Rudolf Hilferding

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rudolf Hilferding con la moglie nel 1928.

Rudolf Hilferding (Vienna, 10 agosto 1877Parigi, 11 febbraio 1941) è stato un economista, politico e medico tedesco di origine austriaca.

Di idee marxiste, dettò la politica economica del Partito socialdemocratico tedesco e fu deputato e ministro delle finanze della Repubblica di Weimar[1]. Con l'avvento di Hitler si rifugiò in Francia, ma dopo l'occupazione nazista venne arrestato e morì in carcere in circostanze mai chiarite[2].

Hilferding è considerato tra i più influenti pensatori socialdemocratici del primo Novecento. Il suo saggio Il capitale finanziario influenzò Lenin nella scrittura di Imperialismo, fase suprema del capitalismo[3].

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ il manifesto, L'album di famiglia, Roma, 2007, pag. 12.
  2. ^ (EN) Bundeskanzler-Willy-Brandt-Stiftung, Social democrats turned over to Germany.
  3. ^ Thomas Lane, Biographical Dictionary of European Labor Leaders, Greenwood Publishing Group, 1995.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 9909144 LCCN: n82032268