Rodolfo d'Asburgo-Lorena (1919-2010)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rodolfo Ludovico d'Asburgo-Lorena
Pretendente al trono d'Austria-Ungheria
Nascita Prangins, 5 settembre 1919
Morte Bruxelles, 15 maggio 2010
Casa reale Asburgo-Lorena
Padre Carlo I d'Austria
Madre Zita di Borbone-Parma
Consorte Xenia Sergejewna Czernichew-Besobrasov (1953-68) Anna Gabriele di Wrede (1971-2010)
Asburgo-Lorena
Impero d'Austria (1806-1866)
Impero d'Austria-Ungheria (1867-1918)

Imperial Coat of Arms of the Empire of Austria (1815).svg

Francesco I (1806-1835)
Ferdinando I (1835-1848)
Carlo I (1916-1918)

Rodolfo d'Asburgo-Este, (nome completo in tedesco Rudolf Syringus Peter Karl Franz Joseph Robert Otto Antonius Maria Pius Benedikt Ignatius Laurentius Justiniani Marcus) (Prangins, 5 settembre 1919Bruxelles, 15 maggio 2010), principe imperiale d'Austria, principe reale d'Ungheria e Boemia, era figlio dell'ultimo imperatore d'Austria-Ungheria Carlo I e di Zita di Borbone-Parma, e fratello del Principe Ereditario Otto d'Asburgo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Rodolfo trascorse la sua infanzia in esilio, sull'isola portoghese di Madeira. Dopo la morte del padre nel 1922 la famiglia visse in Belgio. A causa dell'invasione tedesca nel 1940 la famiglia fuggì in Canada, dove Rodolfo studiò economia. Dopo la guerra lavorò nel settore finanziario a Wall Street, portò una piantagione di caffè nel Congo Belga e diventò un direttore di banca in Belgio. Il 22 giugno 1953 ha sposato a New York, la contessa russa Xenia Sergejewna Czernichew-Besobrasov (1929-1968) morta in un incidente d'auto a Casteau, un luogo del comune belga di Soignies. Da lei Rodolfo ebbe quattro figli. Nel 1971 si risposò con la principessa tedesca Anna Gabriele di Wrede (n. 1940), con la quale ha avuto una figlia.

La tomba di Rodolfo d'Asburgo-Lorena è come quella di Xenia e suo figlio John nella tomba di famiglia degli Asburgo nella Cappella Loreto, nei pressi del castello di Asburgo.

Genealogia[modifica | modifica sorgente]

Personaggi di rilievo nella famiglia di Rodolfo d'Asburgo-Lorena[modifica | modifica sorgente]

e molti altri.


Ascendenza[modifica | modifica sorgente]

Ottone d'Asburgo-Lorena Padre:
Carlo I d'Austria
Nonno paterno:
Ottone Francesco d'Asburgo-Lorena
Bisnonno paterno:
Carlo Ludovico d'Asburgo-Lorena
Trisnonno paterno:
Francesco Carlo d'Asburgo-Lorena
Trisnonna paterna:
Sofia di Baviera
Bisnonna paterna:
Maria Annunziata di Borbone-Due Sicilie
Trisnonno paterno:
Ferdinando II di Borbone
Trisnonna paterna:
Maria Teresa d'Asburgo-Teschen (1816-1867)
Nonna paterna:
Maria Giuseppina di Sassonia (1867-1944)
Bisnonno paterno:
Giorgio di Sassonia
Trisnonno paterno:
Giovanni di Sassonia
Trisnonna paterna:
Amalia Augusta di Baviera
Bisnonna paterna:
Maria Anna Ferdinanda di Braganza
Trisnonno paterno:
Ferdinando II del Portogallo
Trisnonna paterna:
Maria II del Portogallo
Madre:
Zita di Borbone-Parma
Nonno materno:
Roberto I di Parma
Bisnonno materno:
Carlo III di Parma
Trisnonno paterno:
Carlo Ludovico di Borbone
Trisnonna paterna:
Maria Teresa di Savoia (1803-1879)
Bisnonna materna:
Luisa Maria di Borbone-Francia
Trisnonno materno:
Carlo di Borbone-Francia (1778-1820)
Trisnonna materna:
Carolina di Borbone-Due Sicilie
Nonna materna:
Maria Antonia di Braganza
Bisnonno materno:
Michele del Portogallo
Trisnonno materno:
Giovanni VI del Portogallo
Trisnonna materna:
Carlotta Gioacchina di Borbone-Spagna
Bisnonna materna:
Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Trisnonno materno:
Costantino di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Trisnonna materna:
Maria Agnese di Hohenlohe-Langenburg

Note[modifica | modifica sorgente]


Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gordon Brook-Shepherd, The Last Empress - The Life and Times of Zita of Austria-Hungary 1893-1989, Harper-Collins, 1991.
  • Gordon Brook-Shepherd, Uncrowned Emperor: The Life and Times of Otto von Habsburg, Hambledon & London, 2004. ISBN 1-85285-439-1.
  • Bertita Harding, Imperial Twilight: The Story of Karl and Zita of Hungary, Bobbs-Merrill Company Publishers, 1939.

Controllo di autorità VIAF: 79995638