 miliardi di tonnellate di sale di cui meno di 25.000 tonnellate vengono estratte annualmente. È formato approssimativamente da 11 strati con spessori che variano tra i 2 e 10 metri, lo strato superficiale ha un spessore di 10 metri. Rappresenta un terzo delle riserve di Litio del pianeta e importanti quantità di Potassio, Boro e Magnesio.

Circa 40.000 anni fa faceva parte del lago Minchin, un gigantesco lago preistorico. Quando il lago si prosciugò si formarono i due attuali laghi Poopó e Uru Uru e i due deserti salati Salar de Coipasa e il gigantesco Salar de Uyuni.

Secondo le leggende Inca nel deserto vi sono gli Ojos de Salar (occhi del deserto di sale) che inghiottivano le carovane. Si tratta di buchi nella superficie salata dai quali esce l’acqua sottostante che in certe condizioni di luce sono quasi invisibili diventando così pericolosi.

Mucchi di sale pronti per il trasporto

Turismo[edit | edit source]

Si tratta di un'importante attrazione turistica nonostante il clima e l'altitudine:

Isla del pescado[edit | edit source]

L'isla del pescado (isola del pesce) o incahuasi (casa dell'Inca) è un isolotto all'interno del salar la cui forma ricorda un pesce. La sua composizione è mista fra sedimenti calcarei marini e materiale vulcanico, e raggiunge i 102 m dalla superficie del deserto di sale.

Nell'isola sono stati trovati 7 giacimenti archeologici della cultura Tiahuanaco, 2 rovine Inca, 30 caverne, 12 gallerie naturali ed un bosco di cactus, delle specie quirucolumbar, pillaya, piscallu, thulo, huajraguaya ed añaguaya principalmente.

È raggiungibile esclusivamente in moto o con speciali jeep protette dal sale. Difatti nella stagione delle piogge il deserto è coperto da una sottile pellicola d'acqua che, mista col sale, intacca il telaio delle vetture.

L'isola costituisce un'attrazione turistica e l'ingresso è soggetto al pagamento di un biglietto.

Galleria[edit | edit source]

Note[edit | edit source]

  1. ^ Encyclopædia Britannica - Uyuni Salt Flat.

Voci correlate[edit | edit source]

Altri progetti[edit | edit source]

Collegamenti esterni[edit | edit source]