Rosario Garibaldi Bosco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rosario Garibaldi Bosco (Palermo, 28 luglio 1866Torino, 2 dicembre 1936) è stato un politico e scrittore italiano, repubblicano d'ispirazione socialista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Costituì i Fasci dei lavoratori di Palermo (29 giugno 1892) e fece parte del comitato centrale dei Fasci Siciliani dei Lavoratori (1893-1894). A seguito della repressione di Crispi subì l'arresto il 16 gennaio 1894 e venne sottoposto a processo. Assolto per l'imputazione di cospirazione armata fu condannato a 12 anni per incitamento alla guerra civile. Comunque il 26 maggio 1895 fu eletto alla Camera dei deputati nel collegio di Palermo, ma la nomina fu annullata perché la sua età era inferiore a quanto previsto dalla legge. Successivamente fondò la Federazione socialista di Palermo (1896). Inizialmente aderì alla corrente rivoluzionaria quindi passò su posizioni moderate.
Fu anche scrittore realista, e dal suo dramma Il giorno di San Sebastiano venne tratto l'omonimo film scritto e girato da Pasquale Scimeca nel 1993.

Scritti[modifica | modifica wikitesto]

  • Di chi la colpa? Gli operai di Palermo all'Italia, seconda edizione, Palermo, Tip. editrice "Tempo" Giovanni Bondi e Domenico Vena, 1887.
  • I fasci dei lavoratori. Il loro programma ed i loro fini. Dedicato al comm. Sensales direttore della pubblica sicurezza in Italia, Palermo, Uff. della Giustizia sociale, 1893.
  • La camera del lavoro ed i moderati, Palermo, U. Cervelli, 1901.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Bruno Anatra, «BOSCO, Rosario Garibaldi» in Dizionario Biografico degli Italiani, Volume 13, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1971.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 90268172 SBN: IT\ICCU\PALV\023444

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie