Il giocattolo dei bambini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Rossana (anime))
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Il giocattolo dei bambini
manga
Copertina italiana del 1° volume
Copertina italiana del 1° volume
Titolo orig. こどものおもちゃ
(Kodomo no omocha)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Miho Obana
Editore Shueisha
1ª edizione aprile 1995 – gennaio 1999
Collanaed. Ribon
Tankōbon 10 (completa)
Editore it. Dynit
1ª edizione it. 3 gennaio 2002
Collanaed. it. Love & Pop
Volumi it. 10 (completa)
Formato it. 11,5 × 17,5 cm
Rilegatura it. brossura
Pagine it. 190
Lettura it. originale (da destra a sinistra)
Target shōjo
Generi commedia, scolastico, drammatico
Rossana
serie TV anime
La protagonista, Sana Kurata
La protagonista, Sana Kurata
Titolo orig. こどものおもちゃ
(Kodomo no omocha)
Autore Miho Obana
Regia
Soggetto
Sceneggiatura
Character design Hajime Watanabe
Studio
Musiche
Rete TV Tokyo
1ª TV 5 aprile 1996 – 27 marzo 1998
Episodi 102 (completa)
Durata ep. 24'
Reti it. Italia 1, Italia Teen Television Repliche, dal febbraio 2004, Hiro Repliche, dal febbraio 2010, Boing Repliche, dal 4 marzo 2013
1ª TV it. 8 luglio 2000 – 18 novembre 2000
Episodi it. 102 (completa)
Durata ep. it. 24'
Censura it. (autocensura in adattamento)
Dialoghi it.
Studio dopp. it. Merak Film
Direzione dopp. it. Guido Rutta
Target shōjo
Generi commedia, scolastico, drammatico
Kodomo no omocha
OAV
Titolo orig. こどものおもちゃ
(Kodomo no omocha)
Autore Miho Obana
Sceneggiatura Akane Suganuma
Character design Mamoru Sasaki
Animazione Mamoru Sasaki
Dir. artistica Chieko Enosaki
Studio J.C. Staff
Musiche Hiroshi Koga
1ª edizione 16 dicembre 1995
Episodi unico
Durata ep. 30'
Target shōjo
Generi commedia, scolastico, drammatico

Il giocattolo dei bambini (こどものおもちゃ Kodomo no omocha?), spesso abbreviato in Kodocha, è un shōjo manga, creato da Miho Obana e pubblicato in Giappone sul mensile Ribon, edito dalla Shūeisha, dal 1995 al 1999. In Italia il manga è stato pubblicato da Dynit dal 2002.

Nel 1996, è stato prodotto un anime da Gallop e NAS di 102 episodi, trasmesso in Italia come Rossana.

