Roger Chartier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Roger Chartier nel CEFRES (Centre français de recherche en sciences sociales), Praga, 2011.

Roger Chartier (Lione, 9 dicembre 1945) è uno storico francese, che si ricollega alla corrente storiografica dell'École des Annales. Si occupa di storia del libro, dell'editoria e della lettura.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario di Lione, ha fatto i suoi studi superiori al liceo Ampère di quella stessa città. Fra il 1964 e il 1969 è stato studente all'École normale supérieure de Saint-Cloud (lettere e scienze umane) ed allo stesso tempo ha seguito un corso di laurea a la Sorbona di Parigi (1966-1967). Nel 1969 diventa membro dell'"agrégation d'histoire".

Insegna come professore aggregato al prestigioso liceo "lycée Louis-le-Grand" di Parigi fra il 1969 e il 1970. Quello stesso anno diventa assistente di storia moderna all'università di Parigi I, poi capo-assistente all'École des hautes études en sciences sociales (EHESS). Diviene in seguito capo-relatore (1978-1983) e poi direttore di studi all'EHESS fino al 2006. In quell'anno viene nominato professore del Collegio di Francia, titolare della cattedra « Écrit et cultures dans l'Europe moderne » (scrittura e culture nell'Europa moderna). Crea anche l'inserto Les Lundis de l'Histoire (I Lunedì della storia) su France Culture, nel quale intervista vari storici che pubblicano opere di storia moderna (XVI secolo - XVIII secolo).

Meriti accademici e onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Philippe Poirrier, « Préface. L’histoire culturelle en France. Retour sur trois itinéraires: Alain Corbin, Roger Chartier et Jean-François Sirinelli », Cahiers d’histoire, vol. XXVI nº 2, hiver 2007, p. 49–59

Controllo di autorità VIAF: 2468029 LCCN: n82158483

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie