Rosemary's Baby (romanzo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rosemary's Baby
Titolo originale Rosemary's Baby
Autore Ira Levin
1ª ed. originale 1967
Genere Romanzo
Sottogenere horror
Lingua originale inglese

Rosemary's Baby è un romanzo horror scritto da Ira Levin nel 1967. È il secondo e sicuramente il più noto tra i romanzi pubblicati dall'autore statunitense.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Rosemary e Guy Woodhouse, una giovane coppia, si trasferiscono in un nuovo appartamento a New York dalla sinistra fama. Fanno velocemente amicizia con i vicini Roman e Minnie Castevet, che all'apparenza sembrano gentili, ma che in seguito si scopriranno facenti parte di una coven di streghe.

La notte in cui la giovane coppia concepisce un bambino segna l'inizio di un incubo: Rosemary scopre che il marito Guy ha permesso al diavolo di ingravidarla in cambio di una carriera da attore. I nove mesi di gravidanza saranno un susseguirsi di fatti terrificanti: l'improvviso suicidio di una ragazza appena conosciuta, incubi e sogni strani di Rosemary, Guy che si allontana sempre di più dalla moglie...

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura