Runaway 2: The Dream of the Turtle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Runaway 2: The Dream of the Turtle
Runaway 2 logo.svg
Sviluppo Pendulo Studios
Pubblicazione Focus Home Interactive, FX Interactive
Data di pubblicazione Francia 17 novembre 2006
Germania 24 novembre 2006
Regno Unito 9 marzo 2007
Stati Uniti 12 marzo 2007
Spagna marzo 2007
Italia 22 giugno 2007
Polonia 29 giugno 2007
Genere Avventura grafica
Tema Umoristico
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows
Distribuzione digitale Steam
Supporto DVD-ROM
Requisiti di sistema 500 MHz CPU, 128 MB RAM,

DirectX 9.0, Windows 98\XP

Periferiche di input Mouse, Tastiera
Preceduto da Runaway: A Road Adventure
Seguito da Runaway: A Twist of Fate

Runaway 2: The Dream of the Turtle è un'avventura grafica punta e clicca lanciata dai Pendulo Studios nel 2006. Segue lo stile in due dimensioni, così come il primo episodio della saga.

In Spagna, dove il gioco è stato lanciato nel 2007, è stata rilasciata un'edizione speciale per i collezionisti.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Brian Basco è in vacanza alle Hawaii con la sua ragazza Gina, dopo che i due si erano innamorati durante la loro prima avventura in Runaway: A Road Adventure. Gina è molto eccitata all'idea di prendere l'idrovolante per andare a fare una gita alle bellissime cascate Tiki Falls sull'isola di Mala e Brian accetta suo malgrado la visita turistica. Ma durante il volo il vecchio pilota viene colpito da infarto: mentre l'idrovolante sta precipitando, Brian costringe Gina a lanciarsi con il paracadute. Durante la caduta Gina viene colpita da quelli che sembrano colpi d'arma da fuoco e, svenuta, affonda in un piccolo lago. Nel frattempo Brian riesce a scamparla tentando un atterraggio di emergenza nella giungla... Ricominciano così nuove avventure esotiche per Brian, alla ricerca della sperduta Gina. Alla fine del gioco la storia viene lasciata in sospeso in attesa del terzo episodio della saga.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Brian Basco è il protagonista ed unico personaggio controllato dal giocatore, dottorando in Fisica all'Università di Berkeley in California. In questo episodio perde l'aspetto da cervellone che aveva nella prima avventura, a favore di un look più moderno e di un carattere più estroverso. Niente potrà fermarlo nella ricerca della ragazza che mai avrebbe pensato di poter avere, Gina. Brian ha anche un ruolo secondario nell'ultimo capitolo del gioco: fa la parte di Brushian Bharscough, un pirata inglese nativo di York catturato e tenuto prigioniero sull'Oriòn dal pirata Malantùnez, la quale lui si libera e cerca di fuggire per tornare sulla sua nave chiamata Interfector; e comincia a farlo indagando sull'Orion. Malantùnez all'inizio gli dà fiducia, ma quando Brushian trova nel mappamondo una pietra fiammeggiante (la trantonite), dopo aver trovato la combinazione, egli lo coglie di sorpresa accusandolo di tradimento e gli taglia la testa. Ma lui è ancora vivo è il pirata fugge per la paura.

Gina Timnins è la ragazza che Brian investe con la sua auto nel primo episodio di Runaway. Dopo l'aiuto che Brian le dà nel primo episodio, non è una sorpresa che siano in vacanza insieme alle Hawaii, e che vuole visitare con lui le rovine del Tempio del Tiki sull'isola di Mala. Lei, solo per questo episodio, non ha un ruolo fondamentale perché appare solo nelle parti iniziale (quando Brian la lancia col paracadute dall'idrovolante), centrale e finale (quando viene messa in cura nello stato letargico dai trantoriani).

Joshua è lo scienziato pazzo incontrato già nel primo episodio. Dopo essere andato sul pianeta Trantor è tornato sulla Terra, ed in questo episodio Brian lo ritrova sulla spiaggia dell'isola di Mala travestito da monaco incappucciato che faceva finta di parlare, e che rispondeva all'inizio scuotendo con la testa e poi scrivendo le risposte su una lavagnetta. È di grande aiuto a Brian, ma combina anche un sacco di guai. In questo episodio si scopre che è di origine nippo-americana, e che il suo vero nome è Joshua Nakayama-Smith.

Sushi Douglas è la hacker miliardaria e sindaco di Douglasville che aiuta Brian quando necessita di assistenza tecnica. Brian è molto intelligente, ma Sushi ha le conoscenze tecnologiche per tirare fuori dai guai Brian e Gina, ma ha anche le conoscenze archeologiche e storiologiche, che sono fondamentali per Brian e Joshua per la ricerca della trantonite.

Saturno (Saturn) è lo scienziato-inventore (amico di Brian, Sushi e Rutger) che aiuta Brian a trovare la trantonite, nascosta da qualche parte nel galeone del leggendario pirata Malantùnez affondato nell'Oceano Pacifico, per via del “rivelatore di neutrini”. Il suo vero nome è Kevin.

Rutger è lo hippie-giardiniere amico di Brian, Sushi e Saturno. Solo per questo episodio Rutger non ha un ruolo preciso, se non per cercare di convincerlo di fargli restituire a Brian il cappello telepatico di Saturno.

Lokelani è un nuovo personaggio. Una ragazza attraente e libertina che dà un tocco piccante all'avventura di Brian (che lo soprannomina Kaimi, che significa "quello che cerca"), dopo il loro incontro al bar di Luana Beach di cui lei si occupa. Lei era una truccatrice di Hollywood, e sarà proprio per il suo vecchio hobby che aiuterà Brian, dopo che lui avrà risvegliato con l'aiuto di Kai il suo pappagallo Aolani, a farlo entrare nel Tempio del Tiki attraverso l'accampamento militare truccandolo e travestendolo nello scienziato francese Pierre Pignon.

Knife è un nuovo personaggio. Amico di Lokelani e Kai. È un surfista ed ex universitario originario di Byron Bay, in Australia. Lui possiede un motoscafo, che sarà di fondamentale aiuto a Brian e Joshua per la loro fuga dall'isola e per sfuggire da Kordsmeier e da Tarantola.

Kai è un nuovo personaggio. Amico di Lokelani e Knife. È un ex surfista hawaiiano, perché lui ha una protesi alla gamba sinistra, persa mangiata da uno squalo. Ed è anche un rianimatore rituale di polli (hobby che è stato ereditato da suo nonno), e grazie al suo aiuto Brian riesce a far rianimare e risvegliare, in punto di morte, il pappagallo di Lokelani Aolani.

Zachariah O'Connor è un nuovo personaggio. È un soldato dell'accampamento militare dell'isola di Mala. Lui, a differenza degli altri soldati, e mezzo sordo e si fa prendere ordini da tutti, il che sarà per questi suoi due difetti che permetterà a Brian di svolgere determinati obiettivi.

Ben Wazowzki è un nuovo personaggio. È un appassionato e cercatore di orsi, e colleziona essenze di orsi di ogni tipo. Brian, grazie ad uno stratagemma, le darà una testa di orso polare (che in realtà è di alce) e si inserirà in un branco di orsi polari per studiarli e prendere una nuova essenza fino al suo ritorno.

Archibald è un nuovo personaggio. È un cuoco di due metri d'altezza, ha la testa piatta, la pelle verde ed è pieno di cicatrici. È violento e di pessimo carattere, e una volta che Brian avra trovato gli ingredienti preparerà per lui un sushi al salmone, necessario per guarire Joshua dal suo stato di confusione mentale.

James Simon è un nuovo personaggio. È un professore e scienziato in contatto con i Trantoriani, e che faceva parte di un ente terrestre chiamato Agenzia Internazionale dei Contattatori fino all'arrivo di Kordsmeier. Il professore, in quel periodo, rifiutò l'offerta del Colonnello di ottenere l'NG-Zero dai Trantoriani, e lui cercò di eliminarlo. Da allora si rifugiò in una casa segreta in Alaska. Lui racconta a Brian e a Joshua delle storie: sui Trantoriani e le loro caratteristiche, sulle vere potenzialità dell'arma trantoriana NG-Zero e sugli scopi malvagi del Colonnello Kordsmeier per quest'arma, finché alla fine non viene ucciso da Tarantola ma Brian e Joshua riescono a fuggire. Il professore riappare alla fine (forse è riuscito a sopravvivere) con una tartaruga in mano.

Dean Grassick e Camille sono due nuovi personaggi. Dean Grassick è il più famoso avventuriero e cacciatore di tesori del mondo, ed ha un suo programma televisivo intitolato “L'Avventura Grassick”. Brian deve cercare di convincerlo a dargli delle pagine di appunti mancanti di Saturno, fondamentali per la realizzazione del rilevatore di neutrini. Camille è invece l'assistente di Dean, diventatagli grazie ad un concorso mondiale organizzato dal programma, il cui vincitore/trice accompagnava Dean Grassick in una sua prossima avventura. Lei darà a Brian delle bottiglie di vino, che successivamente le svuota bevendo e ci costruisce un orologio-forchetta di sua invenzione che lo darà successivamente a Saturno. Camille, come per Brian, ha anche lei un ruolo secondario nell'ultimo capitolo del gioco: ella fa invece la parte di Camille LeBovier, una ragazza anche lei catturata dal pirata Malantùnez in attesa di un piano di fuga pronto da parte di Brushian. Ma che alla fine non ce la fa, poiché Malantùnez lo coglie di sorpresa uccidendolo.

