Rotolo da cucina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rotolo da cucina moderno

Un rotolo da cucina è realizzato con carta spessa e assorbente che, una volta tagliata dal rotolo o estratta dal portacarta, si usa come tovagliolo, asciugamano o panno multiuso. Possono essere bianchi, o con disegni e ornamenti colorati.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1907 la statunitense Scott Paper Company, con sede a Filadelfia, introdusse sul mercato i primi modelli di asciugamani di carta usa e getta, pensati per sostituire quelli tradizionali di tessuto in uso nei bagni, e cercare così di contenere la diffusione del contagio da raffreddore, seguiti circa tre decenni dopo dai tovaglioli da pranzo.[1]

Asciugamani di carta Nibroc prodotti nel 1921

Nel 1919 William E. Corbin, Henry Chase, e Harold Titus iniziarono ad effettuare alcune ricerche su questo tipo di prodotto, presso il centro di ricerca della Brown Company di Berlin, nel New Hampshire.[2] Tre anni più tardi, nel 1922, Corbin, dopo averlo perfezionato rendendolo più resistente all'acqua[3] , inizio la produzione di massa[4] dandogli il nome di Nibroc Paper Towels (il nome Nibroc altro non era che Corbin letto all'incontrario[5]).

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Learn about Scott® Community and Scott® Brand.
  2. ^ (EN) It felt like death. URL consultato il December 30, 2011.
  3. ^ (EN) Museum of the White Mountains
  4. ^ (EN) Once Upon A Berlin Time. URL consultato il December 30, 2011.
  5. ^ (EN) Beginnings of the Cascade Paper Mill. URL consultato il December 30, 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]