Rua

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altre voci che possono riferirsi alla stessa combinazione di 3 caratteri, vedi RUA.

Rua[1] (chiamato anche Ruas, Roas, Rugila o Ruga; ... – Pannonia, 434o 435[2]) è stato re degli Unni dal 432 alla morte.

Tra il 400 e il 410 attaccò le tribù del basso Danubio (Goti, Eruli) e saccheggiò alcune città romane, tanto che l'imperatore Teodosio II fu costretto a pagargli 115 chili di tributi annuali in oro per ottenere la pace[senza fonte]. Appoggiò il generale Flavio Ezio, aiutandolo ad organizzare un esercito contro Bonifacio, che affrontò in battaglia nel 432[1]. Era zio di Attila e Bleda, che gli subentrarono nel 435[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Cronologia universale, p. 205-6.
  2. ^ a b Cronologia universale, p. 206.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Re degli Unni Successore
Octar 432 - 434 Attila e Bleda