Sacred: La leggenda dell'arma sacra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sacred: La leggenda dell'arma sacra
Sacred.jpg
Screenshot con il mago guerriero
Titolo originale Sacred
Sviluppo Ascaron
Pubblicazione FX Interactive, Encore, Koch Media
Ideazione Aarne Jungerberg, Dott. Michael Bhatty, Hans-Arno Wegner
Data di pubblicazione 23 marzo 2004[1]
Genere Action RPG
Tema Fantasy
Modalità di gioco Giocatore singolo, Multiplayer online
Piattaforma Windows
Supporto CD o DVD
Requisiti di sistema Windows 98, Windows Me, Windows XP, CPU Pentium III 800 MHz, RAM 256 MB, Scheda video 32 MB con risoluzione 1024 x 768, connessione Internet
Espansioni Sacred Plus, Underworld, Sacred Gold
Seguito da Sacred 2: Fallen Angel

Sacred: La leggenda dell'arma sacra (Sacred) è un videogioco di tipo action RPG sviluppato dalla Ascaron e distribuito in Italia da FX Interactive nel 2004.

Lo scopo del gioco è quello di uccidere il demone di Sakkara tramite l'arma sacra che riusciremo ad ottenere solo svolgendo la trama del gioco.

Origini del gioco[modifica | modifica sorgente]

Inizialmente il gioco doveva chiamarsi Reign of Arkarion: Armalion (Das Schwarze Auge: Armalion)[senza fonte], seguito della saga Northlands Trilogy, ma nell'agosto del 2001 la ditta produttrice, Ikarion Software, entrò in problemi finanziari chiudendo nel dicembre dello stesso anno. Il team di produzione però lavorò ancora al gioco e nel maggio 2002 Franz Stradal riuscì a firmare un accordo con la società tedesca Ascaron Entertainment. Il team divenne così Studio II Software e rielaborò Armalion nell'attuale Sacred, che è stato rilasciato in tutto il mondo nel 2004.

In riferimento a questo si può trovare nel gioco un epitaffio su cui sta inciso "Qui giace A. R. Malion".

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nella propria fortezza di Shaddar-Nur, il negromante Shaddar, bandito dalla Casta dei Maghi del castello di Mystdale, pianifica il suo trionfante ritorno nel mondo di Ancaria: rafforzare i suoi poteri magici, evocando il leggendario demone di Sakkara, del quale assorbirà il potere. Questi demoni di regnano su quelle creature dannate all'inferno denominate "Non Morti". Fin dall'era degli dei nessuna di queste creature era tornata ad Ancaria, da quando l'esercito dei Serafini li rispedì nella loro dimensione durante la "Guerra degli dei". Comunque, l'esperimento di Shaddar fallisce. Il demone di Sakkara si ribella al rito di evocazione e si rivolta contro il suo evocatore, a causa di un piccolo errore di alcuni goblin, servi del negromante, durante la preparazione del rituale.

A sud del regno, il villaggio di Bellevue è assalito da ladri e commercianti di schiavi. Allo stesso tempo, il regno è infestato da goblin, avanguardie degli orchi di Khorad-Nur, che combattono senza sosta contro i non-morti richiamati dal Demone. Sotto il comando del sergente Treville, un veterano leale del principe Valor, gli eroi prima combattono nelle terre confinanti ai deserti di Orcish contro gli attacchi di goblin ed orchi, intenti a lasciare i loro deserti in massa avventurandosi sempre di più all'interno del regno del morente re Aarnum X, il cui trono è insidiato dalla pressione del malvagio barone Vladimir De Mordrey di Crow's Rock.

Modalità di gioco[modifica | modifica sorgente]

Si tratta di un gioco Hack ‘n Slash : gli sfondi sono bidimensionali, con personaggi in tre dimensioni e ciclo giorno-notte. Il gioco è disponibile anche in italiano comprese le voci; nella versione italiana del gioco, la voce del narratore è quella di Gianni Musy, doppiatore di Gandalf nella trilogia cinematografica de "Il Signore degli Anelli" di Peter Jackson e di Silente negli 8 film su Harry Potter.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Per combattere contro il male e liberare Ancaria è possibile scegliere tra sei eroi:

