Rodney Anoa'i

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yokozuna
Fotografia di {{{nome}}}
Nome Agatupu Rodney Anoa'i
Ring name Great Kokina
Kokina Maximus
Mr. Sumo
Wild Samoan Kokina
Yokozuna
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Hilo
2 ottobre 1966
Morte Liverpool
23 ottobre 2000
Altezza dichiarata 193 cm
Peso dichiarato 267 kg
Allenatore Afa Anoa'i
Debutto 1984
Progetto Wrestling

Agatupu Rodney Anoa'i, noto col nome di Yokozuna (Hilo, 2 ottobre 1966Liverpool, 23 ottobre 2000), è stato un wrestler statunitense.

Attivo negli anni novanta, ha combattuto in Giappone nella NWF e in UWA e negli Stati Uniti nella World Wrestling Federation di Vince McMahon dove vinse il titolo di campione mondiale in due occasioni differenti.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Yokozuna nacque in una famiglia di origini samoane in cui il wrestling era già una grande passione; numerosi parenti di Rodney (tra cui Rikishi e The Rock, solo per citarne alcuni) erano wrestlers e fu grazie a loro che questi intraprese la carriera di lottatore professionista.

Raggiunse un primo traguardo nella World Wrestling Federation nel 1993, vincendo la Royal Rumble e guadagnando perciò la possibilità di combattere per il WWF Championship a WrestleMania IX contro l'allora Campione in carica Bret Hart. Riuscì a vincere il Titolo WWF ma il suo fu il più breve regno della storia; nella stessa serata fu infatti sfidato da Hulk Hogan, che gli strappò la cintura; riconquisterà il titolo nel successivo mese di giugno nel corso di King of the Ring.

Yokozuna mantenne il titolo per circa un anno, perdendolo a WrestleMania per mano di Bret Hart dopo avere clamorosamente fallito l'esecuzione della sua finisher, il Banzai Drop. Tentò di conquistare il Tag Team Championship assieme a Crush, ma non vi riuscì.

Venne momentaneamente allontanato dalla federazione a causa del suo peso eccessivo. Ritornò nel 1995 e al fianco di Owen Hart conquistò il Tag Team Championship, ma la sua popolarità calò progressivamente e neanche il turn face lo riportò al successo di un tempo. Dopo Survivor Series 1996 venne definitivamente allontanato dalla WWF, principalmente a causa dell'impossibilità di combattere in numerosi stati americani poiché le commissioni sportive statali si rifiutavano di concedergli il permesso a causa dell'abnorme peso raggiunto. La sua ultima apparizione in una grande "card" fu a Heroes of Wrestling 1999; combatté un match al fianco di Jake The Snake Roberts contro Jim Neidhart e King Kong Bundy. Morì il 23 ottobre 2000 per infarto a Liverpool, al Moat House Hotel dove soggiornava per disputare degli incontri per una federazione britannica. Al momento della morte, Anoa'i pesava circa 260 kg.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

American Wrestling Association (1984–1992)[modifica | modifica sorgente]

La carriera come lottatore di Anoa'i nel wrestling professionistico ebbe origine dal fatto che egli crebbe in una famiglia piena di wrestlers. I Wild Samoans, Afa & Sika, erano suoi zii, e lo allenarono fin da piccolo per addestrarlo al business famigliare. Inizialmente Anoa'i prese il nome Great Kokina mentre combatteva in Giappone. Lottò anche per qualche tempo in Messico maturando l'esperienza necessaria nella disciplina.[1] La sua prima uscita di rilievo negli Stati Uniti avvenne nella American Wrestling Association (AWA) con il nome di Kokina Maximus.[1] Combattendo come wrestler Samoano, aveva come manager Sheik Adnan El Kassey. Il suo traguardo maggiore nella federazione, fu la storyline della rottura (kayfabe) della gamba di Greg Gagne che pose fine alla carriera del figlio del veterano Verne Gagne.[2] All'epoca, Anoa'i pesava meno di 180 kg, un peso irrisorio se paragonato a quello successivo che raggiungerà in seguito (durante il suo periodo alla WWF, arrivò a pesare 362 kg al suo massimo).

