Rudi Felgenheier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rudi Felgenheier
Dati biografici
Nome Rudolf Felgenheier
Nazionalità Germania Germania
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1952
Stagioni 1952
Scuderie DKW
Miglior risultato finale
GP disputati 1[1]
GP vinti 1
Podi 1
 

Rudi Felgenheier (Horchheim am Rhein, 20 dicembre 193020 ottobre 2005) è stato un pilota motociclistico tedesco.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Già dal 1949 aveva cominciato a gareggiare in competizioni nazionali tedesche.

Per quanto riguarda il Motomondiale, la sua unica presenza nelle classifiche iridate è nella Classe 250 del 1952; si tratta però della vittoria in occasione del Gran Premio motociclistico di Germania alla guida di una DKW. Tale vittoria ha rappresentato anche il primo successo del dopoguerra per la casa motociclistica tedesca e proprio durante la prima edizione del gran premio di casa, appena ammesso a far parte delle gare del campionato mondiale.

Con i punti guadagnati con questo successo si è posizionato al quinto posto nella classifica iridata di quell'anno.

Nel 1953 è stato poi coinvolto in un grave incidente durante l'effettuazione del Tourist Trophy che ha posto termine alla sua carriera agonistica.

È deceduto il 20 ottobre 2005[2].

Risultati nel motomondiale[modifica | modifica sorgente]

1952 Classe Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Ulster banner.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Punti Pos.
250 DKW NE 1 NE 8
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Sono considerati solo quelli in cui sono stati conseguiti punti per il campionato mondiale
  2. ^ (DE) Ricordo di Felgenheier su rennsport.de

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]