Rolls-Royce Vulture

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rolls-Royce Vulture
Descrizione
Costruttore Regno Unito Rolls-Royce Limited
Tipo motore ad X
Numero di cilindri 24
Raffreddamento a liquido
Dimensioni
Cilindrata 42,4 L (2 592 in³)
Alesaggio 127 mm (5 in)
Corsa 140 mm (5,5 in)
Prestazioni
Potenza 1 760 hp (1 312 kW)[1]
voci di motori presenti su Wikipedia

Il Rolls-Royce Vulture, derivato dal Rolls-Royce Peregrine, era un motore aeronautico a 24 cilindri dalla inusuale configurazione ad X. Insieme al Peregrine può essere considerato come uno dei motori meno riusciti prodotti dall'azienda britannica.

Entrambi i motori facevano parte di un programma volto allo sviluppo di motori capaci di potenze superiori a quelle che allora forniva il PV-12, prototipo del Merlin, capace di circa 1 100 hp (820 kW). Il Peregrine, versione con compressore meccanico del Kestrel, era un progetto piuttosto convenzionale. Era un motore a V con cilindrata di 21,2 litri e raffreddamento a liquido. Venne utilizzato su un solo velivolo: il caccia bimotore Westland Whirlwind.

Il Vulture nasceva dall'unione, per mezzo di un basamento, di due Peregrine, uno dei quali montato capovolto, da cui la particolare configurazione ad X del motore. I due motori erano connessi ad un albero che azionava l'elica. La cilindrata del Vulture era di 44 litri.

Entrambi i motori vennero impiegati senza che ci fosse stato a monte una lunga serie di test. La loro affidabilità era molto scarsa e non riuscirono ad erogare la potenza prevista nel progetto. In particolare nel Vulture erano i cuscinetti dell'albero motore che generavano problemi, in quanto le loro avarie interrompevano la lubrificazione del motore. La Rolls-Royce Ltd era fiduciosa di arrivare a risolvere il problema ma in quel momento il Merlin, motore di cilindrata più piccola, aveva già raggiunto i livelli di potenza per il quale era stato progettato il Vulture. Quindi si decise di interromperne lo sviluppo e la produzione. Questa decisione portò anche alla cancellazione del caccia Hawker Tornado che lo doveva utilizzare e della versione del bombardiere bimotore Vickers Warwick basata sui Vulture.

L'unico velivolo che utilizzò, con scarso successo, il Vulture nelle operazioni fu il bombardiere bimotore Avro Manchester. Durante il suo utilizzo le problematiche legate alla affidabilità del motore divennero drammaticamente evidenti tanto che il velivolo venne riprogettato per adottare, al posto dei Vulture, quattro Rolls-Royce Merlin. Questo velivolo, inizialmente designato Avro Manchester Mk. III, diverrà noto come Avro Lancaster, uno dei migliori bombardieri del conflitto.

Velivoli utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Regno Unito Regno Unito

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Avro Manchester, http://www.jaapteeuwen.com. URL consultato il 13 settembre 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]