Ryan Atwood

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ryan Atwood
Universo The O.C.
Lingua orig. Inglese
Autore Josh Schwartz
1ª app. in Orange County
Ultima app. in Nella fine, il principio
Interpretato da Benjamin McKenzie
Voce italiana Emiliano Coltorti
Sesso Maschio
Luogo di nascita Chino (California)
Data di nascita 19 marzo 1988[1]
Professione studente, architetto
Parenti

Ryan Atwood è un personaggio della serie televisiva The O.C., interpretato da Benjamin McKenzie. In Italia è doppiato da Emiliano Coltorti.

Personaggio[modifica | modifica sorgente]

Ryan è un ragazzo gentile e di buon cuore, ma fa fatica a fidarsi della gente, dato che durante la sua infanzia tutti lo hanno deluso. Perde facilmente il controllo, arrivando spesso a fare uso della violenza, ma col tempo il suo carattere migliora, portandolo a pensare alle conseguenze delle sue azioni prima di agire. Non è una persona di molte parole, appare come una persona cupa e chiusa in se, ma gradualmente diventa più aperto ed estroverso. È un ragazzo intelligente e nonostante tutto dimostra di essere enormemente più responsabile ed equlibrato rispetto ai suoi familiari, infatti cerca di stare fuori dai guai, anche se spesso non ci riesce. Ryan cerca sempre di proteggere le persone bisognose di aiuto, è un ragazzo molto altriusta, ma spesso si prende cura degli altri più di quanto si prende cura di se stesso.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Prima stagione: l'arrivo a Newport e l'incontro con Marissa[modifica | modifica sorgente]

All'inizio della prima stagione, Ryan Atwood è un adolescente problematico che vive a Chino, California. Viene catturato dalla polizia mentre tenta di rubare un'automobile insieme al fratello Trey. Grazie all'avvocato, Sandy Cohen, riesce ad uscire di prigione. Ryan viene poi però abbandonato dalla sua famiglia, composta dalla madre, alcolista e negligente e dal compagno di lei, violento e manesco. Riesce a trovare riparo solo a casa di Sandy Cohen, che convince sua moglie, Kirsten Cohen, inizialmente contraria ad ospitarlo. Dopo un breve periodo, la famiglia Cohen ha modo di conoscere meglio la madre di Ryan, Dawn Atwood, che nonostante i suoi sforzi non riesce a rimanere pulita e risulta quindi inaffidabile. Perciò i coniugi Cohen decidono di adottare Ryan, che con lievi difficoltà riesce ad inserirsi nella famiglia. Entra anche a far parte della società di Newport Beach, ma ne rimane piuttosto estraneo. Con il tempo diventa quasi un fratello per il figlio di Sandy e Kirsten, Seth Cohen. Ryan e Marissa Cooper, una ragazza simpatica ma un po' inquieta, si sentono attratti l'uno dall'altra ma inizialmente lei è fidanzata con Luke Ward. Così quando lei e Luke si lasciano, loro iniziano un'agitata ma appassionata relazione.

Nella parte centrale della prima stagione, la relazione di Ryan con Marissa viene interrotta da Oliver Trask, un ragazzo mentalmente instabile, che Marissa ha conosciuto quando era in terapia, e che inizia ad essere ossessionato da lei. Oliver continua a stare appiccicato a Marissa e Ryan, ed un giorno li invita ad una festa a casa sua. Ryan è sospettoso per il comportamento di Oliver. Questa sua diffidenza provoca dei problemi nel rapporto tra lui e Marissa; dopo poco tempo i due si lasciano. Quando Marissa capisce che Oliver ha una ossessione esagerata nei suoi confronti, chiede l'aiuto di Ryan, ed Oliver, dopo aver tentato di suicidarsi, viene portato all'ospedale. Dopo ciò lei, cerca di tornare insieme con Ryan ma lui continua a pensare a quanto facilmente qualcuno si è messo tra di loro. Quindi i due rimangono solo amici. Nel frattempo, una ex-ragazza di Ryan, Theresa Diaz si trasferisce da Chino a Newport e si rimette con Ryan anche se per poco. Theresa infatti è costretta a lasciare Newport dopo che l'ha raggiunta il suo violento fidanzato, Eddie. Ryan e Marissa quindi tornano insieme. Ma presto Theresa torna a Newport e rivela a Marissa di essere incinta, ma di non sapere se il padre del bambino è Ryan o Eddie. Alla fine della stagione Theresa che inizialmente voleva abortire, decide di tenere il bambino e di tornare a Chino. Ryan si sente in dovere di seguirla per aiutarla a crescere il bambino, lasciando dietro di sé Marissa e la famiglia Cohen.

