Royal Air Force Museum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 51°35′56″N 0°14′19″W / 51.598889°N 0.238611°W51.598889; -0.238611

Royal Air Force Museum
Il RAF Museum di Londra
Il RAF Museum di Londra
Tipo aeronautica
Indirizzo RAF Museum London: Grahame Park Way, London, NW9 5LL
RAF Museum Cosford: Shifnal, Shropshire, TF11 8UP
Sito http://www.rafmuseum.org.uk
L'Avro Lancaster R5868 esposto nell'hangar principale del RAF Museum London
Un Fiat C.R.42 esposto al Royal Air Force Museum

Il Royal Air Force Museum (RAF Museum) è un museo aeronautico dedicato alla storia dell'aviazione, in particolare a quella della Royal Air Force, la forza aerea del Regno Unito.

Il museo si divide in due strutture situate in Inghilterra;

Il museo venne ufficialmente inaugurato a Colindale, nell'allora contea di Hendon, il 15 novembre 1972, con una cerimonia alla presenza della Regina Elisabetta II.

Negli hangar erano allora presenti solamente 36 aerei ma negli anni la collezione aumentò tanto che si rese necessario trasferire nelle basi aeree dalla RAF di tutto il paese parte dei velivoli normalmente esposti, sottraendoli alla possibilità di essere ammirati dal pubblico.

Il 1º maggio 1979 la struttura di Cosford venne aperta nella locale base aerea della RAF, una di quelle che erano state usate per conservare parte della collezione negli anni precedenti. Successivamente, nel 1980, la struttura accolse anche la collezione del British Airways Museum, ora rimossi dopo che la British Airways ha ritirato il finanziamento.

Recentemente è stato aperto un altro distaccamento dedicato al periodo della guerra fredda, il National Cold War Exhibition.

Oltre a questo il museo è già in possesso di una impressionante raccolta di velivoli nazionali di quel periodo, molti dei quali si trovano appesi al soffitto dell'hangar. Tra cui i pezzi pregiati della collezione figurano i famosi V-Bombers, nome assegnato ai bombardieri strategici nucleari Vickers Valiant, Handley Page Victor ed Avro Vulcan ed allora orgoglio della flotta militare britannica.

Nel 1988, dopo che il precedente direttore Dr John Tanner era andato in pensione, si avvicendò a capo della struttura il Dr Michael A Fopp, già direttore del London Transport Museum, che attualmente ricopre la carica di direttore generale di tutti le tre strutture del museo.

RAF Museum London[modifica | modifica sorgente]

Il Royal Air Force Museum London è composto da cinque saloni espositivi:

  • Milestones of Flight, dedicato all'evoluzione del volo, Cinema in 3D, e simulatore di volo dell'Eurofighter
  • The Bomber Hall, dedicata ai bombardieri
  • Historic Hangars, dedicata ai caccia ed agli elicotteri
  • The Battle of Britain Hall, dedicato alla Battaglia d'Inghilterra
  • The Grahame-White Factory, dedicato ai velivoli dei primi anni del XX Secolo

Dal 2005 la sua collezione ammonta a 130 velivoli, dei quali gli esemplari di maggior pregio sono, uno dei due soli Vickers Wellingtons conservati al mondo, il bombardiere della seconda guerra mondiale Avro Lancaster R5868 "S-Sugar", famoso per aver effettuato ben 137 missioni, ed infine l'unico Hawker Typhoon completo esistente.

RAF Museum Cosford[modifica | modifica sorgente]

Il Royal Air Force Museum Cosford venne inaugurato il 1º maggio 1979, ricavando le sue sale espositive nella sede precedentemente usate per le lezioni tecniche della locale base aerea della RAF.

Negli anni che seguirono la collezione si accrebbe fino a che, nel 1980, grazie ad un accordo con la British Airways, la collezione di aerei di linea della compagnia aerea britannica venne aggiunta a quella già in loro possesso.

Il 21 giugno 1998 vennero aperti ulteriori 4 padiglioni, i locali dedicati all'Aviation Art, lo spazio per mostre temporanee ed altre iniziative a tema aeronautico.

Il 13 maggio 2002 vide il trasferimento del RAF's Conservation Centre da Cardington (Bedfordshire) a Cosford. Il centro venne inaugurato dal Marshal of the Royal Air Force Sir Michael Beetham al quale fu successivamente dedicato.

Il museo conserva diversi prototipi, tra cui quello che ha contribuito a sviluppare l'intercettore English Electric Lightning ed il secondo esemplare del BAC TSR-2.

Nel 2006 la British Airways (BA) decise di revocare il finanziamento dalla BA Collection, in conseguenza dell'impossibilità da parte del RAF Museum di riuscire a gestire i costi di manutenzione degli apparecchi. Di conseguenza molti degli aerei di linea furono suddivisi, incluso l'unico Boeing 707 conservato in territorio britannico, un Vickers VC-10 ed un Hawker Siddeley Trident.

Aerei in mostra[modifica | modifica sorgente]

(lista parziale)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ora rimosso e ceduto all'Aermacchi.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]