La versione cartacea della serie è stata vincitrice nel 1998 di un Premio Kodansha per i manga come miglior manga shōjo dell'anno.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sana Kurata, una ragazza di 11 anni che vive a Tokyo, ha una vita affascinante. Non solo sua madre è una famosa e pluripremiata scrittrice, ma lei è la star del programma televisivo Kodomo no omocha, pur essendo ancora alle scuole elementari. La più grande preoccupazione della ragazza è, però, Akito Hayama, un compagno di classe a capo di un gruppo di bulli che rende impossibile lo svolgimento delle lezioni: infatti Akito è riuscito a neutralizzare completamente l'autorità degli insegnanti, in quanto possiede alcune fotografie che ritraggono una situazione spinta tra due professori. Con l'aiuto di Rei, suo manager e autista, Sana è determinata a riconquistare il controllo della classe dal suo nuovo acerrimo nemico e solo più tardi scoprirà la situazione familiare di Akito. I due diventano molto amici sebbene Sana ignori i veri sentimenti che il ragazzo prova per lei. Entrati alle scuole medie Sana conosce una nuova compagna, Fuka Matsui, molto simile a lei, con la quale stringe subito una forte amicizia. Dopo aver ricevuto una nuova proposta di lavoro sul set de 'La casa nel bosco' in qualità di protagonista, Sana si allontana per qualche mese dalla città insieme al collega e amico Naozumi Kamura (che le rivelerà i suoi sentimenti) ed è durante questo periodo che riesce a comprendere cosa prova veramente nei confronti di Akito. Quest'ultimo però si è fidanzato con Fuka (nonostante provi ancora dei sentimenti nei confronti di Sana) e, appresa la notizia, la ragazza decide di buttarsi a capofitto sul lavoro, parte per gli Stati Uniti con Naozumi per recitare in un musical senza avere la minima idea di quando ritornerà a casa. Durante il soggiorno a New York Sana e Naozumi si mettono insieme per poi lasciarsi poco dopo ritornati in Giappone, poiché il ragazzo si era accorto dei sentimenti che Sana continuava a nutrire nei confronti di Akito, e anche quest'ultimo interrompe la sua relazione con Fuka. L'ultima parte dell'anime si basa su due nuovi personaggi: il professor Sengokuche odia Akito, e Shouta Nakao, un ragazzo molto chiuso e timido che entra a far parte del club di karate di Akito e che cerca di suicidarsi quando scopre che il professor Sengoku, il suo idolo, non si è nemmeno reso conto di averlo come alunno nella sua classe. Il professor Sengoku scarica la colpa dell'incidente su Akito, ma una lettera di Nakao indirizzata al professore e trovata da Fuka permette ad Akito di scagionarsi. Il professore presenta così le dimissioni, Nakao si riprende e Sana e Akito si baciano sul terrazzo della scuola.

I due si fanno una promessa: se Akito diventerà cintura nera si dichiareranno apertamente i loro sentimenti.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi de Il giocattolo dei bambini.
Sana Kurata (倉田 紗南 Kurata Sana?, in Italia Rossana "Sana" Smith)
Una ragazza di 11 anni sempre allegra, fa l'attrice e partecipa al celebre programma televisivo Kodomo no omocha. Vive con la madre Misako e il suo agente Rei; in seguito viene svelato che è stata abbandonata dalla madre biologica subito dopo la sua nascita ed è stata trovata da Misako, che l'ha poi adottata. Non sopporta Akito Hayama, perché lui fa il bullo nella propria classe e decide di fermarlo. Dopo qualche tempo, scopre i motivi per cui lui sceglie di essere una persona disobbediente, e diventa più comprensiva nei suoi confronti. Andando avanti nella storia, la sua amicizia con Akito diventa sempre più forte e si innamora di lui, ma non si rende conto di questo fino a quando viene a sapere che lui sta uscendo con Fuka, la sua migliore amica. Nonostante questo, i due si ritrovano e diventano una coppia. Nel crossover Deep Clear, Sana ha 26 anni, è sposata con Akito e i due hanno una bambina di nome Sari.
Doppiata da Shizue Oda (giapponese), Marcella Silvestri e Renata Bertolas (canto) (italiano).
Akito Hayama (羽山 秋 Hayama Akito?, in Italia Heric Akito)
Un ragazzo scontroso e di poche parole di 11 anni, è forte fisicamente e prende lezioni di karate. Ha paura delle altezze ed è molto onesto. Ha un rapporto distante con il padre, poiché egli lavora il più del tempo, mentre sua madre è morta dandolo alla luce; ritenendolo colpevole, la sorella maggiore Natsumi lo chiama Akuma no ko, ossia "figlio del diavolo". Nonostante sia conosciuto per essere il bullo della classe sua e di Sana, è molto intelligente e ottiene sempre buoni voti. La sua amicizia con Sana ammorbidisce il suo comportamento, e lei lo aiuta avere un rapporto migliore con la sua famiglia. Per un breve periodo esce con Fuka, ma lei si rende conto che Akito ha bisogno di Sana e si lasciano. Successivamente inizia ad uscire con Sana. Nel crossover Deep Clear, Akito ha 26 anni, è sposato con Sana e i due hanno una bambina di nome Sari.
Doppiato da Tatsuya Nakazaki (giapponese), Monica Bonetto (1ª serie) e Irene Scalzo (2ª serie) (italiano).

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Il manga è stato pubblicato sulla rivista Ribon a partire dal 1994 e successivamente la serie è stata serializzata in 10 tankōbon. La storia tra il manga e l'anime differisce in molte parti, in particolare tra la fine della prima serie e a metà della seconda dove prende una strada completamente opposta. Nell'anime, infatti, si aggiungono numerosi episodi riempitivi di intermezzo.

In Italia il manga è edito dalla Dynit, pubblicato nella collana Love & Pop, in 10 volumi a partire dal 2002 e riproposto in più occasioni[1].

Volume Data di prima pubblicazione
Giappone Italia
1 Volume 1 19 aprile 1995
ISBN 978-4-08-853791-7
3 gennaio 2002[2]
Capitoli
  • 1-5
  • Extra: Sterminare gli Hayaga
Trama
Akito Hayama, un ragazzo difficile, da qualche tempo terrorizza la sua classe. Quando Sana, una sua compagna di classe, scopre che il ragazzo sta ricattando gli insegnanti, decide di fargliela pagare. Tsuyoshi dice a Sana che la paura di Hayama sono le altezze, ma proprio mentre lui le sta per confessare il suo amore, Sana e le ragazze devono correre a salvare Mami, che Hayama sta cercando di annegare. Sana affronta Hayama, dicendogli di smetterla di fare queste cose. Dopo numerosi tentativi falliti, a Sana viene in mente di ricattare Hayama con una fotografia (lo stesso modo in cui lui sta facendo con gli insegnanti). Con l'aiuto di Tsuyoshi, Sana segue Hayama a casa, dove scopre più di quanto voleva sapere: la sorella maggiore, Natsumi, lo butta fuori di casa, e il padre, Fuyuki, non si accorge dei problemi tra i due figli e sfoga il proprio dolore nel lavoro. Indipendentemente da ciò, Sana, grazie Tsuyoshi, abbassa i pantaloni di Hayama e a quel punto gli scatta una foto. Dopo Hayama smette di fare il ribelle, Sana scopre da Tsuyoshi che la madre di Hayama è morta dandolo alla luce, motivo per cui la sua famiglia lo odia. Incidentalmente, Sana sta facendo un film con una trama simile (in cui interpreta una bambina, la cui madre ha avuto una malattia terminale dopo averla data alla luce, e Asako interpreta la sorella maggiore che accusa la minore del decesso della madre). Dopo aver visto il film, la famiglia di Hayama si accorge di essere nel torto, poiché la madre di Hayama ha dato tutto il suo amore, anche la sua vita, ad Hayama, in modo che egli potesse vivere; cominciano a trattarlo meglio, ringraziando Sana dell'aiuto. Sana ha 11 anni all'epoca.
Sterminare gli Hayaga: Hayama gioca un scherzo sul dio della foresta, lo punisce trasformandolo in una falena. In seguito, trasforma in una falena anche la mamma di Sana, Misako. Il tutto era solo un sogno di Sana, che immagina di essere la principessa del Regno Kurata.
2 Volume 2 17 settembre 1995
ISBN 978-4-08-853817-4
13 marzo 2002[3]
Capitoli
  • 6-10
3 Volume 3 febbraio 1996
ISBN 978-4-08-853840-2
10 maggio 2002[4]
Capitoli
  • 11-14
4 Volume 4 luglio 1996
ISBN 978-4-08-853867-9
19 giugno 2002[5]
Capitoli
  • 15-19
  • Extra: Oponchi Sisters
5 Volume 5 dicembre 1996
ISBN 978-4-08-853892-1
7 febbraio 2003[6]
Capitoli
  • 20-24
6 Volume 6 maggio 1997
ISBN 978-4-08-856016-8
8 aprile 2003[7]
Capitoli
  • 25-29
  • Extra An Egg Full of Thorns
7 Volume 7 ottobre 1997
ISBN 978-4-08-856042-7
25 giugno 2003[8]
Capitoli
  • 30-34
8 Volume 8 marzo 1998
ISBN 978-4-08-856068-7
25 agosto 2003[9]
Capitoli
  • 35-39
9 Volume 9 agosto 1998
ISBN 978-4-08-856094-6
26 agosto 2003[10]
Capitoli
  • 40-45
10 Volume 10 gennaio 1999
ISBN 978-4-08-856119-6
26 agosto 2003[11]
Capitoli
  • 46-50

