Rodrigo di Castiglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Rodrigo
Conte di Castiglia
In carica 852 - 873
Predecessore fu il primo
Successore Diego Rodríguez Porcelos
Nome completo Rodrigo Ramirez
Altri titoli conte d'Álava
Nascita prima metà del IX secolo
Morte 873
Padre Ramiro I
Madre Paterna
Consorte Sancha Diez d'Asturia[1]
Figli Diego Rodríguez Porcelos

Rodrigo Ramirez Rodrigo anche in spagnolo, in portoghese e in galiziano (prima metà del secolo IX – 4 ottobre 873) , fu il primo conte di Castiglia dall'852[2] all'873.

Origine[2][modifica | modifica sorgente]

Secondo la maggioranza degli storici fu il figlio del re delle Asturie, Ramiro I e di Urraca Paterna, quindi fu il fratellastro del re delle Asturie, Ordoño I[3].

Biografía[modifica | modifica sorgente]

Contea di Castiglia
Castiglia
Escudo de Castilla.svg

Rodrigo
Diego
Nuño Muñoz
Gonzalo Téllez
Nuño Nuñez
Gonzalo Fernández
Fernando Ansúrez
Nuño Fernández
Gutier Núñez
Ferdinando Gonzales
Ansur Fernández
García Fernández
Sancho
Garcia
Munia con Sancho III Garcés di Navarra
Ferdinando
Modifica
Miniatura della Reconquista.
Disegno archeologico d'Amaya, dove Rodrigo soggiornò frequentemente.
La penisola iberica nel 910. La Castiglia comincia ad apparire sulle carte geografiche

Nell'852, gli fu concesso il governo della provincia orientale del regno delle Asturie, cioè fu creata per lui, da re,Ordoño I la contea di Castiglia[4]

Rodrigo ripopolò la città di Amaya, nell'860 e lottò a fianco del fratellastro, Ordoño I, in molte battaglie della Reconquista contro i musulmani, incluso l'assedio ed il saccheggio (859) di Albaida (l'attuale Albelda de Iregua).

A Bureba, Rodrigo fu sconfitto dai Mori dell'emiro di Cordova, Muḥammad I ibn ʿAbd al-Raḥmān, e la Reconquista fu fermata per molti anni.

Tra l'867 e l'868, soffocò la ribellione della città di Álava, guidata da un nobile locale, Eglyón ed ottenne il governo di quella contea sino all'870, data in cui compare un nuovo conte di Álava, Vela Jiménez.

Alla sua morte, nell'873, il titolo di conte di Castiglia passò a suo figlio, Diego Rodríguez Porcelos

Discendenza[4][modifica | modifica sorgente]

Dalla moglie, che per alcuni storici era Sancha Diez d'Asturia, ebbe due figli:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sancha Diez d'Asturia è stata identificata come moglie solo da alcuni storici.
  2. ^ a b (EN) Dinastie reali di Asturie e Leon
  3. ^ Altri storici sostengono che dato che, nell'852, Rodrigo avrebbe potuto avere non più di circa nove anni, era un membro della famiglia di Urraca Paterna.
  4. ^ a b (EN) Dinastie comitali e poi reali di Castiglia

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Rafael Altamira, Il califfato occidentale, in <<Storia del mondo medievale>>, vol. II, 1999, pp. 477-515

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Contea di Castiglia Successore Escudo de Castilla.png
fu il primo 850 - 873 Diego Rodríguez Porcelos