  • Il Gladiatore è specializzato nel combattimento corpo a corpo ed è in grado di utilizzare qualsiasi arma, in particolare spade e asce. Non può utilizzare magie, ma in compenso possiede molte abilità di attacco e una serie di aure che potenziano i valori di attacco e difesa.
  • L'Elfo silvano è un ranger e un cacciatore abile con l'arco e riesce anche ad usare abilmente la magia, in battaglia può evocare in suo soccorso i poteri della natura per sconfiggere i suoi nemici. Può anche essere utilizzato con armi corpo a corpo. La sua arma principale è però l'arco con cui è abilissimo e può scoccare una moltitudine di frecce contemporaneamente.
  • Il Serafino è un discendente degli antichi angeli mistici. Può combattere sia corpo a corpo che con le magie celestiali.
  • L'Elfo oscuro è un esperto nell'uso del veleno, utilizza le arti marziali combinate ad armi avvelenate e trappole.
  • Il Mago guerriero si basa oltre che sulla magia dei quattro elementi anche sul combattimento corpo a corpo.
  • La Vampiressa è una creatura che di giorno padroneggia le armi, ma che di notte si trasforma in una implacabile vampira che uccide con i suoi artigli. È in grado di evocare un lupo e dei pipistrelli al suo fianco per darle supporto e protezione in battaglia.

Ogni personaggio possiede le proprie caratteristiche principali che può accrescere, come il suo livello, tramite l'esperienza ottenuta con l'uccisione dei nemici e come ricompensa nei vari incarichi svolgibili nel gioco. Nel regno di Ancaria sono presenti molte armi, armature, pozioni, amuleti ed anelli che accrescono la potenza dell'eroe e la protezione di questi contro il veleno, la magia, il fuoco o il semplice danno fisico.

Oggetti[modifica | modifica sorgente]

In Sacred gli oggetti sono suddivisi per rarità, e si possono riconoscere tramite il colore del nome:

  • Bianco: oggetto comune, conferisce bonus pressoché nulli.
  • Blu: oggetto magico, conferisce bonus più alti rispetto a quello comune ma è più raro.
  • Giallo: oggetto raro, conferisce bonus più alti rispetto agli altri due ma è molto più raro.
  • Giallo ocra: oggetto unico, ha la particolarita di non essere generato a caso come agli altri tre tipi ma di essere, come dice il nome, unico e, quindi, molto più raro. I bonus possono anche essere inferiori agli altri tre tipi.
  • Verde: set, ha la particolarita, oltre ad essere unico, di far parte di un set. Man mano che vengono indossati, i vari componenti del set portano bonus aggiuntivi. Anche questi oggetti sono molto rari, ma spesso meno potenti di altri tipi di oggetti.

Mostri[modifica | modifica sorgente]

Anche i mostri sono suddivisi per difficoltà, e si riconoscono dal colore del cerchio della vita, calcolata con la differenza dal livello del personaggio usato, e varia da grigio (facile) al rosso intenso (difficile).

I mostri possono essere suddivisi in:

  • Base: nome in bianco, non ha niente di speciale, il cerchio è in violetto.
  • Facile: cerchio verde.
  • Moderato: cerchio giallo.
  • Difficile: cerchio arancio.
  • Capo: cerchio rosa.
  • Campione: nome in blu, caratterizzato da un cerchio con sporgenze a forma di freccia ai piedi, ciò significa che ha maggiore vita forza e resistenza del livello base ma fornisce anche più esperienza e oggetti.
  • Comandante in capo: nome in giallo, caratterizzato da un cerchio con sporgenze a spillo ai piedi, è il più forte di tutti, ma è anche quello che dà più esperienza e oggetti.

I mostri sono naturalmente creature tipiche delle ambientazioni fantasy. A larghe vedute possono essere suddivisi in:

  • Animali: fiere guidate dall'istinto di sopravvivenza o addestrate da alcune razze, vi sono lupi, orsi e cinghiali.
  • Draghi: i draghi sono creature leggendarie, nati insieme alle Serafine. Sono enormi (occupano lo schermo) e sputano fuoco. Fortunatamente ve ne sono pochi da affrontare. Da non confondere con le viverne e le lucertole alate.
  • Elfi: creature superiori agli umani, solo gli Elfi Oscuri e gli Elfi di ghiaccio sono affrontabili.
  • Esseri di energia: i fantasmi, anime di coloro che non trovano pace nella morte.
  • Goblinoidi: include creature umanoidi come Goblin, Orchetti e Orchi.
  • Mostri: creature selvagge e orribili, ve ne sono di molti tipi e forme (ragni giganti, arpie, gargoyle). Con le espansioni e le patch sono stati aggiunti molti altri.
  • Non-Morti: cadaveri animati dai negromanti, sono numerosi. Vi sono scheletri, zombie e mummie.
  • Umani: i nemici più comuni, mossi dal denaro o dal potere. Vi sono ladri, maghi e soldati (questi ultimi classificati Mercenari).

