Roger Joseph Vangheluwe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roger Joseph Vangheluwe
vescovo della Chiesa cattolica
Monseigneur Roger Vangheluwe Brugge.jpg
BishopCoA PioM.svg
Titolo Bruges
Incarichi attuali Vescovo emerito di Bruges
Nato 7 novembre 1936
Ordinato presbitero 1º febbraio 1963
Consacrato vescovo 3 febbraio 1985

Roger Joseph Vangheluwe (Roeselare, 7 novembre 1936) è un vescovo cattolico belga.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ordinato sacerdote il 1º febbraio 1963, il 15 dicembre 1984 è nominato vescovo di Bruges.

Nel 2003 ha sostenuto l'ordinazione delle donne al diaconato[1].

Nell'aprile 2010 ha confessato pubblicamente di aver abusato sessualmente di un giovane dell'ambiente a lui vicino e che le violenze sono proseguite per diversi anni, sia prima che dopo la sua nomina a vescovo[2][3]. Il 23 aprile dello stesso anno papa Benedetto XVI ha accettato le sue dimissioni[4].

Il 4 aprile 2011 il caso di monsignor Vangheluwe è caduto in prescrizione e il 12 aprile dello stesso anno, la Congregazione per la dottrina della fede ha stabilito che l'ex vescovo lasci il Belgio e si sottoponga a un periodo di trattamento spirituale e psicologico[5], durante il quale non potrà esercitare il proprio ministero. Il trattamento è stato deciso in vista di una decisione definitiva da parte della congregazione[6].

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Belgian bishop asks Vatican to consider female deacons
  2. ^ Si dimette il vescovo di Bruges: «Ho abusato di un giovane», la Repubblica, 23-04-2010
  3. ^ Il vescovo ammette gli abusi e si dimette, Il Corriere della sera, 24-04-2010
  4. ^ (FR) Pour la première fois, un évêque admet des actes pédophiles
  5. ^ Zenit, 12/4/2011
  6. ^ Bollettino della sala stampa della Santa Sede

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 1853273 LCCN: n2003120004