Saccolaimus flaviventris

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Saccolaimus flaviventris
Immagine di Saccolaimus flaviventris mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Emballonuridae
Sottofamiglia Taphozoinae
Genere Saccolaimus
Specie S.flaviventris
Nomenclatura binomiale
Saccolaimus flaviventris
Peters, 1867
Sinonimi

T.affinis, T.hargravei

Saccolaimus flaviventris (Peters, 1867) è un pipistrello della famiglia degli Emballonuridi diffuso in Australia e Nuova Guinea.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Dimensioni[modifica | modifica sorgente]

Pipistrello di grandi dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 72 e 92 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 66 e 82 mm, la lunghezza della coda tra 25 e 35 mm, la lunghezza del piede tra 14 e 17 mm, la lunghezza delle orecchie tra 17 e 23 mm e un peso fino a 60 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica sorgente]

La pelliccia è corta e lucida. Le parti dorsali sono nerastre, mentre le parti ventrali sono bianche o color crema. La testa è relativamente piatta e triangolare, il muso è conico, cosparso di pochi peli, con una prominente sacca golare con l'apertura anteriore e una ghiandola sottocutanea nei maschi, mentre nelle femmine è ridotta ad una piega rudimentale. Gli occhi sono relativamente grandi e con l'iride marrone scura. Le orecchie sono triangolari con la punta arrotondata, rivolte all'indietro, separate tra loro e con diverse pieghe sulla superficie interna del padiglione auricolare. Il trago è corto, largo e con l'estremità semi-circolare. L'antitrago è poco sviluppato. Le membrane alari sono nere, lunghe, strette ed ispessite. Sono privi delle sacche alari davanti al gomito. La coda è lunga e fuoriesce dall'uropatagio a circa metà della sua lunghezza. Il calcar è lungo.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Comportamento[modifica | modifica sorgente]

Si rifugia singolarmente od in piccoli gruppi nelle cavità degli alberi, mentre in zone disboscate è stato osservato in tane di altri animali. Probabilmente effettua migrazioni nella parte sud-orientale del suo areale.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Si nutre di insetti.

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Danno alla luce un piccolo tra dicembre e marzo.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è diffusa in gran parte dell'Australia, eccetto le zone sud-occidentali, e nella Provincia Centrale e Port Moresby in Papua Nuova Guinea.

Vive in diversi tipi di habitat incluse le foreste di Eucalipto e le zone aperte. Nelle zone aride e semi-aride è più frequente in ambienti ripariali o nelle mangrovie.

Stato di conservazione[modifica | modifica sorgente]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale, la tolleranza a diversi tipi di habitat e la popolazione presumibilmente numerosa, classifica S.flaviventris come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) McKenzie, N. & Pennay, M. 2008, Saccolaimus flaviventris in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Saccolaimus flaviventris in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Bonaccorso, 1998, op. cit.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Frank J. Bonaccorso, Bats of Papua New Guinea, Conservation International, 1998, ISBN 9781881173267.
  • Peter Menkhorst & Frank Knight, A Field Guide to the Mammals of Australia, Oxford University Press, USA, 2001, ISBN 9780195508703.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi