Rossella Ratto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rossella Ratto
Rossella ratto stage two womens tour 2014.jpg
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Strada
Squadra Faren Faren
Carriera
Giovanili
2010
2011
Carmiooro
Verinlegno
Squadre di club
2012 Verinlegno
2013 Hitec Hitec Products
2014 Faren Faren
2015 INPA Bianchi Giusfredi ProTeam
Nazionale
2012- Italia Italia
Palmarès
Gnome-emblem-web.svg Mondiali su strada
Argento Offida 2010 In linea Jrs
Bronzo Toscana 2013 In linea
Statistiche aggiornate al ottobre 2013

Rossella Ratto (Moncalieri, 20 ottobre 1993) è una ciclista su strada italiana che corre per il team Estado de México-Faren. Gareggia tra le Elite dal 2012, e nel 2013 ha vinto la medaglia di bronzo in linea ai campionati del mondo di Firenze.

È sorella dei ciclisti professionisti Daniele Ratto e (da parte di madre) Enrico Peruffo[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi e le stagioni tra le Juniores[modifica | modifica wikitesto]

Nata in Piemonte ma cresciuta a Colzate, in Val Seriana, tra il 2006 e il 2007 gareggia nella categoria Esordienti con la Dielle Ceramiche di Verdello, ottenendo una ventina di successi. Nel 2008, nella stagione del debutto tra le Allieve con l'ASD Pedale Senaghese di Senago, coglie il secondo posto nella prova a cronometro ai campionati italiani di Montichiari. Si migliora l'anno dopo, quando si aggiudica il titolo nazionale nella medesima specialità e categoria ai campionati tricolori di Imola. Nello stesso anno vince anche la prestigiosa Coppa Rosa.

Nel 2010 passa nella categoria Juniores con il team Carmiooro-NGC di Cassina Rizzardi, vincendo dieci gare, tra cui il Gran Premio Liberazione a Crema (gara internazionale) e il Gran Premio di San Secondo Parmense[2]; si classifica inoltre terza a cronometro e in linea ai campionati italiani in Veneto, ottava a cronometro e terza in linea ai campionati europei di Ankara, nonché seconda in linea ai campionati del mondo di Offida, battuta in volata dalla francese Pauline Ferrand-Prevot[3]. Nel 2011, sempre tra le Juniores, si trasferisce alla Giusfredi Ciclismo-Verinlegno-Fabiani di Vangile, in Toscana[2]. Durante l'anno ottiene otto successi[4], laureandosi campionessa italiana a cronometro e campionessa europea di categoria sia in linea che a cronometro; in stagione è anche quinta nella prova a cronometro Juniores ai campionati del mondo di Copenaghen.

Dal 2012: gli anni da Elite e il bronzo mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2012 debutta tra le Elite sempre con il team Giusfredi, che sponsorizzato Verinlegno-Fabiani fa anch'esso il suo esordio nella categoria UCI Women's. Durante l'anno non ottiene vittorie, mette comunque a referto numerosi piazzamenti – terza nella Muri Fermani, settima nella classifica generale del Giro della Toscana, seconda nel Memorial Cesare Del Cancia – e si classifica quattordicesima, terza miglior giovane, al Giro d'Italia. Nel finale di stagione viene inoltre convocata in Nazionale per la prova in linea Elite dei campionati del mondo di Valkenburg: in quella prova, pur risultando la più giovane in gara, riesce a ottenere il sesto posto finale[5].

Per la stagione 2013 si trasferisce tra le file della Hitec Products UCK, formazione norvegese, raggiungendo la connazionale Elisa Longo Borghini. Apre la stagione con l'ottavo posto al Trofeo Alfredo Binda-Comune di Cittiglio, prova di Coppa del mondo, si piazza poi quarta a cronometro e terza in linea ai campionati italiani in Trentino; in luglio è invece dodicesima nella classifica finale del Giro d'Italia, e quindi seconda a cronometro e quarta in linea (categoria Under-23) ai campionati europei in Repubblica Ceca. In agosto si piazza ottava all'Open de Suède Vargarda e decima al Grand Prix de Plouay, entrambe gare di Coppa del mondo, mentre in settembre va vicina al successo di tappa sia al Tour de l'Ardèche che al Giro della Toscana. Partecipa quindi ai campionati del mondo di Firenze. Dopo aver concluso al diciassettesimo posto la prova a cronometro, riesce a restare con le migliori e infine a chiudere al terzo posto la gara in linea, preceduta soltanto da Marianne Vos ed Emma Johansson[6]. Coglie così l'unica medaglia italiana nella rassegna iridata toscana.

Per la stagione 2014 viene ingaggiata dall'Estado de México-Faren, squadra italo-messicana diretta da Walter Ricci Petitoni.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010 (Juniores, Carmiooro-NGC-US Cassina Rizzardi, dieci vittorie)
Trofeo Coltivatori Sancarlesi Juniores
Trofeo Segheria Rosa Juniores
Gran Premio Liberazione
Gran Premio Val Leogra - Trofeo Vallortigara
Bracciale del Cronoman - Romanengo (Campionato lombardo a cronometro)
Gran Premio Femminile di Tribano
Trofeo Biemme Reti
Trofeo Comune di Sarnonico
Bracciale del Cronoman - Levico Terme
Trofeo Comune di San Secondo Parmense
  • 2011 (Juniores, ASD Giusfredi Ciclismo-Verinlegno-Fabiani, otto vittorie)
Woman's Bike Race
Trofeo Panificio Luciani
Trofeo G.S. Progetti Scorta - Cronometro Individuale
Trofeo Verinlegno
Campionati italiani, Prova a cronometro Juniores
Campionati europei, Prova a cronometro Juniores
Campionati europei, Prova in linea Juniores
Trofeo Comune di Massa e Cozzile
  • 2014 (Estado De Mexico-Faren, una vittoria)
2ª tappa The Women's Tour

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2014 (Estado De Mexico-Faren)
Classifica giovani Tour de l'Ardèche
Classifica scalatrici Tour de l'Ardèche
Classifica combinata Tour de l'Ardèche

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2012: 14ª
2013: 12ª

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Offida 2010 - In linea Juniores: 2ª
Copenaghen 2011 - Cronometro Juniores: 5ª
Limburgo 2012 - Cronometro Elite: 28ª
Limburgo 2012 - In linea Elite: 6ª
Toscana 2013 - Cronosquadre: 13ª
Toscana 2013 - Cronometro Elite: 17ª
Toscana 2013 - In linea Elite: 3ª

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Donatella Tiraboschi, Mamma ciclismo, diesse e madre di tre talenti in bergamo.corriere.it, 28 marzo 2012. URL consultato il 3 ottobre 2013.
  2. ^ a b Giusfredi-Fabiani, chiuso l'ingaggio della Ratto Correrà nelle Juniores in iltirreno.gelocal.it, 29 dicembre 2010. URL consultato il 3 ottobre 2013.
  3. ^ Mondiali juniores, argento per Rossella Ratto in www.corrieredellosport.it, 8 agosto 2010. URL consultato il 3 ottobre 2013.
  4. ^ Rossella Ratto - 2011, donne-juniores.ciclismo.info. URL consultato il 3 ottobre 2013.
  5. ^ Mondiale WE 2012: Rossella, domani è questo giorno - Pagelle: Ratto superlativa in www.cicloweb.it, 22 settembre 2012. URL consultato il 3 ottobre 2013.
  6. ^ Rossella Ratto bronzo nella prova donne élite: prima medaglia per l'Italia in iltirreno.gelocal.it, 28 settembre 2013. URL consultato il 3 ottobre 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]