Saab APC System

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

APC System, acronimo di Automatic Performance Control, è un sistema elettronico di gestione della pressione di sovralimentazione applicato a motori a ciclo otto sovralimentati mediante turbocompressore, presentato per la prima volta nel 1982 dalla casa automobilistica svedese Saab. L'autovettura su cui è stato applicato l'APC è la Saab 900 turbo.

Indicatore dell'APC

Il Motore della Saab 900 turbo, modello - anno 1983, è un 4 cilindri in linea della cilindrata di 1985 cm³ a due valvole per cilindro, con un albero a camme in testa e valvole allineate (le valvole di scarico sono raffreddate al sodio). Ha pistoni forgiati ed alesaggio x corsa di 90 mm x 78 mm. Il rapporto di compressione è di 8,5:1 contro i 7,2:1 della versione senza APC. Questo propulsore è sovralimentato da un turbocompressore Garrett Systems T3 azionato dai gas di scarico, ed eroga una potenza di 145 cv (107 kw) a 5000 giri/min., ed una coppia massima di 24 kgm (235 N·m) a 3000 giri/min.

Scopi[modifica | modifica sorgente]

Gli scopi dell'APC sono:

  • Salvaguardare il motore dal rischio del battito in testa, che nei motori turbo-benzina è potenzialmente dannoso.
  • Far lavorare il motore vicino al limite del battito in testa per utilizzare al meglio il potere calorifico del carburante ed ottenere così una combustione della massima efficienza possibile con riflessi positivi sui consumi di carburante.
  • Consentire di avere un elevato rapporto di compressione geometrico del motore per avere una migliore risposta e ripresa ai bassi regimi, quando il turbocompressore non è in azione (sotto i 2000 - 2500 giri/min.), anche per ottenere, in queste condizioni di funzionamento, un rendimento termico elevato, simile a quello di un motore aspirato.
  • Consentire l'uso di carburanti di scarso numero di ottano (comunque minimo 92 ottani) senza rischio di detonazione.

In sintesi l'APC regola elettronicamente la pressione di sovralimentazione su un valore prefissato di 0,7 bar solo in assenza di battito in testa. Nel caso in cui, mentre sta salendo la pressione del compressore, venga rilevata dall'apposito sensore posto sulla testata del motore una tendenza al battito in testa, la pressione viene fatta attestare su un valore leggermente inferiore a quella a cui si verifica il battito. Le massime prestazioni si ottengono con benzina a 98 ottani, valore raccomandato dalla casa.

In precedenza, su alcune auto americane sovralimentate, era stato applicato un sensore del battito in testa che però agiva riducendo l'anticipo di accensione, peggiorando così il rendimento termico. Nel caso della Saab è la prima volta che si applica un sensore di detonazione per controllare la pressione di sovralimentazione.

Funzionamento[modifica | modifica sorgente]

1. sensore di battito
2. sensore di pressione
3. centralina APC
4. valvola solenoide

Il sistema APC è composto da un sensore (1) posto sulla testata del motore che agisce come un microfono inviando le frequenze sonore del motore alla centralina (3), e da una valvola solenoide (4) che, azionata dalla centralina, bypassa in atmosfera la pressione inviata al polmoncino della valvola waste-gate, per regolare a sua volta la pressione di alimentazione.

Invero la molla del polmoncino della waste-gate è tarata per una pressione di 0,3 bar, quindi, escludendo il sistema elettronico il motore funziona con pressione a 0,3 bar.

Quando invece la pressione è gestita elettronicamente, e non si verificano singoli battiti in testa, la centralina gestisce la valvola solenoide che fornisce un by-pass calibrato rispetto alla waste-gate regolando la pressione a 0,7 bar (il sistema è dotato anche di un sensore che rileva la pressione istantanea di sovralimentazione, dato necessario alla centralina APC).

Nel caso in cui la centralina APC (3) dovesse rilevare attraverso il sensore di battito (1) la frequenza sonora tipica del battito in testa, la pressione di sovralimentazione viene attestata su un valore di poco inferiore a quello a cui si verifica il battito in testa. La centralina è anche dotata di una memoria che tiene conto del rischio del battito in testa gestendo la velocità di incremento della pressione del turbo: se dei battiti sono avvenuti di recente la pressione viene fatta salire più lentamente per ottenere un rilevamento accurato.

È da notare come questo sistema che ha lo scopo di evitare il battito in testa, per evitarlo deve fare sì che esso si verifichi in modo accennato, normalmente prima ancora che sia avvertibile dall'orecchio umano.

Versioni successive[modifica | modifica sorgente]

  • Nel 1984 viene presentato il motore Saab turbo a 16 valvole: la struttura del motore è la stessa dell'8 valvole, ma la forma emisferica della camera di combustione consente un rapporto di compressione di 9:1. È dotato di intercooler.

Potenza massima: 175 cv (129 kw) a 5300 giri/min.

Coppia massima: 27,8 kgm a 3000 giri/min.

Pressione massima di sovralimentazione: 0,85 bar

Pressione base di sovralimentazione: 0,35 bar


  • Nel 1986 il motore turbo a 8 valvole viene dotato di intercooler:

Potenza massima: 155 cv (114 kw) a 5000 giri/min.

Coppia massima: 24,5 kgm a 3000 giri/min.

Pressione massima di sovralimentazione: 0,75 bar

Pressione base di sovralimentazione: 0,32 bar