Royce da 5'9"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Royce Da 5'9"
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Genere Midwest rap
Hardcore rap
Periodo di attività 1997 – in attività
Gruppo attuale Slaughterhouse, Bad Meets Evil
Album pubblicati 4
Studio 4
Live 0
Raccolte 0
Sito web

Royce da 5'9", pseudonimo di Ryan Montgomery (Detroit, 5 luglio 1977), è un rapper statunitense.

È famoso per le sue capacità nel freestyle, nel battling e nella storytelling nelle sue canzoni (cioè il trattare di un tema attraverso il riferimento ad un episodio vissuto o in cui l'autore si inserisce).

È ricordato anche dal pubblico meno interessato alla scena Underground per singoli fortunati come "Boom" e l'album "Death is Certain", oggi considerato un classico degli anni 2000.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ryan Montgomery, nato e cresciuto a Detroit, Michigan, si trasferisce ad Oak Park (Michigan) all'età di 10 anni, dove acquisirà il soprannome "Royce". Comincia a rappare a 18 anni con l'amico Jah da 5'9". Sono i giocatori di basket più corti della loro squadra, misurando entrambi appena 5 piedi e 9 pollici(circa un metro e 75 centimetri).

Rock City[modifica | modifica wikitesto]

Royce firma il suo primo contratto discografico nel 1998 per la Tommy Boy Records. Lascia l'etichetta dopo poco tempo, causa differenze di lavorazione e idee, e firma per la Game Recordings, un'etichetta indipendente che lo aiuta a contattare la Columbia Records. La Columbia rimanda continuamente la pubblicazione del primo disco di Royce, Rock City, che nel frattempo finisce su Internet. Royce abbandona anche questa label, proprio mentre esce nei negozi di dischi "Rock City". Il disco viene ripubblicato sotto Koch / Game Recordings come "Rock City (Version 2.0)". Nei riconoscimenti Eminem viene accreditato come produttore esecutivo nonostante compaia solo nella traccia "Rock City". Affinché il disco ottenga la necessaria attenzione Royce realizza "Boom", singolo underground prodotto da DJ Premier.

GTA III[modifica | modifica wikitesto]

La Rockstar Games commissiona la colonna sonora rap del gioco "Grand Theft Auto III" alla Game Recordings. Diversi artisti dell'etichetta, tra cui Sean Price, Black Rob, JoJo Pellegrino e lo stesso Royce compaiono nella scaletta della stazione radio "Game FM" con brani inediti e non. Da citare "I'm The King", prodotta dal noto Alchemist.

Verso la fine degli anni novanta Royce forma una crew chiamata D-Elite nella quale militano Tre'Little, Billy Nix, Jah da 5'9" (conosciuto anche come June), Cut Throat e Cha Cha, unico elemento femminile del gruppo. La D-Elite compare al completo nella versione originale dell'album "Rock City", nella traccia "D-Elite pt. 2".

Bad Meets Evil[modifica | modifica wikitesto]

Royce da 5'9" reincontra Eminem ad un concerto di Usher. Il rapper bianco sta vendendo copie del suo "The Slim Shady EP" quando si incontrano. I due formano i Bad Meets Evil, con Royce nella parte del Cattivo (Bad) ed Eminem in quella del Malvagio (Evil). Il gruppo ha registrato solo poche tracce a causa del deterioramento del rapporto tra i due, sfociato in faida.

Uno dei componenti dei D12, Bizarre, coinvolge l'intero gruppo in una faida ai danni di Royce, che rompe i rapporti con Eminem e Proof.

Anni 2000[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver realizzato, nel 2005, "Independent's Day", Royce lavora con grandi nomi del panorama rap statunitense. Segue i Mobb Deep in tour, scrive una canzone per "Press Play", disco del 2006 di P. Diddy e promuove la sua nuova crew / etichetta indipendente, The M.I.C. (acronimo per Make It Count).

Alla fine del 2006, diverse etichette si contendono Royce, tra le quali la Bad Boy Records di Diddy e la The Jones Experience, fondata dal rapper Nas.[1]

Prigione[modifica | modifica wikitesto]

Royce da 5'9" viene arrestato il 21 settembre 2006 con l'accusa di guida in stato d'ebbrezza. La Contea di Oakland lo condanna ad un anno di prigionia nell'Oakland County Jail, Pontiac, Michigan. Comunque, il 9 gennaio 2007, Royce viene rilasciato per poter rilasciare un nuovo progetto.[2]

2011[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'uscita dell'album Hell: The Sequel, nuovamente in collaborazione con Eminem (Bad Meets Evil), Royce ha iniziato a lavorare ad un progetto per un nuovo album. Il nuovo album è uscito l'8 agosto 2011 e il titolo è stato Success Is Certain.