Seconda stagione: la storia con Lindsay e l'incontro con Trey[modifica | modifica sorgente]

Ryan all'inizio della stagione vive apparentemente sereno insieme a Theresa e lavora come muratore. Presto riceve un'inaspettata visita di Sandy che gli chiede di andare a Portland per convincere Seth, che era scappato dopo la partenza di Ryan, a tornare a Newport. Ritornano entrambi a casa nel primo episodio della seconda stagione, dopo che Theresa gli dice di aver avuto un aborto spontaneo, avendo capito quanto lo rendeva infelice vivere lontano da Newport.

Ryan appare più maturo nella seconda stagione. Dopo aver "rotto" con Marissa Cooper e aver capito che era già impegnata con qualcun altro, Ryan inizia una relazione con Lindsay Gardner, che presto si scopre essere la sorella illegittima di Kirsten Cohen. Più tardi, dopo che Lindsay si è trasferita a Chicago con la madre, Ryan si riavvicina a Marissa, inizialmente come amico ma presto i due si rimettono insieme. Nella parte centrale della seconda serie Trey esce di prigione e viene temporaneamente ospitato a casa Cohen. Il ritorno di Trey provoca non pochi problemi a causa del suo comportamento violento e uso di droghe da parte sua. Una sera, proprio dopo aver assunto stupefacenti, Trey tenta di violentare Marissa, mentre Ryan è a Miami a fare visita alla nonna di Seth, Sophie Cohen. Nonostante Marissa cerchi di nasconderglielo Ryan viene presto a sapere del tentato stupro da parte del fratello. Pieno di rabbia si reca a casa di Trey, dove i due iniziano a litigare e poi a picchiarsi. Ad un certo punto Trey scaraventa Ryan per terra, tenendolo fermo sul pavimento e strozzandolo. Marissa va a casa di Trey e vede Ryan in serio pericolo. Comincia a urlare pregando Trey di lasciare andare il fratello. Ma inutilmente. Allora velocemente afferra una pistola che era lì a terra e spara a Trey sulla schiena nel tentativo di salvare la vita di Ryan. Se Trey è sopravvissuto si saprà nella terza stagione.

Terza stagione: il diploma e la morte di Marissa[modifica | modifica sorgente]

Dopo essere stato in coma, Trey si risveglia, ed inizialmente, dopo essere stato corrotto da Julie Cooper, implica Ryan nella sparatoria. Lui comunque ammette dopo aver parlato con Marissa l'innocenza di Ryan, e conseguentemente lascia Newport. Ryan e Marissa sono oggetto di discussioni accese da parte dei genitori dei loro compagni di scuola, che dopo la faccenda della sparatoria vorrebbero farli espellere dalla prestigiosa Harbor High School, ed il nuovo vicepreside espelle Marissa, e di seguito Ryan. La mamma di Marissa decide dunque di mandarla in un'altra scuola, alla Newport Union. Quando Marissa è alla Newport, prima di essere riammessa alla Harbor, fa amicizia con un altro ragazzo, Johnny Harper, che complica la relazione di Ryan e Marissa quando si innamora di lei, e Ryan ha il sospetto che la fidanzata possa ricambiarlo. Marissa conferma di volere Ryan, e dice a Johnny di essere soltanto la sua migliore amica e che tiene tantissimo a lui ma non potrà mai innamorarsene. Questa notizia fa disperare Johnny che dopo essersi ubriacato cade da uno scoglio e muore.