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Episodi di Rossana.

Il giocattolo dei bambini è stato adattato in una serie anime di 102 episodi da Gallop e NAS nel 1996. Nel terzo volume del manga, Miho Obana a proposito della serie, disse di non aver preso parte direttamente alla produzione dell'anime, ma di avere la supervisione sulla sceneggiatura, sull'impostazione dei personaggi e su molte altre cose. Inoltre disse di essere molto contenta di come erano stati esaltati i lati umoristici di tutti i personaggi, e che lo staff della produzione aveva perfettamente colto lo spirito della serie[12].
L'anime si divide in due stagioni che, sebbene vengano considerate come parte di un'unica serie, presentano alcune differenze.

  • La prima stagione va dall'episodio 1 all'episodio 51. Questa narra la prima parte della storia, cioè quando i personaggi fanno le scuole elementari.
  • La seconda stagione va dall'episodio 52 all'episodio 102. Questa narra la seconda e ultima parte della storia, cioè quando i personaggi fanno le scuole medie.

In Italia, l'anime è stato trasmesso in prima TV sull'emittente televisiva Italia 1 con il titolo Rossana, in una edizione pesantemente censurata, a partire dall'8 luglio 2000, all'interno del contenitore Bim Bum Bam. Durante la prima trasmissione televisiva italiana, la serie ha avuto il formato giapponese di 102 episodi da 20 minuti l'uno, ma, visto l'enorme successo dell'anime, Mediaset decise, durante l'ennesimo passaggio di repliche, di rieditare gli episodi in 70 puntate da 33 minuti l'una. Nelle repliche successive e quelle satellitari comunque, si è tornati ai 102 episodi da 24 minuti l'una.

Nell'edizione italiana gli episodi dal 95 al 98 sono ordinati in modo differente dall'originale.

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

La sigla italiana, con la musica di Franco Fasano, il testo di Alessandra Valeri Manera, l'arrangiamento di Max Longhi e interpretata da Cristina D'Avena e Giorgio Vanni, presenta un arrangiamento completamente diverso e viene usata sia in apertura che in chiusura.

Giappone Giappone
Tipo Titolo Cantante Episodi
Opening 19-ji no news (19時のニュース?) TOKIO 1-44
Ultra relax (ウルトラリラックス?) Tomoe Shinohara 45-102
Ending Panic! (パニック!?) Still Small Voice 1-39
DAIJO-BU Tomoko Hikita 40-74
PINCH ~Love me deeper~ Rina Chinen 75-102
Italia Italia
Tipo Titolo Cantante Episodi
Opening & Ending Rossana Cristina D'Avena e Giorgio Vanni Tutti

Altre canzoni[modifica | modifica wikitesto]

Giappone Giappone
Titolo Cantante Episodi
1 Good-bye love Shizue Oda 8, 10

Adattamento italiano[modifica | modifica wikitesto]

La versione italiana, censurata da Mediaset, presenta scene tagliate, dialoghi moderati o stravolti, sigle e nomi dei personaggi cambiati. Inoltre sono stati eliminati molti riferimenti al Giappone, alla cultura e alla cucina, soprattutto con violenti zoom ogni qualvolta comparivano scritte in lingua giapponese. Tutte queste censure hanno reso incomprensibili molti punti della trama.
La seconda serie (52-102) è stata meno censurata della prima, infatti la maggior parte dei nomi dei nuovi personaggi, come Sengoku e Nakao, sono stati lasciati come nell'originale. Anche i riferimenti al Giappone non sono stati completamente eliminati, come invece veniva fatto nella prima serie. Inoltre, Fuka (in Italia Funny), in originale, ha un accento particolare, il Kansai-ben, caratteristico della città di Osaka, dove la bambina ha vissuto molti anni; in Italia si è scelto di usare un accento simil-inglese per mantenere questa particolare caratteristica del personaggio. Nell'ultimo episodio, 102, la canzone Always Be With You che faceva da sottofondo per l'appassionante bacio dei due protagonisti, nell'edizione italiana è stata sostituita con una delle altre colonne sonore (solo musicale) della serie. In passato, invece, la canzone era stata ricantata in italiano da Cristina D'Avena. Nella versione giapponese "Kodomo no omocha" è il titolo non solo dell'anime e del manga ma anche del programma televisivo a cui partecipa Sana e condotto da Zenjiro; nella versione italiana, invece, il titolo del programma è stato modificato in "Evviva l'allegria".

  • Sana riteneva Rei (in Italia Robbie) non solo il suo manager ma anche il suo fidanzato, mentre nell'adattamento italiano lo considera un semplice amico, per superare il problema dell'evidente scarto di età dei due (da notare che nelle serie più risalenti come Juny peperina inventatutto, pure trasmessa sulle reti Mediaset, l'amore della piccola protagonista per un ragazzo più maturo non è stato soggetto a censure, né sarebbe stato possibile perché i tentativi di Juny di conquistarlo e i sui atteggiamenti da innamorata sono parte essenziale della trama).
  • Sana, in realtà, non è una semplice attrice, ma viene definita, in originale, con il termine idol, ovvero una star giovanissima già attiva in diversi campi quali la recitazione, la danza, il canto e altre attività correlate.
  • La madre di Akito Hayama è morta dandolo alla luce; ritenendolo colpevole, la sorella maggiore lo chiama Akuma no ko, ossia "figlio del diavolo", espressione molto più dura del semplice "diavoletto" usato nell'edizione italiana.
  • Prima della storia delle fotografie, quando Sana affronta Hayama nel parco (nell'episodio in cui si vedono i due, per la prima volta, affrontarsi come un cobra -Hayama- e una mangusta -Sana-) e gli chiede cosa lo tormenta, la situazione è ben diversa dalla versione italiana in cui i due non fanno che prendersi in giro per l'ennesima volta. Hayama dice che la sua vita è sempre stata un inferno, che non ne può più di vivere e che, se lei voleva davvero aiutarlo, doveva ucciderlo, e così dicendo le porge anche un coltello. Sana, sconvolta da tale freddezza, prende il coltello e lo conficca nell'albero alle spalle di Hayama, fuggendo poi in lacrime per la situazione estrema in cui si era trovata. Se si nota bene, nonostante lo zoom dell'edizione italiana, poco prima della fuga di Sana, è ben visibile a destra del volto di Akito, il coltello conficcato nell'albero e la mano di Sana che lo tiene per il manico. Inoltre il suddetto coltello è perfettamente visibile nell'episodio 52, il primo della seconda serie, quando Hayama dorme in infermeria e Sana ricorda i momenti trascorsi con lui; tra questi ricordi il ragazzo compie l'atto di porgere il coltello all'amica.
  • La storia di Keiko (in Italia Peggy), la donna che ha partorito Sana, è ben diversa rispetto a quanto detto nell'edizione italiana dell'anime. In realtà la madre di Sana aveva solo 14 anni quando partorì la bambina (quando si presenta nell'episodio 19, dice di avere 25 anni e non 29 come nell'edizione italiana) e, semplicemente, la abbandonò in un parco per non doverla crescere; di conseguenza la storia dell'incidente automobilistico e della perdita di memoria sono totalmente inventate per mascherare la questione troppo spinosa per un anime in onda nel pomeriggio dei bambini.
  • Vengono spesso tagliati oppure modificati dei punti in cui Hayama passa la mano sulla schiena di Sana per vedere se porta il reggiseno, schernendola puntualmente per essere ancora piatta; la cosa è una gag ricorrente fra i due fino a quando Sana, in montagna per il suo primo film, compra finalmente il suo primo reggiseno decidendo di chiamare Akito per prenderlo in giro.
  • Nell'ultimo episodio, dopo la sigla finale originale, è presente uno spezzone di pochi minuti dove avvengono molti avvenimenti non importanti ai fini della trama principale[13]. Questo pezzo non è presente nella versione italiana trasmessa da Italia 1. Il finale riprende Akito che fallisce la gara di Karate, arriva un uomo misterioso che dice a Sana che sarà la sua sposa. L'ex-ragazza di Takaishi (Jeremy) picchia violentemente Fuka per riavere indietro il suo ragazzo, Akito viene aggredito da un borseggiatore, Rei rimane scioccato leggendo su un quotidiano che Asako si è sposata con il regista Ouno. Akito e Sana vengono attaccati da uomini della yakuza vestiti in nero che probabilmente li vogliono dividere, ma Sana si oppone dicendo "La violenza non muoverà i cuori della gente" e quindi ad intervenire arriva Misako, la madre di Sana, con tutta la famiglia, compresa la propria madre. Da New York arriva la famiglia Hamilton (in rovina) per Naozumi, mentre Akito tenta di nuovo di vincere la prova per la cintura nera, ma fallisce nuovamente. Il tutto si vede in rapida velocità e in modo demenziale. Alla fine Sana e Babbit nel loro TG di ogni fine episodio, annunciano che da qualche parte Kodocha continuerà in eterno.