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Caratteristica principale dell'MC è la strutturazione dei versi - spesso due o più barre contengono rime, cadenze ed assonanze pressoché uguali. Royce si distingue anche per la sua capacità nel descrivere situazioni usando un linguaggio semplice e di facile comprensione. È anche molto nota la sua abilità nel freestyle.

Faide[modifica | modifica wikitesto]

Dr. Dre[modifica | modifica wikitesto]

Verso il 1998, Eminem chiama Royce per una sua collaborazione su "2001", disco di Dr. Dre, come ghostwriter. Contribuisce a realizzare tracce come "The Message" e la versione originale di "Xxplosive", allora "The Way I Be Pimpin". Mentre è al lavoro su "2001", Royce registra pezzi per un nuovo disco. Ciò lascia intendere che abbia firmato un contratto per la Aftermath Interscope. I rapporti con Dre si spezzano quando il manager di Royce, Kino Childrey, riferisce ad un giornalista il compito del rapper. Quando Royce si rifiuta di contraddire Kino, amico di lunga data, Dre lo elimina dal progetto e riscrive "Xxplosive". Nonostante "The Message" sia finita su "2001", Royce da 5'9" non è mai stato pagato per la scrittura del testo.

Shady Records[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002, Royce contatta Eminem per chiedergli un contratto con la Shady Records. Occupato con le riprese del film "8 Mile", Eminem non ci fa quasi caso, ma una settimana dopo accoglie 50 Cent nella scuderia. Royce non batte ciglio e accetta di partecipare all'Anger Management Tour con i D-Elite. Mentre sono in tour, i D12 offendono Royce per una barra scritta durante i concerti:

(EN)
« Fuck Anger Management
I need someone to manage my anger. »
(IT)
« Fanculo all'Anger Management
A me serve qualcuno per controllare la mia ira. »

Una serie di equivoci porta Eminem e Royce a non parlarsi più e ad un'inevitabile beef tra la D-Elite Crew e i D12. Cominciano così a circolare canzoni cariche di insulti e autocelebrazione, trasmesse correntemente dalle radio di Detroit. I D12 registrano "Smack Down" (sul beat DI "Back Down", 50 Cent) e "Many Men" (sul beat di "Many Men", 50 Cent, e questa volta l'unico a prendersela con Royce è proprio Proof).

Royce risponde con "Shit on U" (sul beat di "Shit on You", D12), diretta a Bizarre, "We Ridin' ", "Death Day" (sul beat di "In Da Club", 50 Cent) e "Malcom X", forse la più violenta e famosa di tutte (sul beat di "Bang Bang", Capone-N-Noreaga).

Nel 2003, si chiude la rivalità tra Royce e Proof, in un confronto per le strade di Detroit. I due, supportati dai rispettivi gruppi, si scambiano insulti e arrivano anche alle armi da fuoco. La polizia li arresta e, una volta incarcerati, si chiariscono.

Altri[modifica | modifica wikitesto]

Royce ha avuto un piccolo scontro con i Ruff Ryders sulla barra "Royce, Reef, Double R", e il gruppo anni settanta Rose Royce lo ha accusato di aver rubato il nome. Royce ha infine avuto alcuni problemi con il famoso produttore Kanye West riguardo ad una canzone, "Heartbeat", prodotta proprio da West. Kanye sostiene che Royce non lo ha mai pagato e gli acquirenti originali della produzione hanno poi rifiutato di comprarla. Dopo il disguido, West ha dichiarato di non voler lavorare mai più con Royce.[3]

Nel 2008 Ryan attacca nuovamente Kanye West in "Shot Down" parodiando la recente hit del rapper di Chicago in "Love Lockdown".

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album ufficiali[modifica | modifica wikitesto]

Mixtapes[modifica | modifica wikitesto]

  • Build & Destroy: The Lost Sessions Part 1
  • M.I.C. (Make It Count) Mixtape Vol. 1
  • M.I.C. (Make It Count) Mixtape Volume 2
  • M.I.C. Radio Vol. 1
  • Hip-Hop is Certain
  • Defending the Crown I
  • Defending the Crown II: Kiss the Ring
  • Defending the Crown III: The Coroner
  • The King is Back (Hosted by Statik Selektah)
  • Declaration of Independence
  • Bad Meets Evil: Scary Movies
  • The Bad Side
  • The Other Side
  • Lyrical Smackdown
  • Raw Sessions Vol. 1 (Hosted by DJ Mumblez)
  • Raw Sessions Vol. 2 (Hosted by DJ Mumblez)
  • Bullets & Tissue

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nas: Carry on Tradition Allhiphop.com, 2006
  2. ^ Royce da 5’9” a Free Man Hiphopgame.com, 2007
  3. ^ Kanye West Speaks Through The Wire Hiphopsite.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 29734424