Ryan e Marissa diventano distanti, e entrambi ammettono che la loro storia non funziona, lasciandosi. Ryan allora inizia a uscire con Sadie Campbell, la cugina di Johnny trasferitasi a Newport per aiutare la zia. La relazione ha vita breve (anche se il ragazzo affermerà che è stata la sua migliore partner) e comunque Ryan viene accettato alla UC Berkeley perciò Sadie lascia la città. Ryan ha di nuovo un incontro con la madre, Dawn, in questa serie. Ed anche con Theresa, scoprendo che aveva mentito sulla perdita del bambino. Lei gli spiega che dopo aver fatto un test ha capito che Ryan non è il padre. Theresa va ad un ballo della Harbor con lui.

Dopodiché Ryan è provocato da Volchok, un surfista che è diventato il ragazzo di Marissa dopo la loro rottura, che ruba peraltro dei soldi a Taylor al ballo; lui e Ryan si scontrano furiosamente. Volchok deve andare via da Newport, e prova a ricattare Ryan (Little Bitch) per avere i soldi. Sarà Marissa ad aiutarlo.

Dopo la consegna del denaro, Volchok continua a ricattare Ryan ma vuole parlare con Marissa. Quando Ryan tenta di portare la ragazza all'aeroporto (deve andare da Jimmy alle Hawaii) un ubriaco e arrabbiato Volchok inizia a tamponare la macchina nuova di lui, facendoli sbandare e finire fuori strada. Ryan esce dall'incidente quasi illeso, invece Marissa riporta gravi ferite. Ryan, spaventato da quello che sarebbe potuto succedere decide di andare a cercare aiuto, ma Marissa gli chiede di rimanere lì. La vita della ragazza finisce tra le braccia di Ryan addolorato dalla perdita dell'unica ragazza che lui abbia mai amato davvero.

Quarta stagione: il nuovo Ryan e la relazione con Taylor[modifica | modifica sorgente]

Nella quarta serie, l'ultima di The O.C., sono passati cinque mesi dalla morte di Marissa e Ryan lavora in uno squallido bar dove spesso e volentieri partecipa a lotte clandestine. I Cohen lo fanno però tornare a casa, perché sono sempre la sua famiglia. Cambiano molte cose e Julie prova anche a corrompere Ryan per aiutarla a trovare Volchock e ucciderlo. Lui lo trova, ma alla fine lo vuole solo vedere in prigione, per fargli rivivere all'infinito il suo errore.

Ryan è ancora depresso per la morte di Marissa, ma trova Taylor ad aiutarlo a superare il trauma e riprendere a vivere. Non riesce a dimenticare Marissa e l'amore che provava per lei, ma Taylor lo aiuterà ad andare avanti diventando il suo nuovo amore. Diventa finalmente un uomo nuovo, lascia al passato i modi di fare da ragazzo ribelle e difficile di quattro anni prima, ed inizia anche a frequentare la Berkeley. Riesce a rincontrare il padre Frank che avrà una storia di alti e bassi con Julie.

Dopo il terremoto, avvenuto poco prima, Ryan e Seth partono per andare a Berkeley, intenti a comprare la vecchia casa dei Cohen. Gli attuali proprietari della casa decidono di venderla e i Cohen tornano a Newport per traslocare. Ryan poi rimane da solo e 'visita' tutta la casa, resa quasi inagibile dal terremoto, ricordando la prima sera passata a Newport. Quando se ne va Ryan ha una visione di Marissa del giorno in cui ha rischiato di non vederla più e trasforma quel fantasma doloroso in un dolce ricordo e capisce che lei lo ha reso un uomo migliore.

La serie finisce con Ryan che, vedendo un ragazzo che gli ricordava tanto se stesso quando fu adottato dai Cohen, gli chiede se ha bisogno di aiuto, proprio come era successo per lui da parte di Sandy Cohen.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nella 17ª puntata della terza serie Ryan compie 18 anni, precisamente domenica 19 marzo. Si deduce inoltre che sia nato nel 1988, essendo allora in corso il secondo semestre del 2006 alla Harbor (puntata numero 11).
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione