Rubber (film 2010)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rubber
Rubberfilm.JPEG
Il titolo nel film
Paese di produzione Francia
Anno 2010
Durata 85 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, orrore
Regia Quentin Dupieux
Soggetto Quentin Dupieux
Sceneggiatura Quentin Dupieux
Produttore Julien Berlan, Gregory Bernard, Josef Lieck
Casa di produzione Realitism
Musiche Gaspard Augé, Mr. Oizo
Scenografia Quentin Dupieux
Interpreti e personaggi
Premi

Rubber è un film del 2010 diretto da Quentin Dupieux. Scritto e diretto da Dupieux, il film narra di uno pneumatico che prende vita e uccide le persone grazie ai suoi poteri psichici. Il film è stato presentato al festival del cinema di Cannes nel 2010.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nel deserto californiano, degli spettatori increduli assistono alle avventure di Robert, uno pneumatico dotato di poteri paranormali e di uno sviluppato istinto omicida. Le forze dell'ordine locali iniziano un'inchiesta e scoprono che Robert è misteriosamente attratto da una giovane e avvenente ragazza.

Cast[modifica | modifica sorgente]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Rubber è stato proiettato per la prima volta il 15 maggio 2010 alla settimana della critica del festival di Cannes. La Magnet Releases ha poi acquisito i diritti per distribuire la pellicola negli Stati Uniti, e la prima proiezione di Rubber al di fuori dei confini francesi è avvenuta il 9 luglio 2010 al Fantasia Festival di Montreal. Rubber è stato proiettato anche al Sitges Film Festival in Spagna e all'After Dark Film Festival di Toronto.

Sul sito internet www.coolcats.fr, a partire dal 14 marzo 2011, sono in vendita il DVD e la colonna sonora del film. Dall'11 aprile 2011 il DVD e il Blu-ray di Rubber saranno acquistabili anche su Amazon.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Costato 500.000 dollari, il film ne ha incassati solamente 98.000 negli Usa.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Alla prima di Cannes il film ha ricevuto in genere critiche negative. Il sito indieWire ha definito l'opera di Dupieux come "uno degli esperimenti più bizzarri degli ultimi tempi".[1] Il Daily Telegraph ha stroncato la pellicola affermando che dura un'ora di troppo (su una durata complessiva di 85 minuti) e che sciorina una serie di dialoghi di assoluta stupidità.[2] Su Variety è stato scritto che Rubber "non spaventa, non diverte, non è mai intelligente come promette di essere."[3]

Il film ha però ottenuto recensioni positive da altri festival cinematografici. Il sito Twitch Film ha affermato che Rubber è ben girato e che si tratta di una sublime masturbazione mentale, una pietra miliare tra i B-movie.[4] L'Huffington Post ha scritto che Quentin Dupieux "riesce a creare e intrattenere [...] Il risultato è una parodia sciocca e acuta allo stesso tempo".[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Kohn, Eric, Cannes Review : Bad Ideas In Close Up: Quentin Dupieux's "Rubber" in indieWire, 17 maggio 2010. URL consultato il 17 ottobre 2010.
  2. ^ Sukhdev, Sandhu, Cannes Film Festival: Quentin Dupieux's Rubber, review in The Telegraph, 17 maggio 2010. URL consultato il 17 ottobre 2010.
  3. ^ Felperin, Leslie, Rubber in Variety, 16 maggio 2010. URL consultato il 17 ottobre 2010.
  4. ^ Halfyard, Kurt, Fantasia 2010: Rubber Review, 10 luglio 2010. URL consultato il 17 ottobre 2010.
  5. ^ Zaman, Farihah, 2010 Fantastic Fest #2: Good Movies, Stupid Plots, 12 ottobre 2010. URL consultato il 17 ottobre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema