SS Transylvania (1914)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
SS Transylvania
RMS Transylvania I.jpg
Civil Ensign of the United Kingdom.svg
Varata 23 maggio 1914
Destino finale Affondata il 4 maggio 1917
Caratteristiche generali
Lunghezza 167,1 m
Larghezza 20,3 m
Pescaggio 13 m
Velocità 17,5 nodi  (32,4 km/h)
Passeggeri 1.379

[senza fonte]

voci di navi passeggeri presenti su Wikipedia

La SS Transylvania era una lussuosa nave passeggeri costruita nel 1914 dalla Scott's Shipbuilding Company. All'inizio della prima guerra mondiale venne requisita dalla Royal Navy come piroscafo per il trasporto truppe.

Servizio[modifica | modifica sorgente]

Il 3 maggio del 1917 il piroscafo partì da Marsiglia scortato da due cacciatorpediniere giapponesi, il Matsu e il Sakaki. Il suo carico erano oltre 3000 persone tra membri dell'equipaggio, soldati e infermiere[1] alla volta di Alessandria d'Egitto. Intorno alle ore 10 del 4 maggio 1917, il Transylvania che stava transitando sottocosta al promontorio prospiciente al comune di Bergeggi, all'incirca due miglia a sud di capo Vado venne colpito ed affondato da due siluri lanciati dal sottomarino tedesco U-63. Le due navi di scorta iniziarono subito le operazioni di soccorso ma la corrente era molto forte in direzione sud-ovest. Molti naufraghi infatti vennero soccorsi dai pescatori al largo di Finale Ligure e soprattutto Noli. Le vittime accertate furono 414, molte di queste furono sepolte nel cimitero di Zinola, quartiere di Savona. Sugli scogli di fronte alla zona dove avvenne l'affondamento è stato eretto un monumento in memoria dei caduti nel naufragio.

Il 7 ottobre 2011 i sommozzatori del Centro carabinieri subacquei di Genova hanno ritrovato il relitto del Transylvania a 630 metri di profondità al largo dell'isola di Bergeggi, poco a largo di Savona, con l'ausilio del minisommergibile "Pluto" della Marina Militare italiana[2].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) The Sinking of the SS Transylvania May 4th 1917. URL consultato il 7 ott 2011.
  2. ^ Trovato in Liguria il relitto del Transilvania affondato nel 1917, tmnews.it. URL consultato il 7 ottobre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]