Safir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sir Safir, cavaliere della Tavola rotonda di re Artù, era il figlio più giovane del re saraceno Esclabor e fratello di Segwaride e Palamede il Saraceno. La tradizione arturiana lo presenta come un cavaliere coraggioso e leale. E il suo nome compare nella Tavola rotonda di Winchester.

Safir si convertì al Cristianesimo prima di Palamede. Una volta scoperto l'affaire amoroso tra Ginevra e Lancillotto, Safir e Palamede si schierarono con Lancilotto. Raggiunta la Gallia, terra natale di Lancillotto, Safir fu nominato duca di Landok e Palamede duca di Provenza.

Collegamenti esterni (fonte)[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

mitologia Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia