Sportverein Darmstadt 1898

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da SV Darmstadt 98)
Sportverein Darmstadt 1898 e.V.
Calcio Football pictogram.svg
Svdarmstadt98.png
Die Lilien (i gigli)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px Blu e Bianco2.png blu-bianco
Dati societari
Città Darmstadt
Paese Germania Germania
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Germany.svg DFB
Campionato 2.Bundesliga
Fondazione 1898
Presidente Germania Klaus Rüdiger Fritsch
Allenatore Germania Dirk Schuster
Stadio Stadion am Böllenfalltor
(19.000 posti)
Sito web www.sv98.de
Palmarès
Si invita a seguire il modello di voce

L'SV Darmstadt 98 è una società calcistica tedesca di Darmstadt, Assia. La squadra di calcio attualmente gioca nella 2.Bundesliga.

La squadra di calcio fa parte di una società polisportiva che comprende 1.200 soci che praticano atletica leggera, pallacanestro, Jūdō, escursionismo e tennis tavolo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Il club fu fondato il 22 maggio 1898 come FC Olympia Darmstadt. Nei primi mesi del 1919 fu noto come Rasen-Sportverein Olympia fino all'11 novembre dello stesso anno, allorquando si unì con il Darmstädter Sport Club 1905 per formare lo Sportverein Darmstadt 98.

Tra gli anni venti e gli anni trenta, la squadra giocò come SV Darmstadt in Bezirksliga Main/Hessen, girone Hesse e lottò per restare in massima divisione. Nel 1933, il regime nazista riorganizzazò il calcio tedesco in 16 massime divisioni, le Gauliga. Il Darmstadt approdò in Gauliga Hessen-Nassau, Gruppe 2 nel 1941 e vi rimase per due stagioni. Nel 1945 il sistema delle Gauliga collassò per l'avanzata degli Alleati in Germania.

Terminato il conflitto, il Darmstadt militò in Regionalliga Süd (II) tra gli anni cinquanta e la metà degli anni settanta. La squadra ottenne risultati da medio-bassa classifica, fino a quando non ottenne nell'annata 1972-1973 il primo posto nel girone, anche se non riuscì a superare i play-off per agganciare la Bundesliga.

La Bundesliga e la crisi finanziaria[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante non disponesse di grandi disponibilità economiche, la società riuscì a militare in Bundesliga nelle stagioni 1978-1979 e 1981-1982 e sfiorò la promozione in Bundesliga nel 1988 quando perse lo spareggio contro il Waldhof Mannheim ai calci di rigore del terzo incontro.

Nel 1991 la squadra non retrocesse solo perché fu tolta la licenza professionistica al Rot-Weiss Essen. La compagine tuttavia si trovò in mezzo a gravi problemi finanziari che la fecero scivolare prima in terza divisione (1993) e, successivamente, in quarta divisione (1998).

I più recenti successi del club sono legati alla conquista della Hessen Pokal nel 1999, 2001, 2006, 2007 e 2008 e di tre consecutive Possmann-Hessen Cup tra il 2000 e il 2002. In Coppa di Germania avanzò fino al terzo turno nel 1989 e nel 2001 e fu eliminato ai quarti di finale nel 1987 dall'Amburgo.

Nel 2004 il Darmstadt, sotto la guida di Bruno Labaddia, ex giocatore del club, ottenne la promozione in Regionalliga Süd (III serie) ma in seguito a nuovi problemi finanziari retrocesse nuovamente in IV serie (Oberliga Hessen) al termine della stagione 2006-07.

Il 6 marzo 2008 il Darmstadt entrò in procedura d'insolvenza e il futuro del club divenne incerto: per evitare la bancarotta venne addirittura organizzata un'amichevole con il Bayern Monaco e furono fatte diverse donazioni: per la sopravvivenza furono decisivi i contributi finanziari stanziati da precedenti dirigenti del club.

Nella stagione 2010-11, dopo aver vinto la Regionalliga Süd, il Darmstadt è stato promosso in 3. Liga (III serie). Nella stagione 2012-13 il club sarebbe dovuto retrocedere ma si salvò prendendo il posto del Kickers Offenbach, cui non era stata concessa la licenza per disputare il campionato.

Nella stagione 2013-2014 il Darmstadt si è classificato 3º in 3.Liga, ottenendo il diritto di disputare lo spareggio promozione con la terz'ultima della 2.Bundesliga, l'Arminia Bielefeld. Dopo essere stata sconfitta 3-1 in casa, la squadra è riuscita a compiere un'autentica impresa ribaltando il risultato nel ritorno con lo stesso punteggio. Durante i tempi supplementari un gol dell'Arminia Bielefeld al 110' sembrava far svanire i sogni di promozione ma un gol del brasiliano Da Costa durante il primo minuto di recupero del secondo tempo supplementare fissò il punteggio sul 2-4, consentendo al Darmstadt di festeggiare la conquista della 2.Bundesliga.

Rosa 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 10 novembre 2014

N. Ruolo Giocatore
1 Germania P Patrick Platins
3 Germania D Michael Stegmayer
4 Germania D Aytaç Sulu
5 Germania D Benjamin Gorka
6 Germania C Julius Biada
7 Germania A Marco Sailer
8 Germania C Jérôme Gondorf
9 Germania A Dominik Stroh-Engel
10 Germania C Maurice Exslager
11 Germania C Tobias Kempe
13 Germania A Ronny König
14 Nigeria A Leon Balogun
17 Germania C Hanno Behrens
N. Ruolo Giocatore
18 Francia D Romain Brégerie
20 Germania C Marcel Heller
21 Germania D Sandro Sirigu
22 Germania D Aaron Berzel
23 Germania C Florian Jungwirth
26 Germania D Serkan Firat
27 Slovacchia C Milan Ivana
31 Germania P Christian Mathenia
32 Germania D Fabian Holland
33 Germania P Marius Sauss
36 Germania D Janik Bachmann
37 Germania D Timon Fröhlich

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio