Roger Zelazny

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Roger Joseph Zelazny (Euclid, 13 maggio 1937Santa Fe, 14 giugno 1995) è stato uno scrittore, autore di fantascienza e di fantasy statunitense. Ha vinto il premio Nebula per tre volte ed il premio Hugo sei volte, di cui due per i romanzi Signore della luce (Lord of Light, 1968) e Io, l'immortale (This Immortal, 1966).

Insieme ad altri autori del periodo (es. Samuel R. Delany), ha dimostrato che poteva esserci una ricerca stilistica alta anche in una letteratura di idee come la fantascienza. Dotato di cultura classica e umanistica, la sua produzione si è sempre mossa tra riferimenti a mitologie ed a suggestioni greche e mediterranee.

I suoi libri sono caratterizzati da abilità affabulativa e pittorica, oltre che per gli intrecci spesso originali. Particolarmente significativi Io, l'immortale (This Immortal), Signore dei sogni (The Dream Master) del 1966, Signore della Luce (Lord of Light) del 1968 e Metamorfosi cosmica (Isle of dead) del 1969. Nel 1977 uscì Deus Irae, bellissimo romanzo scritto insieme a P.K.Dick.

Nei racconti dei primi anni sessanta troviamo l'arte più autentica di Zelazny. Notevole il racconto Una rosa per l'Ecclesiaste (A Rose for Ecclesiastes), una narrazione struggente. Le porte del suo viso, i fuochi della sua bocca ('The doors of his face, the lamps of his mouth'), Le chiavi di dicembre ('Keys to December'), Quel momento della tempesta ('This moment of the storm') e L'uomo che amò la Faioli (The man who loved the Faioli) sono alcuni dei molti capolavori della sua narrativa breve.

Assai noto il ciclo delle Cronache di Ambra (Amber), una saga fantasy in molti volumi.

Joseph Frank Zelazny, il padre di Roger, fu un emigrante polacco.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Romanzi[modifica | modifica sorgente]

Cronache di Ambra[modifica | modifica sorgente]

Ciclo di Corwin[modifica | modifica sorgente]
  1. Nove principi in Ambra (Nine Princes in Amber, 1970)
  2. Le armi di Avalon (The Guns of Avalon, 1972)
  3. Il segno dell'unicorno (Sign of the Unicorn, 1975)
  4. La mano di Oberon (The Hand of Oberon, 1976)
  5. Le coorti del caos (The Courts of Chaos, 1978)
Ciclo di Merlino[modifica | modifica sorgente]
  1. Ritorno ad Ambra (The Trumps of Doom, 1985)
  2. Il sangue di Ambra (The Blood of Amber, 1986)
  3. Il segno del caos (The Sign of Chaos, 1987)
  4. Il cavaliere delle ombre (The Knight of Shadows, 1990)
  5. Il principe del caos (Prince of Chaos, 1991)

Romanzi autonomi[modifica | modifica sorgente]

Racconti tradotti[modifica | modifica sorgente]

  • Vampirobot (The Stainless Steel Leech, 1963)
  • L'estrazione (The Drawing, 1963)
  • Per un respiro io indugio (For a Breath I Tarry, 1966)
  • Auto-da-fè (Auto-da fè, 1967)
  • La casa della vita e della morte (Creature of leight, 1968)
  • L'ultima spiaggia della vita (The Engine at Heartspring's Center, 1974)
  • Il gioco di sangue e polvere (The Game of Blood and Dust, 1975)
  • Non ti muovere, Rubino (Stand Pat, Ruby Stone, 1978)
  • L'ultimo difensore di Camelot (The Last Defender of Camelot, 1979)
  • I babbuini blu (Song of the Blue Baboon, 1980)
  • L'affare san Giorgio (The George Business, 1980)
  • La torre di ghiaccio (Tower of Ice, 1981)
  • Dilvish il dannato (Dilvish the Damned, 1982)
  • La variante dell'unicorno (The Unicorn Variation, 1982)
  • Torna la forza (Comes Now the Power, 1986)
  • Fuoco e gelo (Frost and Fire, 1989)
  • Le tre discese di Jeremy Baker (The Three Descents of Jeremy Baker, 1995)

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Articoli su Zelazny[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 49233219 LCCN: n79058535