Royal Philharmonic Orchestra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Royal Philharmonic Orchestra
Paese d'origine Regno Unito Regno Unito
Genere Musica classica
Periodo di attività 1946 – in attività
Sito web

La Royal Philharmonic Orchestra è una orchestra britannica con sede a Londra. Essa tiene regolarmente concerti in tutto il mondo ed è considerata l'orchestra nazionale britannica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'orchestra venne fondata nel 1946 da Sir Thomas Beecham e tenne il suo primo concerto a Croydon[1] il 15 settembre 1946. Beecham fu il suo direttore principale fino alla sua morte nel 1961. Lo sostituì il suo assistente Rudolf Kempe, il quale venne nominato direttore a vita nel 1970. Dopo di lui si sono succeduti alla sua guida Antal Doráti, Walter Weller, André Previn, Vladimir Ashkenazy e Yuri Temirkanov. Daniele Gatti ne divenne direttore nel 1996. Nell'aprile 2007, Charles Dutoit venne nominato direttore principale della Royal Philharmonic Orchestra a far data dal 2009.

L'orchestra fece la sua prima tournée negli Stati Uniti nel 1950, divenendo la prima orchestra britannica a visitare gli Stati Uniti dopo la London Symphony Orchestra che vi era stata nel 1912.

Successivamente l'orchestra iniziò a sviluppare la sua caratteristica che fu quella di un eccellente gruppo di fiati, composto da Jack Brymer (clarinetto), Gwydion Brooke (fagotto), Terence McDonagh (oboe) e Gerald Jackson (flauto), soprannominato '‘The Royal Family’'.[2]

Dopo la morte di Beecham, l'orchestra si è data una struttura propria divenendo una società per azioni che cominciò ad avere dei problemi economici. La Royal Philharmonic Society decise di interrompere il contratto, che la legava all'orchestra sin dalla sua nascita, a partire dal 1963 e Glyndebourne fece un contratto con la London Philharmonic Orchestra dal 1964. Le venne allora in aiuto il direttore Sir Malcolm Sargent che organizzo una stagione di concerti in un cinema nel sobborgo periferico di Swiss Cottage.

Un'ulteriore minaccia all'esistenza dell'orchestra arrivò nel 1984, quando il giornalista William Rees-Mogg opinò che la Gran Bretagna non aveva una grande orchestra sinfonica nelle regioni dell'est del paese e che La Royal potesse trasferirsi a Nottingham. Un'altra voce disse che la Royal Philharmonic dovesse alternarsi con la London Symphony Orchestra come orchestra residente al Barbican Center, ma la cosa non ebbe poi seguito.

Nel 1992 l'orchestra nominò Peter Maxwell Davies come direttore associato e compositore dell'orchestra.

Il 7 aprile 1994, la Royal Philharmonic, sotto la direzione di Gilbert Levine teneva un concerto in Vaticano nel "Concerto papale in commemorazione dell'olocausto", con il violoncellista Lynn Harrell e con l'attore Richard Dreyfuss come narratore.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Il brano Hooked On Classics dall'omonimo album raggiunse la seconda posizione nella UK Singles Chart, la quarta in Svezia, la sesta in Austria e Nuova Zelanda e la decima nella Billboard Hot 100.

Dalla sua fondazione fino alla morte di Thomas Beecham, l'orchestra ha eseguito moltissime registrazioni per le etichette Columbia Records, RCA Victor e EMI. Fra le più importanti si ricordano:

