Sándor Veress

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sándor Veress (Kolozsvár oggi anche Cluj-Napoca, 1 febbraio 1907Berna, 4 marzo 1992) è stato un etnomusicologo e compositore ungherese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sandor Veress è nato nel 1907 a Kolozsvár, città ungherese oggi chiamata Cluij (Romania). Ha studiato con Bartók (pianoforte) e Kodály (composizione). Veress ha rapidamente trovato un linguaggio musicale indipendente dai suoi maestri. Dopo aver sostituito Kodály nella cattedra di composizione all'Accademia di Budapest, fu il compositore la cui personalità marcò maggiormente l'Ungheria del dopoguerra (György Ligeti e György Kurtág furono tra i suoi allievi).

Non avendo nessun'intenzione di sottomettersi alle ingiunzioni della dittatura culturale staliniana, Veress scelse la via dell'esilio verso la Svizzera nel 1949. Come professore di composizione al Conservatorio di Berna, Veress ha sicuramente esercitato un'influenza su tutta una generazione di giovani musicisti svizzeri: Heinz Holliger, Juerg Wyttenbach, Urs Peter Schneider, Roland Moser, e molti altri ancora, seguirono i suoi insegnamenti.

Il periodo immediatamente successivo alla sua emigrazione, fu quello del suo incontro con la scuola di Vienna e la pittura di Paul Klee. Sándor Veress ha vissuto in Svizzera dal 1949, è morto il 4 marzo 1992 a Berna. Il 12 dicembre 1991, ossia 17 anni dopo la sua prima richiesta di naturalizzazione, la nazionalità svizzera gli fu finalmente concessa.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 76581465 LCCN: n83221245