Con le espansioni e le patch (vedi sotto) sono stati aggiunti:

  • Demoni: creature provenienti dall'Underworld; molto forti e di grande statura, sono pericolosi se sono in gruppo. Conoscono la magia nera e ne incanalano la forza in bastoni; nonostante siano originari dei Piani Dimensionali, si trovano molto spesso in sotterranei e luoghi desolati.
  • Driadi: misteriose ed affascinanti, sono temibili: l'arco e la magia non hanno segreti per loro. Le driadi vivono sugli alberi e sono abili e veloci; considerano la maggior parte di Ancaria e dell'Underworld nemica. Insieme a loro, ci sono i druidi, maghi esperti di magia naturale.

Ovviamente vi sono anche degli avversari unici, di qualunque razza, che si incontrano lungo lo svolgimento delle missioni (principali o secondari).

Gioco online[modifica | modifica sorgente]

La modalità online è suddivisa in due tipi principali di partita:

  • Partite Libere: I file dei personaggi sono salvati sul proprio pc.
  • Server Dedicato: I file dei personaggi sono salvati sui server della Ascaron.

Server Dedicato è suddiviso a sua volta in altre due modalità:

  • Softcore: I personaggi possono resuscitare un numero infinito di volte.
  • Hardcore: I personaggi morti non resuscitano e una volta morti non sono più utilizzabili.

Poi le varie partite possono essere ancora suddivise in 4 tipi:

  • Missioni: Una normale partita in cui poter compiere missioni secondarie e/o uccidere i nemici.
  • Duelli: Come la modalita Missioni ma è abilitato l'attacco ad altri giocatori.
  • Campagna Normale (Solo partite libere): Si può compiere la normale campagna offline insieme ad altri giocatori.
  • Campagna Underworld (Solo partite libere ed espansione underworld): Si può compiere la normale campagna di Underworld insieme ad altri giocatori.

Espansioni e patch[modifica | modifica sorgente]

La prima patch degna di rilievo è stata quella per aggiornare Sacred alla versione 1.7, per il semplice fatto che ha eliminato i cheats, o codici, che erano presenti sul gioco. In seguito è stata la volta dell'aggiornamento alla versione 1.8 PLUS, nel 2004. Aggiunge due regioni e nuovi mostri, missioni, oggetti e anche numerose aree segrete e qualche Easter egg. In più aumenta di molto la probabilità di trovare particolari oggetti speciali, prima molto esigua.

Nel 2005 è uscita Sacred: Underworld, che introduce due nuovi personaggi (il Nano e la Succube o Diavola), nuove inedite regioni tutte da esplorare.

  • Il nano (Espansione Underworld) è l'ultimo discendente della sua razza, un tempo evoluta e predominante: padroneggia il combattimento utilizzando la tecnologia delle armi da fuoco, oppure brandendo enormi mazze e asce. Il Nano possiede delle abilità in grado di aumentare i suoi valori d'attacco e difesa, e delle utilissime abilità che aumentano le sue probabilità di trovare oggetti speciali.
  • La diavola (o succube) (Espansione Underworld) è una creatura magica, scacciata dalla sua terra natia, (la regione Demoniaca), e capace di volare. La diavola nei duelli player versus player (PvP) possiede delle combo in grado di uccidere rapidamente l'avversario.

Con l'espansione, oltre alla normale campagna di Sacred Plus, è possibile giocare una seconda campagna, ambientata nei nuovi territori aggiunti, il cui scopo è sconfiggere il signore dell' Underworld (Sottomondo) che ha corrotto la baronessa Vilya sfruttando la sofferenza dovuta alla morte dell'amato Valor.

I salvataggi del gioco originale però non possono essere utilizzati nell'espansione, mentre i Personaggi esportati precedentemente, potranno essere riutilizzati semplicemente spostandoli dalla vecchia cartella save a quella nuova.

