Roland Thöni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roland Thöni
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 177 cm
Peso 72 kg
Sci alpino Alpine skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Discesa libera, slalom gigante, slalom speciale, combinata
Ritirato 1976
Palmarès
Olimpiadi 0 0 1
Mondiali 0 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Roland Thöni (il nome è a volte italianizzato in Rolando, il cognome è spesso scritto Thoeni; Stelvio, 17 gennaio 1950) è un ex sciatore alpino italiano.

Nativo di Trafoi, è cugino di Gustav, fuoriclasse dello sci alpino[1][2].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attivo nella Coppa del Mondo negli anni settanta, ottenne il primo risultato di rilievo il 7 febbraio 1971 nello slalom speciale di Mürren, in Svizzera, classificandosi 7º.

Il 1972 fu il suo anno migliore. Il 13 febbraio vinse la medaglia di bronzo nello slalom speciale agli XI Giochi olimpici invernali di Sapporo 1972; con lui sul podio il cugino Gustav, argento, e lo spagnolo Francisco Fernández Ochoa, oro. Disputò anche lo slalom gigante, classificandosi 27º. Un mese dopo in Coppa del Mondo nel giro di quattro giorni, dal 15 al 18 marzo, fu ottavo nella discesa libera della Val Gardena, terzo nello slalom gigante sempre in Val Gardena (primo podio), poi due volte primo nello slalom speciale, a Madonna di Campiglio e a Pra Loup.

La sua ultima apparizione in una gara internazionale fu la discesa libera dei XII Giochi olimpici invernali di Innsbruck 1976, chiusa al 14º posto.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 7º nel 1972
  • 3 podi:
    • 2 vittorie (in slalom speciale)
    • 1 terzo posto (in slalom gigante)

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Paese Specialità
17 marzo 1972 Madonna di Campiglio Italia Italia SL
18 marzo 1972 Pra Loup Francia Francia SL

Legenda:
SL = slalom speciale

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paolo De Chiesa, I miei campioni: Gustav Thöni in Sito ufficiale dei XX Giochi olimpici invernali, 23 maggio 2003. (archiviato dall'url originale il 17 settembre 2012).
  2. ^ Scheda Sports-reference. URL consultato il 9 agosto 2010.
  3. ^ Sci alpino, l'albo d'oro della discesa maschile dei Campionati Italiani Assoluti in fisi.org, 1º aprile 2014. (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
    Albo d'oro Slalom maschile Campionati Italiani Assoluti in fisi.org, 30 dicembre 2013. (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).
    Campionati Italiani di sci alpino, l'albo d'oro della combinata maschile in fisi.org, 24 marzo 2011. (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2014).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]