Ronald Dworkin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ronald Dworkin al Brooklyn Book Festival del 2008.

Ronald Myles Dworkin (Worcester, 11 dicembre 1931Londra, 14 febbraio 2013) è stato un filosofo e giurista statunitense.

Professore di filosofia del diritto all'University College di Londra e alla New York University, Dworkin è noto per i suoi importanti contributi nell'ambito della filosofia del diritto e della filosofia politica. La sua teoria del diritto come integrità è uno dei più importanti punti di vista contemporanei sulla natura delle leggi.[1]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ronald Dworkin nacque nel 1931 a Worcester, Massachusetts, USA.[2] Studiò alla Università di Harvard e al Magdalen College di Oxford.

È scomparso nel 2013 all'età di 81 anni a causa di una leucemia[3].

Le leggi come principi[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Defettibilità.

Dworkin è noto per la sua critica al positivismo giuridico di Hart; la teoria di Dworkin è, infatti, "interpretativa": la legge è qualsiasi cosa scaturisca da un'interpretazione costruttiva della storia istituzionale di un sistema legale. Secondo Dworkin, oltre alle regole (o prescrizioni) ci sarebbero anche i princìpi, da lui stesso definiti "carte vincenti": le prime si applicano alla maniera del "tutto o niente", i princìpi invece hanno la dimensione del peso e dell'importanza (se x, allora y, a meno che z). Inoltre, mentre le prescrizioni possono essere giuste o ingiuste, i princìpi possono solo essere giusti, in quanto nascono da esigenze di giustizia.

Teoria dell'uguaglianza[modifica | modifica sorgente]

Dworkin, inoltre, ha dato un importante contributo al dibattito sull'egualitarismo. In alcuni suoi articoli e nel libro "Virtù sovrana" egli ha difeso la cosiddetta teoria dell'uguaglianza delle risorse, che combina due idee di base: primo, gli esseri umani hanno la responsabilità morale delle scelte di vita che compiono; secondo, le doti naturali dell'intelligenza e del talento sono arbitrarie e abbiamo il dovere di non incidere su questa distribuzione delle risorse naturali nella società. Come gli altri lavori di Dworkin, anche la sua teoria dell'uguaglianza è condizionata dall'idea centrale che ogni individuo è intitolato dell'uguale interessamento e rispetto nella struttura della società.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • 2006: La Annual Survey of American Law della New York University gli ha indirizzato l'annuale dedica di uno dei suoi volumi, secondo una tradizione risalente al 1942.
  • 2012: Premio Balzan, Teoria e filosofia del diritto, con la seguente motivazione: «Per i suoi fondamentali contributi alla teoria generale del diritto, condotti con profondità di analisi, originalità di risultati e chiarezza argomentativa in fecondo interscambio con le teorie etico-politiche e con le pratiche del diritto».[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dove è finita la parola che affascinò la sinistra, repubblica.it, 7 gennaio 2004. URL consultato il 7-10-2009.
  2. ^ Vita e pensiero, filosofico.net. URL consultato il 17-10-2009.
  3. ^ (en) US legal scholar Ronald Dworkin dies in UK aged 81 Miamiherald.com
  4. ^ Ronald M. Dworkin, Balzan.org. URL consultato il 14 settembre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • I diritti presi sul serio, Milano, Il Mulino, 1982.
  • Questioni di principio, Milano, Il Saggiatore, 1985.
  • Il dominio della vita. Aborto, eutanasia e libertà individuale, Milano, Edizioni di Comunità, 1994.
  • L'impero del diritto, Milano, Il Saggiatore, 1994.
  • (con Sebastiano Maffettone) I fondamenti del liberalismo, Roma-Bari, Laterza, 1996.
  • Virtù sovrana. Teoria dell'uguaglianza, Milano, Feltrinelli, 2002.
  • La democrazia possibile. Principi per un nuovo dibattito politico, Milano, Feltrinelli, 2007.
  • La giustizia in toga, Roma-Bari, Laterza, 2010.
  • Giustizia per i ricci, Milano, Feltrinelli, 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 108173876 LCCN: n50051675