World Wrestling Federation (1992–1998)[modifica | modifica sorgente]

Periodo iniziale (1992 – 1993)[modifica | modifica sorgente]

Nel 1992, Anoa'i fu contattato da Vince McMahon della World Wrestling Federation (WWF) che gli offrì l'opportunità di lavorare per la federazione con la gimmick di "Yokozuna"(che è il termine giapponese con il quale si indica il massimo grado che può essere raggiunto da un lottatore professionista di Sumo appunto), mastodontico lottatore di sumo. Accompagnato dal manager Harry Fujiwara (Mr. Fuji), Yokozuna debuttò il 31 ottobre 1992, sconfiggendo lo sparring partner Bill Jordan[3], e venne annunciato come un lottatore di sumo giapponese.[1] Il primo maggiore evento a cui partecipò furono le Survivor Series del 1992, dove sconfisse facilmente Virgil.[1][4]

Ben presto la carriera di Yokozuna si impennò, giungendo fino alla vittoria nella Royal Rumble del 1993, dove eliminando Randy Savage si aggiudicò il successo, rafforzando la sua immagine da invincibile monster heel.[1][5][6] Poco dopo, Yokozuna sconfisse sonoramente "Hacksaw" Jim Duggan umiliandolo con quattro Banzai Drops ripetuti, l'ultimo dei quali eseguito su di un esanime Duggan ricoperto dalla bandiera americana.[7]

WWF Champion (1993–1994)[modifica | modifica sorgente]

A WrestleMania IX, Yokozuna sfidò Bret Hart per il WWF Championship. Hart stava per vincere il match, avendo imprigionato Yokozuna nella sua mossa finale per cedere, la temuta "Sharpshooter", ma Mr. Fuji gettò del sale negli occhi del campione, che, disorientato ed accecato, si lasciò schienare da Yokozuna. Anoa'ì divenne quindi ufficialmente campione del mondo WWF.[1][8][9] Ma il suo regno fu brevissimo, infatti mentre lui e Mr. Fuji esultavano sul ring, Hulk Hogan irruppe sulla scena e sfidò Yokozuna in un incontro istantaneo. Questa volta Fuji gettò accidentalmente il sale in faccia a Yokozuna, dando modo ad Hogan di vincere il suo quinto titolo mondiale.

Nell'edizione datata 1993 del torneo King of the Ring, Yokozuna, il cui peso aveva raggiunto circa i 260 kg, risfidò Hogan per il titolo in una rivincita. Grazie alle interferenze esterne di un falso "fotografo giapponese" reclutato da Mr. Fuji, Yokozuna riuscì a riconquistare la cintura.[1][10][11] Poco dopo, Hogan lasciò la WWF per passare alla WCW, il che dette modo a Yokozuna e Fuji di poter affermare di aver chiuso per sempre la "Hulkamania" (in effetti, il match perso contro Yokozuna fu l'ultima apparizione in WWF di Hogan per i seguenti nove anni). Per celebrare l'evento, fu indetta una gara di schiacciata al tappeto, dove chi sarebbe riuscito ad eseguire ad alzare Yokozuna con un bodyslam avrebbe vinto. Molti wrestlers e vari atleti tentarono l'impresa senza riuscirvi, quando arrivò in elicottero Lex Luger (da poco passato dalla WCW alla WWF) che riuscì a schiacciare al tappeto Yokozuna. Questo rese immediatamente Luger il primo sfidante al titolo di Yokozuna.[1][12]

A SummerSlam 1993, Yokozuna e Luger si scontrarono per il titolo WWF. Luger riuscì a vincere il match ma solamente per countout fuori dal ring di Yokozuna, che quindi mantenne il titolo. Il contratto firmato da Luger per il match, uno stratagemma orchestrato dal nuovo manager di Yokozuna, Jim Cornette, asseriva che se Luger non avesse vinto il titolo al primo tentativo, non avrebbe mai più avuto una seconda occasione.[1][13] Yokozuna e Luger continuarono a scontrarsi fino alle Survivor Series del 1993, dove ognuno dei due scelse una squadra di alleati per un incontro ad eliminazione. Il match si svolse tra gli "All-Americans" (Lex Luger, The Undertaker e Steiner Brothers) e i "Foreign Fanatics" (Yokozuna, Quebecer Jacques, Ludvig Borga e Crush).[1][14]

Il prossimo sfidante che Yokozuna si trovò a dover fronteggiare fu Undertaker.[5] I due si scontrarono in un Casket match svoltosi durante la Royal Rumble 1994, con tutti i pronostici a favore di Undertaker. Però, dopo un lungo match, Mr. Fuji chiamo rinforzi, portando una dozzina di wrestlers heel in aiuto di Yokozuna per attaccare Undertaker. Il gruppo riuscì a rinchiudere Undertaker nella bara, dando la vittoria finale a Yokozuna.[1][15]

Nel 1994 Yokozuna partecipò a vari match Hell in a cell unendosi in tag con Ricky SteamBoat e col piccolo Dado per fronteggiare la minaccia di Matteo. Si suppone non abbia mai voluto fronteggiare il compagno di tag di Matteo, l'Hardcore Legend Tokio Sergio Hardcore Rick per paura di subire una grave sconfitta.

