Rugby Calvisano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rugby Calvisano
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Campione d’Italia in carica Campione d’Italia in carica
Rugby Calvisano Logo.png
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
1ª uniforme
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
2ª uniforme
Colori 600px Giallo e Nero.png Giallo · nero
Simboli Gladiatore
Dati societari
Città Calvisano (BS)
Paese Italia Italia
Sede Rugby Calvisano S.r.l.
Via San Michele 102
25012 Calvisano (BS)
Federazione Flag of Italy.svg F.I.R.
Campionato Eccellenza
Fondazione 1970
Presidente Italia Gianluigi Vaccari
Allenatore Italia Gianluca Guidi
Palmarès
Scudetto.svgScudetto.svgScudetto.svgScudetto.svgCoccarda Italia.svgCoccarda Italia.svg
4 scudetti
2 coppe Italia
Stadio
PeroniStadium.jpg
"Peroni Stadium" San Michele
Via San Michele 102
25012 Calvisano (BS)
(4 000 posti)
rugbycalvisano.it

Il Rugby Calvisano Srl è un club italiano di rugby a 15.

Fondato a Calvisano (BS) nel 1970 come Rugby Calvisano, e divenuto società a responsabilità limitata dal 1992, nel 1999, dopo l’acquisizione del ramo senior dell’Amatori Milano si chiamò per un periodo Amatori e Calvisano Rugby. In seguito ha riacquistato la denominazione originale.

Durante la stagione 2009-2010 ha militato nel campionato di serie A2, dopo aver rinunciato a iscriversi alla massima categoria, il Super 10, per ragioni economiche. Per esigenze di sponsorizzazione, la squadra ha accoppiato il suo nome al marchio Cammi, per cui è nota con il nome di Cammi Calvisano. Al termine di questa stagione rinuncia alla promozione in serie A1, dove però è ripescata.

Nel campionato 2010-2011 la squadra arriva prima nel proprio girone, perdendo solamente due incontri ed ottenendo la possibilità di disputare i play off. Vincendo in finale 19-0 con Firenze i giallo-neri si laureano Campioni d'Italia di Serie A e tornano nella massima serie dopo due anni di assenza.

Durante l'annata 2011-2012, battendo in finale la S.S. Lazio, Calvisano si è aggiudicato il Trofeo Eccellenza 2011-2012, torneo che ha preso il posto della Coppa Italia, e ha concluso la stagione regolare del campionato di Eccellenza al primo posto, guadagnando così il diritto di disputare i play-off scudetto.

Dal 19 maggio 2012 lo stadio di casa San Michele è stato denominato "Peroni Stadium", a seguito della firma del contratto di partnership che legherà i successivi due anni la società bresciana con il famoso marchio di birra italiano.

Il 19 maggio 2012 conquista il terzo titolo della sua storia, sconfiggendo Prato per 27-22 in Toscana e 16-14 a Calvisano.

Il 31 maggio 2014 consegue il quarto scudetto, in seguito alla vittoria in finale contro il Rugby Rovigo, sconfitto 26-17 a Calvisano.

Rosa stagione 2014/2015[modifica | modifica sorgente]

Avanti
PL Italia Rudy Biancotti
PL Italia Salvatore Costanzo
PL Italia Gabriele Morelli
PL Italia Luca Scarsini
PL Italia Elia Violi
PL Italia Sami Panico
TL Italia Luigi Ferraro
TL Italia Andrea Gavazzi
SL Italia Michele Andreotti
SL Italia Luca Beccaris
SL Italia Agustin Cavalieri
SL Figi Sekonala Kalou
FL Italia Nicola Belardo
FL Italia Jacopo Salvetti
FL Italia Stefano Scanferla
FL Italia Alessio Zdrilich
N8 Italia Maxime Mbandà
N8 Sudafrica Braam Steyn
Tre quarti
MM Italia Rodolfo Jr Ambrosio
MM Italia Marcello Violi
MA Italia Giacomo De Santis
MA Australia Ben Seymour
CE Italia Tommaso Castello
CE Italia Alberto Chiesa
CE Figi Alexander Rokobaro
TQ Italia Alberto Bergamo
TQ Italia Pablo Canavosio
TQ Italia Gabriele Di Giulio
TQ Italia Marco Susio
ES Italia Matteo Appiani
ES Italia Benjamin de Jager
Staff tecnico
Allenatore: Italia Gianluca Guidi
Ass. allenatore: Italia Giuseppe Mor


Rose del passato[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Categoria:Stagioni del Rugby Calvisano.

Cronistoria[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatori celebri[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


rugby Portale Rugby: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rugby