Rudolf Fischer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rudy Fischer
Dati biografici
Nome Rudolf "Rudy" Fischer
Nazionalità Svizzera Svizzera
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1951-1952
Scuderie Ferrari, SVA
Miglior risultato finale 4° (1952)
GP disputati 7
Podi 2
Punti ottenuti 10
 

Rudolf Fischer conosciuto come Rudi (Stoccarda, 19 aprile 1912Lucerna, 30 dicembre 1976) è stato un pilota automobilistico svizzero.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli inizi[modifica | modifica wikitesto]

La carriera di Rudolf Fischer è in parte avvolta dal mistero.[1] Alcuni sostengono infatti che, prima di diventare un pilota automobilistico, fosse un ristoratore, altri che lavorasse nel settore dell'elettricità.[1] Fece comunque il suo debutto ufficialmente nel 1948, quando affittò una Gordini per disputare il Gran Premio di Ginevra.[1] A partire da quel momento le sue apparizioni si fecero abbastanza frequenti e corse soprattutto per squadre clienti, in particolare l'Ecurie Espadon.

Per il 1950 iniziò la stagione guidando una SVA progettata da Giovanni Savonuzzi, ma i risultati ottenuti furono deludenti. Fischer decise dunque di tornare alla Ecurie Espadon che gli fornì una OSCA e in seguito una HWM. Nonostante ciò la fragilità delle vettura si dimostrò molto elevata e non conquistò piazzamenti importanti.

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

Lo svizzero decise quindi di acquistare con i suoi mezzi una Ferrari e di montarci un motore V12 da 2.5 litri al fine di poter gareggiare in Formula 1.[1] Prese parte a varie corse non ufficiali ottenendo tre podi, mentre nelle gare in calendario non andò oltre un sesto posto al Gran Premio di Germania. Partecipò inoltre ad alcuni appuntamenti di Formula 2.

Per il 1952 Enzo Ferrari gli vendette una 500 F2, con cui ottenne un quarto posto al Gran Premio di Siracusa. Per la gara seguente gli venne assegnata una vettura della squadra ufficiale e concluse terzo. A maggio, poi, ottenne i suoi primi punti in Formula 1 con un secondo posto nella corsa di casa e giunse poi terzo in Germania. Riuscì anche ad imporsi in un appuntamento non ufficiale sul circuito dell'AVUS.

A fine anno, ormai stanco delle corse, decise di ritirarsi all'età di quarant'anni.[1]

Risultati completi[modifica | modifica wikitesto]

1951 Scuderia Vettura Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Punti Pos.
Ecurie Espadon Ferrari 212 11 6 0
1952 Scuderia Vettura Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Ecurie Espadon Ferrari 500[2] 2 11 13 3 Rit 10[3]
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Drivers: Rudolf Fischer, grandprix.com. URL consultato il 22 aprile 2012.
  2. ^ Ad eccezione del Gran Premio di Francia 1952 in cui corse su Ferrari 212 a cauda della rottura del motore della prima vettura
  3. ^ Nel Gran Premio di Francia 1952 guida condivisa con Peter Hirt