  • Beethoven Ruins of Athens, Symphony No 2, Symphony No 3, Symphony No 6, Symphony No 7, Symphony No 8
  • Berlioz Harold in Italy, King Lear Overture, Le Corsaire Overture, Les Francs-Juges Overture, Les Troyens Overture, Roman Carnival Overture, Symphonie Fantastique, Trojan March, Waverley Overture
  • Bizet Carnaval à Rome, La Jolie Fille de Perth suite, L'Arlésienne Suites 1 & 2, Patrie Overture, Boccherini Overture in D, Borodin Polovtsian Dances
  • Bruch, Conc. vl. n. 1/Fant. scozzese - Chung/Kempe/RPO, 1972 Decca
  • Chabrier España, Joyeuse Marche
  • Ciaikovsky, Ouv. 1812/Capriccio/Romeo e Giulietta/Francesca da Rimini - Ashkenazy/RPO, 1987 Decca
  • Debussy Cortège & Air de danse, Prélude à l'après midi
  • Delibes Le Roi s'amuse
  • Delius Brigg Fair, Dance Rhapsody No 2, Fennimore & Gerda Intermezzo, Florida Suite Daybreak & Dance, Irmelin Prelude, On Hearing the First Cuckoo in Spring, Sleighride, Song Before Sunrise, Summer Evening, Summer Night on the River
  • Dvořák Legend in G minor, Symphony No 8
  • Elgar, Enigma/Pomp and circumstance - Del Mar/RPO, Deutsche Grammophon
  • Goldmark Rustic Wedding Symphony
  • Gounod Faust ballet music, Le sommeil de Juliette
  • Grétry Zémire et Azore ballet music
  • Grieg Symphonic dance in A
  • Handel Amaryllis, Love in Bath, Messiah, Solomon, The Faithful Shepherd, The Gods Go A'Begging
  • Handel Messiah - Thomas Kinkade/London Philharmonic/Royal Philharmonic Orchestra, 2007 Madacy Special Mkts - ottava posizione nella Classical Albums
  • Sir Thomas Beecham Conducts Handel's Messiah - 1959 Rca Victor Gold Seal - Grammy Award for Best Choral Performance 1961
  • Haydn Symphonies 93–104, The Seasons
  • Gustav Holst The Planets Suite + St. Paul's Suite
  • Lalo Symphony
  • Massenet Last sleep of the Virgin, Waltz from Cendrillon
  • Mendelssohn Fair Melusine Overture, Symphony No 4, Italian
  • Mozart Clarinet Concerto, Mozart Die Zauberflöte Overture, Flute & Harp Concerto, German Dance K605, Haffner March K249, Haffner March K249, Minuet from Divertimento in D K131, Symphony No 41, Thamos Entr'acte, The Seraglio.
  • Mussorgsky Khovantschina Dance of the Persian Slaves
  • Offenbach Les Contes des Hoffman suite
  • Rachmaninoff Rhapsody on a Theme of Paganini Op. 43 with Yuri Temirkanov as the conductor.
  • Rimsky Korsakov Scheherazade
  • Rossini, La Gazza Ladra Overture, Le Cambiale di Matrimonio Overture, Semiramide Overture
  • Saint Saens Rouet d'Omphale, Samson & Dalila Dance of the Priestesses/ Bacchanale
  • Schubert Symphony No 1, Symphony No 2, Symphony No 3, Symphony No 5, Symphony No 6, Symphony No 8
  • Shostakovich, Sinf. n. 5/Sinf. da camera - Ashkenazy/RPO, 1987/1989 Decca
  • Sibelius Valse Triste, Symphonies 6 and 7
  • Smetana Bartered Bride Overture & Polka
  • Strauss Ein Heldenleben
  • Suppé Morning Noon & Night in Vienna, Poet & Peasant Overture
  • Čajkovskij Eugene Onegin - waltz, Symphony No 4
  • Vidal Zino-Zina Gavotte
  • Wagner Die Meistersinger Suite, Flying Dutchman Overture, Götterdämmerung Funeral March and Rhine Journey, Lohengrin Prelude, Parsifal Karfreitagszauber, Die Meistersinger Prelude
  • I racconti di Hoffmann (film), 1951
  • Jon Lord, Concerto for Group and Orchestra con i Deep Purple - 1969 Harvest Records/EMI
  • Ekseption 00.04 - 1971 Philips - prima posizione in Olanda e decima in Norvegia
  • Frank Zappa, 200 Motels - 1971 United Artists
  • Mike Oldfield, The Orchestral Tubular Bells - 1975 Virgin
  • Classic Disco - 1981 K-Tel/RCA - prima posizione in classifica in Austria
  • Hooked On Classics - 1981 K-Tel/RCA - prima posizione in Nuova Zelanda, quarta nella Billboard 200 (Disco di platino) e nona in Svezia
  • Hooked On Classics III - Journey Through The Classics, Louis Clark Conducting Royal Philharmonic Orchestra – 1983 K-Tel/RCA - settima posizione in Nuova Zelanda
  • Kathleen Battle Sings Mozart - André Previn, Kathleen Battle & Royal Philharmonic Orchestra, 1986 EMI Records - Grammy Award for Best Classical Vocal Solo 1987
  • David Palmer (Dee Palmer) And Royal Philharmonic Orchestra, Music Of Pink Floyd - Orchestral Maneuvers - 1989 RCA Victor
  • Mike Batt & Royal Philharmonic Orchestra, Philharmania - Vol. 1 - 1998 Stella Music GmbH
  • Symphonic Rock - 2004 EMI - quinta posizione nella Classical Albums
  • Renée Fleming, Sacred Songs - 2005 Decca - sesta posizione nella classifica Classical Albums
  • The Best of Bond, 2008 RPO Records
  • Sting, Symphonicities - 2010 Deutsche Grammophon
  • Christopher Tin, Baba Yetu - Soweto Gospel Choir, RPO - Grammy Award for Best Instrumental Arrangement Accompanying Vocalist(s) 2011
  • David Garrett, Legacy (David Garrett) (BeethovenKreisler/Rachmaninov) Garrett/Marin/Royal Philharmonic Orchestra - 2012 Decca CD/DVD/Blu Ray
  • Piotr Beczala, Heart's delight. Le canzoni di Richard Tauber - Borowicz/RPO/Netrebko, 2013 Deutsche Grammophon

Nel 1964 Igor Stravinsky registrò la sua opera The Rake's Progress con la Royal Philharmonic. Dal 1964 al 1979 l'orchestra registrò per la Decca Records le opere di Gilbert e Sullivan con la D’Oyly Carte Opera Company.

Nel 1986 venne lanciata l'etichetta RPO Records, che fu reclamizzata come la prima etichetta discografica posseduta da una orchestra sinfonica.

Direttori principali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Un sobborgo di Londra.
  2. ^ La famiglia reale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]