Lex Luger e Bret Hart, durante la Royal Rumble del 1994 si erano eliminati simultaneamente dopo essere rimasti gli ultimi sul ring e di conseguenza erano stati dichiarati vincitori della Rumble ex aequo. Dato che il vioncitore della Royal Rumble diveniva il primo sfidante al titolo di campione del mondo, fu deciso che entrambi i wrestlers avrebbero avuto la possibilità di sfidare Yokozuna a WrestleMania X.[16] Per effetto del lancio di una monetina, Luger sfidò per primo Yokozuna durante la manifestazione. Il vincitore avrebbe poi sfidato Bret Hart la sera stessa per stabilire il campione.[17] Per evitare interferenze esterne, per entrambi i match per il titolo vennero ingaggiati arbitri d'eccezione. Mr. Perfect fu l'arbitro speciale dell'incontro Luger/Yokozuna. Luger sembrava avere il match in pugno, e schienò Yokozuna ma Mr. Perfect, che era occupato a soccorrere Fuji e Cornette ancora privi di conoscenza distesi sul ring (i due erano stati attaccati da Luger poco prima), non effettuò il conteggio. Quando un infuriato Luger spinse violentemente Mr. Perfect, venne squalificato e Yokozuna fu dichiarato vincitore dell'incontro.[1]

Più tardi nella serata, Yokozuna difese ancora il titolo, questa volta contro l'ex campione Bret "Hitman" Hart, che era appena uscito sconfitto da un match con il fratello Owen Hart. Per lo scontro, l'arbitro designato era Roddy Piper. Quando Cornette cercò di interferire nel match a favore di Yokozuna, Piper lo cacciò via a pugni. Alla fine del match, quando Yokozuna si approntava a colpire Bret con la sua mossa finale, il Banzai Drop, perse l'equilibrio e cadde dalle corde. Hart lo schienò prontamente guadagnandosi la vittoria, e ponendo fine al regno da campione di Yokozuna durato ben 280 giorni.[1][18]

Il ritorno di The Undertaker (1994-1995)[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver perso il titolo, Yokozuna iniziò per un breve periodo a far coppia con Crush, altro protetto della scuderia di Mr. Fuji.[1] Nel maggio 1994, durante una puntata di Monday Night Raw, Yokozuna fu sfidato da Earthquake in un incontro di sumo. Il 16 maggio 1994, Earthquake batté Yokozuna in quello che sarebbe rimasto l'unico match di sumo nella storia della WWE fino a quello svoltosi nel 2005 a WrestleMania 21, tra The Big Show e un vero campione di sumo, il celebre Akebono.[19]

Poco dopo, Yokozuna ebbe a che fare con la "vendetta" di Undertaker, che lo sfidò ad un nuovo casket match. I due si scontrarono alle Survivor Series 1994, questa volta con l'attore/esperto di arti marziali Chuck Norris a garantire l'ordine e a tenere lontano dal ring eventuali "aiuti esterni". Stavolta fu Yokozuna a finire sconfitto e rinchiuso nella bara a bordo ring.[1][20]

Team e Tag Team Champion con Owen Hart (1995-1996)[modifica | modifica sorgente]

Nell'aprile 1995, Owen Hart iniziò a promettere che avrebbe avuto un grande partner di coppia per sfidare i campioni in carica The Smoking Gunns (Billy & Bart) a WrestleMania XI. All'evento, fu svelato che il partner segreto era Yokozuna, e il tag team composto dai due sconfisse gli Smoking Gunns e vinse le cinture di campioni di coppia WWF.[1][21][22] I due rimasero campioni per diversi mesi, difendendo il titolo contro gli Allied Powers (Lex Luger & Davey Boy Smith),[23] The Smoking Gunns,[24] e altri. All'epoca, era ormai ovvio che Yokozuna non sarebbe potuto rimanere al top della forma per molto tempo ancora, avendo messo su troppo peso nell'ultimo periodo di attività (si stimava pesasse circa 317 kg ai tempi, nonostante il peso ufficiale dichiarato fosse di 290 kg).[1]

Successivamente la coppia formata da Hart e Yokozuna perse le cinture a favore degli Smoking Gunns che li sconfissero.[25]

Turn face e ritiro (1996–1998)[modifica | modifica sorgente]

All'inizio del 1996, Yokozuna lottava ancora con successo. Partecipò alla Royal Rumble di quell'anno, eliminando parecchi wrestler prima di essere eliminato a sua volta da Shawn Michaels, il vincitore finale.[1][26] In seguito Yokozuna decise di passare da "cattivo" a "buono", interpretando un personaggio positivo e lasciò la scuderia di Cornette. Durante questo periodo da "face", parlava in inglese ai fan, Mr. Fuji sventolava una bandiera americana durante i match (!), e combatté svariate volte contro Big Van Vader, nuovo membro della stable di Cornette. Proprio durante questo feud, Vader spezzò una gamba a Yokozuna (kayfabe) costringendolo al ritiro.[27] In realtà si trattava di un espediente ideato per permettere ad Anoa'i di rimettersi in salute, perdendo almeno un po' di peso.

