Romolo Costa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Romolo Costa (Asti, 26 febbraio 1897Roma, 1º gennaio 1965) è stato un attore e doppiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ingegnere mancato, dopo aver esordito come attore di teatro, riuscì ad ottenere dei lavori anche nel cinema, specializzandosi in ruoli da caratterista in una lunga serie di film comico brillanti, interpretati nel decennio 1930-1940.

Soprattutto in questi anni fu un doppiatore assai richiesto e gratificato da un lusinghiero successo e lavorò per l'associazione C.D.C. (Cooperativa Doppiatori Cinematografici) fin dalla sua costituzione, venendo definito "l'Emilio Cigoli degli anni trenta", in quanto prestò per primo la voce a Clark Gable, John Wayne, Gary Cooper, Fred MacMurray, Pierre Blanchar, Warner Baxter e Ronald Colman, che poi furono interpretati anche dal collega livornese.

Molto frequenti i lavori radiofonici sia EIAR che RAI, per la prosa, sia nelle commedie che nei radiodrammi, dall'inizio degli anni trenta sino ai sessanta.

Nel dopoguerra la sua attività cinematografica rallentò e si dedicò maggiormente al teatro ed alla televisione.

Nel 1950 prende parte al primo Festival dell'Operetta del Teatro Verdi (Trieste) al Castello di San Giusto diretto da Cesare Gallino come Barone Mirko Zeta ne La vedova allegra (operetta) ed Il professor Hinzelmann ne Al cavallino bianco.

Nel 1964 fece parte del cast dello sceneggiato televisivo RAI diretto da Giacomo Vaccari Mastro Don Gesualdo.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Prosa radiofonica RAI[modifica | modifica wikitesto]

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica wikitesto]

Il teatro[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]