Roman Cieslewicz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Roman Cieslewicz (Leopoli, 13 gennaio 1930Parigi, 21 gennaio 1996) è stato un designer polacco.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Cieslewicz ha sviluppato i propri studi nell'ambito della grafica e dell'allestimento all'Accademia di Cracovia.

Attività[modifica | modifica sorgente]

La sua attività di designer si è incentrata sull'editoria, sulla progettazione di riviste di arte, moda e design. Ha lavorato per Vogue, Elle, Opus International, Musique en jeu e Cuac-Archives. Ha fondato con Roland Topor la rivista Kitsch.

Dal 1975 è stato docente all'Ecole Supérieure d'Art Graphique di Parigi.

Premi ed Esposizioni[modifica | modifica sorgente]

  • Primo premio al concorso per il logotipo del Berlin Kulturstadt 1988.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (IT) Daniele Baroni, Maurizio Vitta, Storia del design grafico, VI, Milano, Longanesi [2003], 2010, pp. 334 pp.. ISBN 978-88-304-2011-3.

Controllo di autorità VIAF: 73851436 LCCN: n84106014