Riapparve a Free for All poco prima SummerSlam 1996, scontrandosi con Stone Cold Steve Austin ma perdendo il match.[1][28]

La sera seguente a Raw, Yokozuna sfidò Shawn Michaels per il WWF Championship. Nonostante la notevole differenza di peso, Yokozuna perse il match.[29] Anche se apparve ancora in un altro pay-per-view WWF, era ormai chiaro che il suo profilo nella federazione non era più di primo livello, e che i suoi crescenti problemi di peso gli avevano fatto perdere l'attenzione da parte della dirigenza. Poco dopo, anche se era riuscito a dimagrire notevolmente (perse circa 45 kg), abbandonò la WWF.

Circuito indipendente (1999–2000)[modifica | modifica sorgente]

Dopo la carriera in WWF, Yokozuna lottò in numerose federazioni minori. L'ultima apparizione di successo avvenne al pay-per-view "Heroes of Wrestling" del 1999, dove apparve ulteriormente e vistosamente ingrassato rispetto al periodo in WWF. All'evento, Yokozuna fece coppia con Jake Roberts contro King Kong Bundy e Jim Neidhart.

Morte[modifica | modifica sorgente]

Anoa'i morì il 23 ottobre 2000 a causa di un infarto nella città di Liverpool, al Moat House Hotel, dove soggiornava per disputare degli incontri per una federazione britannica.

Nel 2012 è stato inserito nella WWE Hall of Fame, ed è stato introdotto dal cugino Rikishi e dai figli di quest'ultimo, Jimmy e Jay Uso.

Nel wrestling[modifica | modifica sorgente]

Jimmy e Jey Uso, introducono Yokozuna nella WWE Hall of Fame (2012)

Mosse finali

Mosse caratteristiche

Manager

Musiche d'ingresso

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Pro Wrestling Illustrated

Universal Wrestling Association

World Wrestling Federation

Altri riconoscimenti

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s Yokozuna Bio, Accelerator 3359. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  2. ^ Greg Gagne Bio, Accelerator 3359. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  3. ^ http://www.thehistoryofwwe.com/superstars92.htm
  4. ^ Survivor Series 1992 official results, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008. [collegamento interrotto]
  5. ^ a b Yokozuna's WWE Alumni Profile, WWE. URL consultato il 28 giugno 2007.
  6. ^ 1993 Royal Rumble match, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  7. ^ http://web.archive.org/20030201225351/www.angelfire.com/wrestling/cawthon777/93.htm
  8. ^ WrestleMania IX main event, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  9. ^ Yokozuna's first WWE Championship reign, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  10. ^ King of the Ring 1993 results, p.w.w.. URL consultato il 12 gennaio 2008. [collegamento interrotto]
  11. ^ Yokozuna's second WWE Championship reign, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  12. ^ Yokozuna Bodyslam Challenge results, Online World of Wrestling. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  13. ^ SummerSlam 1993 main event, Accelerator 3359. URL consultato il 12 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2007).
  14. ^ Survivor Series 1993 main event, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 21 dicembre 2007).
  15. ^ Royal Rumble 1994 official results, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  16. ^ 1994 Royal Rumble match, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  17. ^ Mike McAvennie, Dis-Owen-ed, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  18. ^ WrestleMania 10 main event, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  19. ^ WrestleMania 21 official results, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  20. ^ Survivor Series 1994 main event, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 21 dicembre 2007).
  21. ^ WrestleMania XI official results, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  22. ^ Owen Hart and Yokozuna's first World Tag Team Championship reign, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  23. ^ In Your House 2 results, Online World of Wrestling. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  24. ^ In Your House 1 results, Online World of Wrestling. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  25. ^ Monday Night RAW results 1995, Online World of Wrestling. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  26. ^ 1996 Royal Rumble match, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  27. ^ WrestleMania XII official results, WWE. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  28. ^ SummerSlam 1996 results, Online World of Wrestling. URL consultato il 12 gennaio 2008.
  29. ^ August 19, 1996 RAW - Shawn Michaels vs. Yokozuna. WWE. Retrieved on 2008-04-19

Controllo di autorità VIAF: 4164098 LCCN: n94066544