S-125

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
S-125
SA-3 Goa
S-125
S-125
Descrizione
Tipo missile terra-aria
Impiego antiaereo
Sistema di guida a comando tramite radar
In servizio 1959
Utilizzatore principale URSS
Altri utilizzatori Corea del Nord, Iraq
Peso e dimensioni
Peso 400 kg
Lunghezza 6,7 m
Diametro 0,6 m
Prestazioni
Gittata 25 km
Tangenza 25.000 m
Velocità massima Mach 3
Motore 2 stadi a combustibile solido
note radar: P-15M SQUAT EYE

[senza fonte]

voci di missili presenti su Wikipedia

Fratello minore dell'SA-2, l'S-125 (nome in codice NATO: SA-3 Goa) era un'arma più piccola, simile all'Hawk e dotata di maggiore agilità, ma ancora con lo stesso sistema di guida, assai vulnerabile alle ECM. Non ha avuto lo stesso successo di fama del predecessore, ma si tratta di un missile di tutto rispetto, capace anche di essere usato contro obiettivi al suolo (eventualità rara, visto che è un sistema difensivo strategico). Sviluppato a metà degli anni '50 per accompagnare i SA-1 e i SA-2, entrò in produzione nel 1959. Poteva essere lanciato da una rampa binata mobile o da una rampa quadrinata fissa. Il SA-3 fu largamente distribuito ai paesi del Patto di Varsavia. Modificato dal colonnello jugoslavo Zoltán Dani, nel 1999 (durante la Guerra del Kosovo) è stato capace di distruggere un imprendibile F-117.

Volna[modifica | modifica sorgente]

Il missile SA-N-1 è la versione navale del missile, sviluppata alla fine degli anni cinquanta e a partire dal 1962 equipaggiò le unità navali sovietiche. Nel 1967 venne aggiornato alla versione Volna-M (SA-N-1B) e successivamente tra il 1974 e il 1976 alla versione Volna-P che aveva una maggiore resistenza al jamming. altre versioni ammodernate furono la versione V-601M e Volna-N.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]