OAV[modifica | modifica wikitesto]

Prima della creazione dell'anime, venne rilasciato il 16 dicembre 1995 un OAV pilota, prodotto da J.C. Staff per celebrare il 40º anniversario della rivista Ribon, dalla durata di 30 minuti con il titolo omonimo alla serie, che riprende il primo volume del manga. In questo OAV Sana è bionda e il cast delle voci originali è diverso ed è stato rilasciato solo in Giappone. La sigla di chiusura, Kodomo no Kimochi, cantata da Chisa Yokoyama (doppiatrice di Sana nell'OAV), fu composta dalla stessa Miho Obana.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ai CD dedicati alla serie, sono usciti anche delle VHS, LD, DVD.

La serie in Italia è stata inizialmente distribuita interamente da De Agostini in VHS con 2 episodi per ogni cassetta. In seguito Yamato Video ha riproposto l'edizione di DeAgostini in DVD pubblicando 5 episodi per ogni volume, interrompendosi tuttavia alla quinta uscita, proponendo quindi solo i primi 25 episodi della serie. In entrambe le edizioni il video e il doppiaggio italiano era sempre quello televisivo (comprendendo quindi censure audio e video). Nell'edizione DVD di Yamato Video erano presenti come extra, le sigle originali, inoltre era possibile selezionare l'audio giapponese oltre ai sottotitoli.
In un extra presente nel DVD originale giapponese, c'è una scena aggiuntiva inedita (e quindi mai arrivata in Italia) dove vi è un discorso serio tra Sana e Babbit e infine la ragazza canta una canzone.

Titolo CD Numero tracce Data uscita Flag of Japan.svg
1 Panic! (パニック!?) 4 1º giugno 1996
2 Kodomo no omocha Soundtrack Vol.1 (こどものおもちゃ サウンドトラック Vol.1?) 20 21 agosto 1996
3 DAIJO-BU 3 21 febbraio 1997
4 Kodomo no omocha Soundtrack Vol.2 (こどものおもちゃ サウンドトラック Vol.2?) 19 21 febbraio 1997
5 Kodomo no omocha Soundtrack Vol.3 (こどものおもちゃ サウンドトラック Vol.3?) 22 21 gennaio 1998

Lo speciale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi La villa dell'acqua.

