Ruggero Santilli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ruggero Maria Santilli (Capracotta, 1935) è un fisico e inventore italiano naturalizzato statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario del Molise, Santilli si è laureato in fisica presso l'università di Napoli. Dal 1967 è stato ricercatore e ha svolto attività universitaria presso le università statunitensi di Miami e di Boston, acquisendo la cittadinanza americana. Nel 1976 e 1977 ha insegnato presso l'istituto di fisica teorica del Massachusetts Institute of Technology (M.I.T.) e nel 1978 ha brevemente svolto attività di ricerca presso il dipartimento di matematica della Harvard University sotto la direzione di Shlomo Sternberg.

Nel 1980 ha elaborato una teoria che costituirebbe una nuova generalizzazione della meccanica quantistica, alla quale ha dato il nome di "meccanica adronica" (dalla particella dell'adrone) e sostiene di aver inoltre elaborato una nuova matematica basata su un nuovo tipo di numeri a cui ha dato il nome di "isonumeri santilliani". Le sue teorie tuttavia non sono state accettate dalla comunità scientifica e non sono state pubblicate presso riviste scientifiche[1].

Nel 1981 ha fondato l' "Institute for Basic Research" a Cambridge (Massachusetts)[2]. Ha inventato nuovi combustibili, chiamati Magnegas e MagneHydrogen, i cui brevetti sono detenuti dalla "Magnegas Corporation"[3]. Il Magnegas è prodotto da rifiuti liquidi organici per mezzo di una tecnologia denominata "Plasma Arc Flow", dove un arco elettrico ad alto amperaggio scompone il liquido organico di partenza nei suoi costituenti atomici. Il plasma dell' arco ionizza poi gli atomi che interagiscono tra loro e, appena allontanati dall' arco elettrico, formano il "Magnegas".[La combustione del Magnegas libera più ossigeno di quanto ne consumi.]

Procedimenti giudiziari[modifica | modifica wikitesto]

  • Ha accusato di plagio i ricercatori italiani Fabio Cardone e Roberto Mignani, che sono stati scagionati dai tribunali di Roma e di Tampa (Florida) come descritto in dettaglio nella querela per plagio disponibile nel sito http://www.scientificethics.org/Mignani-Cardone-ir00001.htm il cui processo dal Tribunale di Roma fu condotto senza mai contattare Santilli.
  • È stato inoltre rinviato a giudizio nel 2008 per calunnia in seguito alla querela presentata dai due fisici[4], ma la querela è stata annullata dal tribunale dell'Aquila perché l'accusa, un sito americano presentante dettagli sul plagio, non costituisce reato.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Santilli ha pubblicato numerosi lavori sul tema della "meccanica adronica", comprese le applicazioni alla chimica, alla superconduttività, alla biologia e alla cosmologia[5]. La gran parte dei suoi lavoro è stata pubblicata nella rivista Hadronic Journal, di cui Santilli è il fondatore e l'editore responsabile. Altri giornali sui quali sono stati pubblicati i suoi scritti sono Hadronic Journal Supplement e Algebras, Groups and Geometries, tutti editi dalla "Hadronic Press", una società presieduta dalla moglie, Carla Santilli.

Recensioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lo stesso Santilli descrive dettagliatamente dal suo punto di vista il rifiuto della sua richiesta di un finanziamento per la sua ricerca da parte idel Lyman Laboratory of Physics dell'università di Harvard e come successivamente diverse istituzioni, tra cui la Società italiana di fisica si siano rifiutate di pubblicare i suoi articoli: pagina del sito dell'"International Committee on Scientific Ethics and Accountability", da lui stesso fondato in seguito alla vicenda.
  2. ^ Storia dell'Institute for Basic Research sul sito ufficiale. L'istituto si è trasferito nel 1990 a Palm Harbor in Florida e nel 1995 ha inaugurato una sede italiana presso il castello di Monteroduni (provincia di Isernia). Le attività dell'istituto sono finanziate da "The R. M. Santilli Foundation".
  3. ^ Sito dell'azienda con elenco dei tre brevetti. Nel 2009 è nata la Magnegas Italia: sito ufficiale,
  4. ^ La vicenda è riassunta su questa pagina del sito personale di Fabio Cardone, che riporta i relativi documenti.
  5. ^ Curriculum e pubblicazioni sul sito dell'Institute for Basic Reserach.

Controllo di autorità VIAF: 79087707 SBN: IT\ICCU\VEAV\037665