Sakkan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Sakkan (作監, contrazione di 作画 監督, sakuga kantoku?, letteralmente 'direttore dei disegni') è il termine con il quale nell'animazione giapponese si indica quella che grosso modo è la figura del direttore dell'animazione delle produzioni occidentali.

Il sakuga kantoku, nello specifico, è il professionista che supervisiona, controlla e corregge i disegni degli animatori, divisi a loro volta in due categorie: animatori-chiave (原画, genga?) ed intercalatori (動画, dōga?), od animatori in senso stretto. Egli ha soprattutto cura della resa dei movimenti nel complesso dell'azione; ciò nondimeno, le correzioni, il più delle volte, sono necessarie per riportare il tratto dei personaggi a quello fissato nei settei (modelli) dal character designer, al fine di garantire l'uniformità di stile dei disegni. Spesso il sakkan può coincidere proprio con quest'ultima figura, e realizza anche molti dei disegni chiave (keyframe). Nell'ambito di una serie, soprattutto se particolarmente lunga, frequentemente si avvicendano anche più sakkan.[1]

Tra i supervisori dell'animazione più noti vale la pena ricordare Yasuji Mori, il primo sakkan della storia dell'animazione giapponese,[2] Yasuo Ōtsuka, Shingo Araki e Yoshikazu Yasuhiko.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scott Frazier. Titles and positions in the japanese animation industry, in EX - The online world of anime & manga, vol. 2, issue 1.
  2. ^ Guido Tavassi. Storia dell'animazione giapponese. Autori, arte, industria, successo dal 1917 a oggi. Latina, Tunué, 2012, p. 78.