Questo speciale è raccolto in un volume unico e pubblicato in Italia da Dynit con il titolo Il giocattolo dei bambini - Rossana - La Villa dell'Acqua.

Il volumetto speciale del manga tratta del film La villa dell'Acqua ("Mizu no Yakata" in originale, "La casa nel bosco" nel doppiaggio italiano dell'anime), una villa nella quale il personaggio di Naozumi viene intrappolato, alla ricerca disperata del fratello, da Mako, un fantasma, interpretato da Sana. Lì scopre che suo fratello e una sua amica, Miwa, interpretata dalla signorina Kurumi, la ragazza di Rei, avevano ucciso Mako sei anni prima. Durante una lite, Mako sbatte la testa e i due, credendola morta, la legano ad un masso e la buttano nel lago, dove lei, in realtà svenuta, affoga.

Dal lago risale il fantasma di Mako, che li intrappola nella villa e li droga con una pianta allucinogena inventata dallo zio di Miwa. Dopo aver ucciso il fratello di Naozumi, Mako assiste al suicidio di Miwa e decide di incendiare la villa con i due dentro, lasciando libero Naozumi, che alla fine si ritrova nel bosco senza ricordare niente, dove incontrerà... il finale è a libera interpretazione.

È inclusa anche Pochi, la storia di un ragazzo gioioso che grazie alla vicinanza di Sayaka, una ragazza profondamente stressata, ritroverà la normalità e la gioia di una vita serena.

Crossover[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Deep Clear.

In occasione della celebrazione dei vent'anni di carriera di Miho Obana, a settembre 2010, l'autrice ha lanciato sulla rivista mensile Cookie Deep Clear, un crossover tra Kodomo no omocha e Honey Bitter, altra sua opera famosa. Il racconto vede una Sana, ormai adulta, ingaggiare la detective Shuri Otokawa (protagonista di Honey Bitter) dell'agenzia Office S per indagare su un caso particolare[14][15].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dynit: ritorna in edicola Il Giocattolo dei Bambini (Rossana), AnimeClick.it, 12 maggio 2010. URL consultato il 17 giugno 2014.
  2. ^ Il Giocattolo dei Bambini (Rossana) 1, AnimeClick.it. URL consultato il 17 giugno 2014.
  3. ^ Il Giocattolo dei Bambini (Rossana) 2, AnimeClick.it. URL consultato il 17 giugno 2014.
  4. ^ Il Giocattolo dei Bambini (Rossana) 3, AnimeClick.it. URL consultato il 17 giugno 2014.
  5. ^ Il Giocattolo dei Bambini (Rossana) 4, AnimeClick.it. URL consultato il 17 giugno 2014.
  6. ^ Il Giocattolo dei Bambini (Rossana) 5, AnimeClick.it. URL consultato il 17 giugno 2014.
  7. ^ Il Giocattolo dei Bambini (Rossana) 6, AnimeClick.it. URL consultato il 17 giugno 2014.
  8. ^ Il Giocattolo dei Bambini (Rossana) 7, AnimeClick.it. URL consultato il 17 giugno 2014.
  9. ^ Il Giocattolo dei Bambini (Rossana) 8, AnimeClick.it. URL consultato il 17 giugno 2014.
  10. ^ Il Giocattolo dei Bambini (Rossana) 9, AnimeClick.it. URL consultato il 17 giugno 2014.
  11. ^ Il Giocattolo dei Bambini (Rossana) 10, AnimeClick.it. URL consultato il 17 giugno 2014.
  12. ^ "Il giocattolo dei bambini", volume 3, capitolo 15.
  13. ^ "Il vero finale tagliato nella versione italiana", Toonshill.
  14. ^ Kodocha, Honey Bitter Get Crossover Manga in Japan, Anime News Network, 27 giugno 2010.
  15. ^ Deep Clear: crossover manga di Miho Obana per Rossana e Honey Bitter, AnimeClick.it, 20 luglio 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga