Roman Dmowski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roman Dmowski
Roman Dmowski in color.jpg

Ministro degli Esteri
Durata mandato 27 ottobre 1922 –
14 dicembre 1922
Primo ministro Wincenty Witos

Dati generali
Partito politico Partito Nazional-Democratico (1897-1919)
Unione Popolare Nazionale (1919-1928)
Partito Nazionale (1928-1939)
Alma mater Università di Varsavia

Roman Stanisław Dmowski (Varsavia, 9 agosto 1864Drozdovo, 2 gennaio 1939) è stato un politico polacco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu il fondatore e il principale ideologo del movimento della Democrazia Nazionale e dei partiti in cui esso si articolò: Partito Nazional-Democratico (1897-1919), Unione Popolare Nazionale (1919-1928), e Partito Nazionale (1928-1939).

Fu deputato alla Duma dal 1906; sostenne una politica di alleanza con la Russia e di inimicizia con la Germania, che vedeva come un grande ostacolo per lo sviluppo polacco.

Rappresentante della Polonia al congresso di Versailles del 1920, si trovò in disaccordo con Józef Piłsudski poiché il dittatore polacco non si era esplicitamente schierato contro la Germania.

Ministro degli Esteri dall'ottobre 1922, si ritirò dalla vita politica nel dicembre dello stesso anno, rimanendo però figura di riferimento della democrazia nazionale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]