S-Bahn della Germania Centrale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da S-Bahn di Lipsia-Halle)
S-Bahn-Logo.svg S-Bahn della Germania Centrale
Servizio di trasporto pubblico
City-Tunnel Leipzig, Bahnhof Wilhelm-Leuschner-Platz.jpg
La stazione di Wilhelm-Leuschner-Platz, a Lipsia
Tipo S-Bahn
Stati Germania Germania
Città Lipsia, Halle, Zwickau
Apertura 1969
Ultima estensione 2013
Linee impiegate 7 (vedi)
Gestore DB
Vecchi gestori DR (1969-1994)
Mezzi utilizzati vedi
N. stazioni e fermate 104[1]
Lunghezza 430[1] km
Trasporto pubblico

La S-Bahn della Germania Centrale (in tedesco S-Bahn Mitteldeutschland) è un servizio ferroviario gestito dalla Deutsche Bahn.

Rete[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La S-Bahn di Lipsia[modifica | modifica wikitesto]

Il primo servizio di S-Bahn a Lipsia (linea A) fu attivato nel 1969. Consisteva in una linea, dalla curiosa forma a cuore, che univa Gaschwitz con la stazione principale, passando ad est (Stötteritz) e ad ovest (Plagwitz) del centro cittadino[2].

Nel 1974 venne aggiunta la linea dalla stazione principale di Lipsia a Wurzen (linea B).

Nel 1977 fu inaugurata la diramazione da Plagwitz al nuovo, grande quartiere di Grünau (linea C). Come in altri casi in Germania, lo sviluppo edilizio procedette positivamente di pari passo alle nuove linee di trasporto pubblico. Questa linea, inizialmente prevista come diramazione della Hauptbahnhof-Plagwitz-Gaschwitz, acquista subito un'importanza maggiore di quella, fino a rendere necessario, nel 1984, un collegamento diretto Hauptbahnhof-Plagwitz-Mitlitzer Allee, declassando la Plagwitz-Gaschwitz a ramo secondario (verrà soppressa nel 2002).

Nel 1992 la rete fu estesa verso Sud, da Plagwitz a Borna, toccando aree molto esterne al perimetro urbano.

La S-Bahn di Halle (Saale)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1969, contemporaneamente alla S-Bahn di Lipsia, venne inaugurata anche la breve S-Bahn di Halle (Saale): un'unica linea, nata allo scopo di collegare la città storica con la città nuova di Halle-Neustadt. Nel 1972, raggiunse il capolinea settentrionale di Halle-Trotha, raggiungendo anche in questo caso un quartiere di nuova costruzione[3][4].

Erano eserciti a tariffa S-Bahn anche i treni locali da Halle-Neustadt a Buna e Leuna, utilizzati principalmente dalle maestranze dirette ai grandi stabilimenti industriali della zona.

La S-Bahn di Lipsia e Halle[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004 si realizzò l'unione dei due sistemi in un'unica rete, detta S-Bahn di Lipsia e Halle (S-Bahn Leipzig-Halle): la costruzione di una nuova linea (via Flughafen Leipzig/Halle), dedicata al traffico veloce, permise di dedicare la linea storica alla nuova tratta di S-Bahn.

La S-Bahn della Germania Centrale[modifica | modifica wikitesto]

Con il cambio orario del 15 dicembre 2013 venne attivato il passante ferroviario sotterraneo attraverso la città di Lipsia, e la rete venne rivoluzionata ed ampliata, venendo ribattezzata con il nome attuale.

Materiale rotabile[modifica | modifica wikitesto]

Passato[modifica | modifica wikitesto]

Sulla rete di Lipsia erano in servizio treni navetta trainati da locomotive elettriche serie 211 e 242. Sulla linea S2, meno trafficata, erano invece utilizzate automotrici diesel serie 171.

Furono provati anche gli elettrotreni prototipo serie 280, che non ottennero il successo sperato. In seguito vennero introdotti treni navetta a due piani, trainati da locomotive elettriche gruppo 143.

Presente[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente le linee della rete sono esercite con gli elettrotreni serie 442[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b S-Bahn Mitteldeutschland - Zahlen - Daten - Fakten
  2. ^ (DE) Die Leipziger S-Bahn - Ein Überblick 1969 - 1993
  3. ^ (DE) Die S-Bahn in Halle/Saale - Ein Überblick 1969 - 1993
  4. ^ (DE) Siegfried Kaufmann, Die neue Hallenser S-Bahn, in "Der Modelleisenbahner", n. 9/1973, pp. 257-259.
  5. ^ S-Bahn Mitteldeutschland - Fahrzeuge

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]