L'originale più le due espansioni sono stati ripubblicati insieme come Sacred Gold, nel 2005. La versione gold presenta alcuni difetti come frasi del manuale in spagnolo e non in italiano.

Altri programmi per Sacred[modifica | modifica sorgente]

Il Gameserver è un miniprogramma accoppiato a Sacred, il quale permette ad un particolare utente di accollarsi i compiti di host e nodo principale della partita in corso. Può essere sfruttato in due modi: come ciclo subordinato del gioco, quando si crea una partita dall'interno, o come programma indipendente esterno, ossia quando lo si lancia anticipatamente. Nel secondo caso, sono disponibili parecchie funzioni in più, che vanno dagli effetti atmosferici alle impostazioni della partita. La Ascaron, nella patch successiva all'Underworld, la 2.28, ha incluso una funzione nei Gameserver per riconoscere ed espellere i cheater.

Easter eggs[modifica | modifica sorgente]

Easter Egg Sacred Plus[modifica | modifica sorgente]

  • A nord di di Mystdale è presente un laghetto vicino al quale si possono trovare un machete e una maschera da hockey su ghiaccio, un chiaro riferimento all'assassino Jason della saga di "Venerdì 13".
  • A ovest di Faeries Crossing c'è una grotta dentro la quale si trova un labirinto nel quale si può giocare a qualcosa di simile a Pacman
  • Vi sono anche molti riferimenti al Signore degli Anelli come il nome del ranger vicino alla città di Bellevue, Arogarn, chiaro anagramma di Aragorn, il maestro di combo assomiglia a Gandalf.
  • Sirithcam, il Drago del Fuoco, che fa da guardia ad un tesoro all'interno di una caverna a nor Draco, è un chiaro riferimento a Smaug, il drago descritto ne Lo Hobbit
  • Nella città dell'Enclave dei Maghi, Mystdale, è presente un campetto da calcio.
  • Fuori le mura di Braverock è presente una locanda chiamata Ascaron's call (Proprio come il nome della casa che ha prodotto il gioco) e nell'insegna è raffigurato lo stesso drago usato nello stemma della Ascaron.
  • A Tyr-Hadar,patria degli elfi silvani,se si apre una tomba esce un goblin sciamano non-morto chiamato L'Egolars, chiaro riferimento a Legolas del Signore degli Anelli.
  • Una missione secondaria proposta da un cittadino di Drakenden, chiamata "Progenie dell'inferno", richiede di uccidere un demone situato in alcune rovine non lontano dalla città. Il nome dell'avversario da eliminare è G'ilga Mesh, chiara modifica di Gilgameš, mitico eroe accadico delle cui imprese si narra nell'Epopea di Gilgamesh.

Easter Egg Sacred Underworld[2][modifica | modifica sorgente]

  • In un sotterraneo nella foresta delle Driadi è presente una riproduzione della stazione spaziale Babylon 5. Sempre nella foresta delle Driadi è presente un portale con il quale si accede a un gioco simile al Pong. Per attivare questo portale è necessario uccidere Anducar, completando la missione principale di Underworld.
  • Spesso nella barra di caricamento appaiono citazioni di celebri film o anche strani messaggi come "scanning for love letters" o tanto altro (solo con l'espansione Underworld).
  • Sotto il castello di Braverock è presente una locanda chiamata Ascaron's call (Proprio come il nome della casa che ha prodotto il gioco) e nell'insegna è raffigurato lo stesso drago usato nello stemma della Ascaron.
  • In Sacred Underworld, durante la Missione Principale che vede come obiettivo il recupero di alcuni pezzi di un medaglione, è necessario eliminare dei guardiani; il primo Guardiano è chiamato Shub-Naggurith, con chiaro riferimento all'Antico Shub-Niggurath del Necronomicon di Howard Phillips Lovecraft, e così anche per il secondo Guardiano, Nyarlothatep, che in Lovecraft è conosciuto come Nyarlathotep; il terzo guardiano porta invece il numo di Ubba-Sathlo, che si riflette in Ubbo-Sathla.
  • In una grotta è presente un demone chiamato Hoth-Yotsog, chiaro anagramma di Yog-Sothoth, del "Necronomicon" di Lovecraft.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Scheda di Sacred: La leggenda dell'arma sacra sul sito G4tv
  2. ^ Sacred Underworld - Gli "Easter Eggs" di Sacred Underworld - YouTube

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi