SLAX

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
SLAX
Logo
Screenshot di SLAX 6.0.7 Standard Edition con KDE
Screenshot di SLAX 6.0.7 Standard Edition con KDE
Sviluppatore Tomas Matejicek
Famiglia SO GNU/Linux
Modello del sorgente Software libero
Release corrente SLAX 7.0.8 (16 marzo 2013; 18 mesi fa)
Tipo di kernel Kernel monolitico (Linux 2.6)
Piattaforme supportate {{{piattaforme_supportate}}}
Licenza GNU/GPL
Stadio di sviluppo Sviluppo continuo.
Sito web Sito ufficiale

SLAX è una distribuzione GNU/Linux Live CD basata su Slackware. Non necessita di essere installata nel disco rigido e l'avvio avviene tramite CD o Pendrive. Esiste un'opzione che permette di caricare completamente SLAX in RAM, lasciando libero il drive CD/DVD, permettendo per esempio di leggere il contenuto di un disco o scrivere dei file su un CD-R/CD-RW. SLAX utilizza KDE come ambiente desktop ma è possibile lanciare anche fluxbox partendo dai comandi terminal.

La versione attuale di SLAX, rilasciata l'11 dicembre 2012, è la 7.0 e occupa 214 MB.

Versioni di SLAX[modifica | modifica wikitesto]

La versione standard live di SLAX è disponibile come:

  • SLAX CD - un'immagine ISO (200 Mbyte) per l'avvio da CD-ROM.
  • SLAX USB - un archivio TAR scompattabile per la realizzazione di un'immagine USB avviabile.

La distribuzione Slax si caratterizza per il fatto di essere leggera, stabile, veloce. È ampiamente configurabile dal momento che adotta un approccio modulare ed è pertanto adattabile alle esigenze del singolo utente. I moduli hanno estensione .Izm e quelli presenti di base in Slax 6.1.2 sono solo 7 ( e si possono trovare digitando da terminale /mnt/hda/slax/base ):

  • 001-core.Izm
  • 002-xorg.Izm
  • 003-desktop.Izm
  • 004-kdeapps.Izm
  • 005-koffice.Izm
  • 006-devel.Izm
  • 007-firefox.Izm

Qualora si volessero caricarne all'avvio di personali vanno salvati nella directory /slax/modules/ del CD o della USB contenente Slax . Al momento dell boot è possibile scegliere l'opzione che consente di eseguire Slax tramite RAM, mantenendo libero il lettore CD/DVD.

Esistono altre quattro versioni, a parte quella standard:

  • KillBill - contiene utili strumenti per utilizzare applicazioni Windows in ambiente Linux come WINE, DOSBox e l'emulatore di macchine virtuali QEMU.
  • Popcorn - contenuta in 128 MByte ha applicazioni per il tempo libero XFCE, Mozilla Firefox, AbiWord, MPlayer, cdparanoia etc.
  • Server - contiene diverse utiliy per il web: DNS, DHCP, HTTP, FTP, MySQL, SMTP, POP3, IMAP y SSH.
  • Frodo - si adatta agli impieghi degli utenti più esperti, non ha GUI, ma solo un'interfaccia a riga di comando.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Slax 6.1.2 con alcune applicazioni da Konsole

Slax di default utilizza KDE come interfaccia grafica. La caratteristica principale di SLAX è la possibilità di personalizzarla tramite i pacchetti (moduli) di Slackware. In aiuto viene il tool grafico di gestione dei pacchetti pkgtool ed i comandi upgradepkg, installpkg e removepkg (comandi che funzionano in genere sui file con estensione .tgz, .tbz, .tlz, or .txz). Per gestire invece i moduli .lzm tipici di Slax basta utilizzare i comandi activate e deactivate. È possibile aggiungere ulteriori software a quelli forniti con i CD e masterizzare una versione personalizzata della distribuzione. Con meno immediatezza è possibile aggiungere anche RPM.

La versione standard di SLAX contiene:

  1. Kernel Linux 2.6.27.27
  2. X.org 7.3
  3. UnionFS e SquashFS
  4. KDE 3.5.10
  5. MPlayer 1.0rc2 con KPlayer
  6. Rdesktop (rscp per KDE)
  7. supporto Hotplug
  8. Cdrtools
  9. Mutt
  10. Wget
  11. Firefox 3.5.1
  12. supporto pacchetti txz di Slackware

La lista intera di pacchetti (moduli) si può consultare visitando questa pagina

Configurare un client PPPoE[modifica | modifica wikitesto]

file pppoe.conf visualizzato con Kwrite

Nel momento in cui si collega il computer ad un modem/router mediante cavetto ethernet, se la rete offre un servizio DHCP, la connessione dovrebbe essere stabilita immediatamente (sul pannello delle applicazioni compare una icona raffigurante due computer con schermi blu). A questo punto il comando pppoe-setup impartito da terminale (Konsole) permette di configurare un client PPPoE. Occorre specificare

  • username
  • interfaccia di rete (eth0 di default)
  • avtivate-on-demand (mettere no se si adopera una connessione ADSL di tipo flat)
  • password
  • primary & secondary DNS (dipendono dall' ISP che si utilizza)
  • firewalling

la connessione viene lanciata con il comando pppoe-start ed interrotta con pppoe-stop. Dopo aver impostato la connessione digitando da terminale kwrite /etc/ppp/pppoe.conf si possono vedere le impostazioni inserite ed eventualmente modificarle. Volendo si possono utilizzare i DNS di OpenDNS digitando da terminale kwrite /etc/resolv.conf e copiando le due righe successive

nameserver 208.67.222.222
nameserver 208.67.220.220

Dopo aver apportato tali modifiche, ricordarsi di salvare e chiudere la finestra di kwrite. Per riavviare la connessione dopo aver apportato qualche modifica digitare da terminale /etc/rc.d/rc.inet1 restart.

Galleria di immagini di Konsole (terminale)[modifica | modifica wikitesto]

Autori[modifica | modifica wikitesto]

SLAX, contrariamente a quanto succede nel mondo dell'open source, dove i progetti sono mantenuti da comunità di sviluppatori, è stata creata da una singola persona, Tomas Matejicek, usando i Linux Live script e Slackware.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero