SEAT Córdoba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
SEAT Córdoba
Descrizione generale
Costruttore bandiera  SEAT
Tipo principale Berlina
Altre versioni Station wagon, Coupé
Produzione dal 1993 al 2009
Sostituisce la SEAT Malaga
Serie Prima serie 1993-2002
Seconda serie 2002 - 2009

La SEAT Córdoba è un'automobile berlina a tre volumi costruita dalla casa automobilistica spagnola SEAT a partire dal 1993 e basata sulla SEAT Ibiza, della quale si propone come variante a tre volumi e quattro porte. Nel corso della sua carriera sono state prodotte anche delle versioni station wagon e coupé. L'auto è stata costruita in due diverse serie, dal 1993 fino all'estate 2009. Non è al momento prevista una terza serie basata sulla quarta della Ibiza.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Prima serie[modifica | modifica sorgente]

SEAT Córdoba I
Seat Cordoba front 20071119.jpg
Descrizione generale
Versioni Berlina, Station wagon, Coupé
Anni di produzione dal 1993 al 2002
Dimensioni e pesi
Lunghezza 4.109 mm
Larghezza 1.640 mm
Altezza 1.408 mm
Passo 2.440 mm
Altro
Stile Giorgetto Giugiaro
Auto simili Ford Escort
Opel Astra
Renault Megane
Seat Cordoba rear 20071119.jpg

La Córdoba viene presentata al Motorshow di Bologna nel 1993, e messa in commercio contemporaneamente.[1] Era contemporanea alla seconda serie della SEAT Ibiza, utilitaria a due volumi sulla quale è basata.[1] Condivide il pianale e la meccanica con la stessa Ibiza contemporanea e con la Volkswagen Polo terza serie, che sarebbe uscita un anno più tardi,[1] e va a sostituire la ormai obsoleta SEAT Malaga, versione a tre volumi della prima serie della Ibiza. La linea, con una coda più corta rispetto a quella della Malaga, è stata disegnata da Giorgetto Giugiaro e il frontale era lo stesso dell'Ibiza da cui derivava.[1]

La Córdoba andava a coprire una parte di mercato che in gran parte dell'Europa era poco considerato, quello delle piccole famigliari a tre volumi, e si andava a scontrare più che altro con le versioni a tre volumi di Opel Astra, Ford Escort, Renault Megane e Peugeot 306, tutte auto dal risultato piuttosto insoddisfacente dal punto di vista delle vendite, ma rispetto alle quali la Córdoba si proponeva come alternativa più economica. L'abitabilità tuttavia non era eccezionale, per via di un passo non troppo lungo. Le motorizzazioni della prima serie erano le stesse che già montavano Ibiza e Polo di quegli anni, con motori 1.4, 1.6, 1.8 e 2.0 a benzina e il motore a gasolio 1.9 TDI.[2]

Nel 2000 subisce il restyling già visto l'anno precedente sulla Ibiza, con un frontale più sportivo, e viene venduta senza ulteriori modifiche fino al 2002, quando viene presentata la seconda serie della Córdoba.

Versioni speciali[modifica | modifica sorgente]

Della prima serie della Cordoba fu creata anche una versione station wagon denominata Córdoba Vario,[3] estremamente simile alla "cugina" Polo Variant, presentata nel 1996, e una più rara versione coupé denominata semplicemente Córdoba SX,[4] equipaggiata con potenti e sportivi motori 1.6 da 100CV,[4] il 2.0 8V (per la versione Cupra), lo stesso motore che equipaggiava le Córdoba GTi, e un 2.0 16V da ben 150CV, già montato sulla Volkswagen Golf. La SX aveva anche una dotazione ricchissima, tra cui spiccavano i cerchi in lega, l'ABS e gli interni in pelle, ma non fu molto diffusa.

Motorizzazioni[modifica | modifica sorgente]

Modello Disponibilità Motore Cilindrata (cm³) Potenza Coppia Massima (Nm) Emissioni CO2
(g/Km)
0–100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
1.4 cat. dal debutto al 2002 Benzina 1390 44 Kw (60 Cv) 116 n.d 15.9 157 14.2
1.4 16V cat. dal 2000 al 2002 Benzina 1390 55 Kw (75 Cv) 128 n.d 12.9 170 14.2
1.4 16V/101 Cv cat. dal 1997 al 1999 Benzina 1390 74 Kw (101 Cv) 126 n.d 10.9 188 13.1
1.6 cat. dal debutto al 2000 Benzina 1595 55 Kw (75 Cv) 135 n.d 13.2 170 13.2
1.6/100 Cv cat. dal 1997 al 2002 Benzina 1598 74 Kw (100 Cv) 145 n.d 11.0 188 12.1
1.8 cat. dal debutto al 1997 Benzina 1781 66 Kw (90 Cv) 145 n.d 11.7 182 13.1
1.8 16V cat. dal debutto al 1997 Benzina 1781 95 Kw (130 Cv) 159 n.d 9.1 215 12.2
2.0 cat. dal debutto al 1995 Benzina 1984 85 Kw (116 Cv) 166 n.d 10.1 198 12.9
2.0 16V cat. dal 1996 al 1999 Benzina 1984 110 Kw (150 Cv) 180 n.d 8.9 215 11.2
1.9 SDI cat. dal 1996 al 2002 Diesel 1896 47 Kw (64 Cv) 124 n.d 16.9 158 19.0
1.9 Diesel cat. dal debutto al 1998 Diesel 1896 50 Kw (68 Cv) 127 n.d 16.0 165 16.8
1.9 Turbodiesel cat. dal debutto al 1997 Diesel 1896 55 Kw (75 Cv) 140 n.d 15.5 170 17.0
1.9 TDI cat. dal 1996 al 2002 Diesel 1896 66 Kw (90 Cv) 202 n.d 13.2 180 18.5
1.9 TDI/110 Cv cat. dal 1997 al 2002 Diesel 1896 81 Kw (110 Cv) 235 n.d 10.7 193 19.7

[5]

Seconda serie[modifica | modifica sorgente]

SEAT Córdoba II
CordobaFront.jpg
Descrizione generale
Versioni Berlina
Anni di produzione dal 2002 al 2009
Dimensioni e pesi
Lunghezza 4.280 mm
Larghezza 1.698 mm
Altezza 1.441 mm
Passo 2.460 mm
Altro
Stile Walter De Silva
SeatCordobaRear.jpg

La seconda serie della SEAT Cordoba, presentata nel 2002, deriva dalla terza serie della Ibiza. Come la berlina a 2 volumi dalla quale deriva e a cui è uguale fino alle porte posteriori, la Cordoba assume un aspetto notevolmente più sportivo e aggressivo, seguendo la vocazione sportiva della casa e il nuovo family feeling introdotto nel 2001 con il restyling della piccola Arosa. Questa serie ha riscosso un successo ancora minore della precedente, a causa del poco interesse del pubblico rispetto a questo tipo di automobili che fu causa della scomparsa delle berlinette a tre volumi dai listini di varie nazioni d'Europa di modelli importanti. La Cordoba continua ad avere però successo in Spagna dove le piccole famigliari a tre volumi hanno ancora una buona fetta di mercato, mentre è stata prematuramente eliminata dai listini del Regno Unito nel 2006.

L'auto è stata realizzata come sempre sul pianale di Ibiza e Polo contemporanee oltre che a quello della Skoda Fabia prima e seconda serie, con le quali condivide anche i motori, i 1.2, 1.4, 1.6 e il 2.0 a benzina e il 1.9 a gasolio. Successivamente fu introdotto un più piccolo 1.4 a gasolio, mentre nel 2006 la Cordoba non subisce il leggero restyling che ha toccato i paraurti e il posteriore della Ibiza (tranne per il mercato messicano). Di questa serie, quasi impossibile da trovare sulle strade italiane, non sono state prodotte versioni station wagon o coupé come per la precedente. La seconda serie scompare dal listino italiano nell'agosto 2009, senza che, al momento, sia stata presentata una terza serie, derivata dalla quarta serie della Ibiza.

Motorizzazioni[modifica | modifica sorgente]

Modello Disponibilità Motore Cilindrata (cm³) Potenza Coppia Massima (Nm) Emissioni CO2
(g/Km)
0–100 km/h
(secondi)
Velocità max
(Km/h)
Consumo medio
(Km/l)
1.2 12V dal 2006 al 2008 Benzina 1198 51 Kw (69 Cv) 112 140 14.2 170 15.9
1.4 16V dal 2002 al 2007 Benzina 1390 55 Kw (75 Cv) 126 211 13.6 176 14.7
1.4 16V/85 Cv dal 2006 al 2009 Benzina 1390 63 Kw (85 Cv) 132 156 12.4 181 14.5
1.4 16V/101 Cv dal 2002 al 2006 Benzina 1390 74 Kw (101 Cv) 126 158 11.5 193 14.4
1.4 TDI dal 2005 al 2008 Diesel 1422 51 Kw (69 Cv) 155 127 15.2 167 20.0
1.4 TDI/75 Cv dal 2003 al 2005 Diesel 1422 55 Kw (75 Cv) 195 124 13.5 174 20.8
1.4 TDI/80 Cv dal 2005 al 2009 Diesel 1422 59 Kw (80 Cv) 195 124 13.2 177 20.8
1.9 TDI dal 2002 al 2009 Diesel 1896 74 Kw (101 Cv) 240 132 11.1 192 19.6
1.9 TDI/130 Cv dal 2002 al 2006 Diesel 1896 96 Kw (130 Cv) 310 138 9.7 209 18.7

[6]

Attività sportiva[modifica | modifica sorgente]

Verso la fine degli anni novanta la Córdoba partecipò a vari campionati rallistici dando anche soddisfacenti risultati nel campionato mondiale ottenendo tre podi con le versioni WRC, derivate dalle 16V, che diedero alla casa madre, insieme agli ottimi risultati nelle stesse gare delle versioni sportive di SEAT Ibiza e Leon, una connotazione di casa votata alla sportività sia nelle linee che nelle motorizzazioni.

Galleria[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d Bologna promette debutti mondiali, "Corriere della Sera" del 4 novembre 1993. URL consultato il 06-10-2009.
  2. ^ Tutte le novità del prossimo anno, "Corriere della Sera" del 28 dicembre 1995. URL consultato il 06-10-2009.
  3. ^ Debutta a Barcellona la Seat Córdoba Vario, "Corriere della Sera" del 3 maggio 1997. URL consultato il 06-10-2009.
  4. ^ a b Cuore caliente abito sportivo, "Corriere della Sera" del 9 settembre 1995. URL consultato il 06-10-2009.
  5. ^ Dati Tecnici SEAT Còrdoba 1ª Serie
  6. ^ Dati Tecnici SEAT Còrdoba 2ª Serie

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili