Rudolf Weigl

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rudolf Stefan Wigl (Přerov, 2 settembre 1883Zakopane, 11 agosto 1957) è stato un biologo polacco.

Monumento funebre di Weigl a Breslavia.

Noto inventore del primo efficace vaccino contro il tifo esantematico, che realizzò riprendendo gli studi del francese Charles Jules Henri Nicolle, Premio Nobel per la medicina nel 1928.

Di origini tedesche, come dimostrato dal cognome, studiò a Leopoli, che all'epoca faceva parte della Polonia, e si laureò nel 1907 presso la prestigiosa Jan Kazimierz University of L'viv in Scienze Naturali. Fondò lì l'Istituto Weigl, nel quale lavorò il noto poeta connazionale Zbigniew Herbert durante l'Occupazione nazista, e lì produsse il suo vaccino.

Fu legato allo Stato segreto polacco, agli intellettuali anti-nazisti e anti-comunisti durante l'occupazione nazista e sovietica, negli anni più duri della Storia della Polonia. Il suo istituto fu chiuso dagli invasori sovietici nel 1944, ad un anno dalla fine della Guerra. Questa esperienza è stata raccontata dal connazionale regista Andrzej Żuławski nel film La terza parte della notte (1971).

Il suo vaccino, testato inizialmente sui cavia porcellus attorno al 1933, fu prodotto in larga scala soprattutto tra il 1936 e il 1943 e usato dai missionari belgi in Cina, tuttavia fu inizialmente molto difficile non solo produrlo per questioni economiche, ma anche usarlo per questioni sanitarie. Bisogna però dire che, a differenza del precedente vaccino, ricavato da un certo Herald Reah Cox dal tuorlo delle uova, risultò molto più efficace.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 64817972 LCCN: no2003054242