SS-Ehrenring

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Con Totenkopfring ci si riferisce l'anello dell'onore delle SS (tedesco: SS-Ehrenring) conosciuto anche come appunto Totenkopfring, cioè "anello con il teschio". Non era una decorazione ufficiale della Germania nazista, ma piuttosto un regalo personale del Reichsführer-SS Heinrich Himmler.

Ehrenring für SS-Angehörige (Nachbildung)

Premio[modifica | modifica sorgente]

L'anello fece la sua prima comparsa come omaggio personale di Himmler ad una ristretta cerchia di collaboratori in occasione del Natale 1933. Successivamente si trasformò in una vera e propria onorificenza concessa a tutti coloro che soddisfacevano precisi criteri stabiliti da Himmler stesso. Parimenti al conferimento era prevista la revoca, come conseguenza di accertate violazioni da parte del beneficiario.

Con la circolare 214/44 emanata nell'Ottobre del 1944, in conseguenza della penuria di risorse a cui la Germania era costretta dallo sforzo bellico, Himmler ordinava la sospensione fino a nuova data della produzione presso l'unico fornitore autorizzato: Otto und Karolina Gahr in Mariannenstrasse 3 di Monaco di Baviera. Tramite gli archivi rinvenuti presso gli uffici SS di Berlino si è potuto accertare una produzione di 14.732 anelli nel periodo compreso fra il 1936 e il 1944 su un totale che si ipotizza di circa 20.000 esemplari.

Disegno[modifica | modifica sorgente]

Il disegno runico dell'anello riflette l'interesse di Himmler per la mitologia e l'occulto.

Il cranio (o Totenkopf) era il simbolo tradizionale delle SS, preso da altre unità militari tedesche e prussiane del passato, le due rune rappresentanti dei fulmini, simboleggiano la vittoria figurata come i lampi di luce delle Schutzstaffel, mentre le rune di Hagall rappresentano la fede ed il cameratismo che è stato idealizzato dai capi dell'organizzazione.

La svastica era originalmente una luce e una speranza nel significato delle rune. Tuttavia, le SS ripresero questo come simbolo della razza ariana. L'Heilszeichen, sulla parte posteriore dell'anello era una creazione dei disegnatori delle SS più che una runa storica, simboleggia tutti gli ideali delle SS, dal cameratismo al loro credo che gli uomini degli SS dovessero sacrificarsi per i loro fratelli.

Sulla parte interna dell'anello veniva inciso il cognome del portatore, la data di conferimento e un facsimile della firma di Himmler, più l'abbreviazione S.lb. per "Seinem Lieben" ("il nostro caro"). Gli anelli venivano consegnati con un astuccio circolare appositamente progettato sul cui coperchio erano impresse le rune delle SS.

Il disegno originale è stato accreditato all'SS-Brigadeführer Karl Maria Wiligut.

Dopo l'era nazista[modifica | modifica sorgente]

Alla conclusione della guerra, Himmler, vedendo l'anello come simbolo di tutte le SS ordinò di portare al sicuro gli anelli conservati nel castello di Wewelsburg in una grotta vicino al castello stesso, facendo poi saltare in aria l'ingresso per sigillarla. La loro posizione attuale è tuttora sconosciuta.
Infatti tutti gli anelli dovevano essere rinviati all'SS-Personalhauptamt alla morte della persona a cui era stato consegnato, proprio per essere mantenuto a Wewelsburg a memoria del caduto. Entro il gennaio 1945, il 64% dei 14.500 anelli prodotti era stato restituito.

Alcuni ricercatori hanno ipotizzato che circa 3.500 anelli siano sopravvissuti agli eventi bellici e questo li rende oggetti molto rari e ricercati dai collezionisti, con la conseguenza che le loro quotazioni possono raggiungere diverse migliaia di Euro. La falsificazione di tale decorazione è ovviamente pratica assai diffusa.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Don Boyle "SS-Totenkopf H.Himmler Honor ring 1933-1945"
  • Klaus D. Patzwall "Der SS-Totenkopfring Seine illustrierte Geschichte 1933-1945"
  • Craig Gottlieb "The SS Totenkopf ring, An Illustrated History from Munich to Nuremberg"

Link[modifica | modifica sorgente]