SIMH

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il SIMH (SIMulation and Historic hardware) è un emulatore multi-sistema che gira su diverse piattaforme tra cui Windows, Linux, Mac OS X, Free/Open/NetBSD, OpenVMS. Il suo sviluppo è curato da Robert M. Supnik, un ex ingegnere di DEC.

Il SIMH è nato nel 1993 come mezzo per preservare l'hardware ed il software dei minicomputer che stavano lentamente scomparendo nell'oblio del tempo; il SIMH era inizialmente basato su MIMIC, scritto alla fine degli anni sessanta presso Applied Data Research[1]. Il SIMH

Il SIMH emula diverso hardware:

Data General[modifica | modifica sorgente]

Digital Equipment Corporation[modifica | modifica sorgente]

GRI Corporation[modifica | modifica sorgente]

IBM[modifica | modifica sorgente]

Interdata[modifica | modifica sorgente]

Hewlett-Packard[modifica | modifica sorgente]

Honeywell[modifica | modifica sorgente]

MITS[modifica | modifica sorgente]

Royal-Mcbee[modifica | modifica sorgente]

Scientific Data Systems[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Storia di SIMH (PDF), vol. 8, n. 3, Digital Technical Journal, 1996. URL consultato il 28/09/2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]