Col. Nathaniel Henry Kordsmeier dei marines degli Stati Uniti. Nuovo personaggio e nuovo antagonista di Brian. Ha piantato un accampamento sull'isola di Mala, impedendo così a Brian di continuare liberamente la sua ricerca per salvare Gina. Il suo unico interesse è l'NG-Zero, una potentissima arma aliena in grado di distruggere grandissime città in pochi secondi, in mano ai Trantoriani.

Tarantola è un nuovo personaggio e nuovo antagonista di Brian. È una mercenaria al servizio del Colonnello Kordsmeier. Così chiamata per il suo smisurato amore per le tarantole.

Influenze e riferimenti ad altre opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel bar di Luana Beach, Lokelani menziona uno dei suoi ex fidanzati, di nome Peter, il quale era l'autore di una trilogia cinematografica, a cui leo collaborava come make-up artist. Il riferimento è a Peter Jackson e alla trilogia del Signore degli Anelli.
  • Nel capitolo 2 Brian profana la tomba del nonno di Kai allo stesso modo di Guybrush Threepwood in Monkey Island 2: LeChuck's Revenge (l'uno solleva in alto con entrambe le mani il grimorio, l'altro l'osso del nonno di Largo).
  • Sempre nel capitolo 2, quando Brian domanda a Knife perché suo figlio si chiami Koala, quest'ultimo spiega che il nome è dovuto ad un film che il bambino ha visto una miriade di volte, con come protagonista un alieno azzurro. Chiaro riferimento al film d'animazione statunitense della Walt Disney Pictures Lilo e Stich.
  • Nell'accampamento militare dell'Isola Mala, il colonnello Kordsmeier, ad una domanda sulla guerra in Vietnam, spiega che in una situazione era in fin di vita e alzò le braccia al cielo per venire meglio in una foto. Ovvio riferimento al film di Oliver Stone Platoon, in particolare all'immagine della locandina del film e quindi la scena in cui il tenente Elias muore crivellato dai proiettili dei Vietgong.
  • Nel tempio del Tiki sull'isola Mala, Brian raccoglie ciò che lui pensa essere un neuralizzatore e dice di averlo visto in un film. Si riferisce a Men in Black, e indossa anche un paio di occhiali da sole quando tenta di usarlo, proprio come nel film.
  • Nel tempio di Tiki Brian ascolta una conversazione fra mercenari vestiti di nero e uno di loro in particolare si lamenta per il numero assegnatogli, il 17, e gli altri replicano che non si può scegliere il proprio numero perché tutti vorrebbero l'1. È un chiaro riferimento al film Le iene di Quentin Tarantino, i cui i protagonisti (anch'essi vestiti di nero) hanno nomi in codice in base a un colore e uno di loro si lamenta di dover essere Mr. Pink (se potessero sceglierlo vorrebbero essere tutti Mr. Black).
  • Quando usa per la prima volta l'A.M.E.B.A. Brian può scegliere fra le destinazioni le "Porte di Tannhauser, al largo dei bastioni di Orione", un riferimento alla celeberrima frase di Blade Runner.
  • Nel tempio del Tiki Brian trova un corpo parzialmente schiacciato da un masso sferico. Vicino al cadavere trova un cappello Fedora, una frusta e una bisaccia. Brian commenta che non doveva essere un ottimo archeologo. È un ovvio riferimento a Indiana Jones e specificatamente alla trappola dell'inizio dei I predatori dell'Arca perduta. Lo stesso Brian dice che sta per "giocare a fare Indiana Jones" quando si appresta a usare la frusta.
  • Durante la trasmissione dei Trantoriani al Professor Simon, la stanza assomiglia molto ad una parte della Morte Nera di Guerre stellari, più esattamente alla sala del trono dell'Imperatore.
  • Camille, la ragazza francese che Brian incontra nel Douglas III, dice di essere l'aiutante di Dean Grassik perché ha vinto un concorso trovando una moneta d'oro in una tavoletta di cioccolato, chiaro riferimento a La fabbrica di cioccolato.
  • L'ultimo capitolo del gioco è interamente ispirato alla famosissima saga di avventure Monkey Island.
  • Una delle domande chieste nell'ultimo capitolo è su un pirata chiamato Capitano Swallow che è fuggito con una "tartaruga-surf". Chiaro riferimento a Jack Sparrow, della trilogia dei Pirati dei Caraibi.
  • Nel 6º capitolo, dentro la stiva del tesoro, si possono notare vari oggetti tra cui: la Gioconda, il crocifisso hopi della precedente avventura, il dito sotto formaldeide, sempre del precedente gioco e la statua di Saturno precipitata nella banca nella precedente avventura; si può notare anche il "Premio Morte", ossia il premio che deriva dal gioco Hollywood Monsters creato dagli stessi autori e anche il bastone della Mummia; c'è anche un album dei Beatles.
  • Quando Brian e Joshua si trovano nel rifugio in Alaska, si legge su un letto a castello la scritta "Brooks was here", chiaro riferimento al film Le ali della libertà. Brian commenta di aver visto questa frase in un film che gli era piaciuto molto.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]