Rock (microprocessore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rock
Central processing unit
Progettato da Sun Microsystems
Set di istruzioni SPARC V9
Numero di core 16

Rock (o ROCK) era il nome in codice di un microprocessore multithreading multicore in sviluppo presso la Sun Microsystems. Il microprocessore inplementava il set di istruzioni a 64 bit SPARC v9. Il mercato di riferimento del processore era i datacenter, i database server e tutte le unità che richiedono una elevata potenza di calcolo anche in virgola mobile.

Il processore era dotato di una efficiente unità in virgola mobile (a differenza dell'UltraSPARC T1) e era dotato anche di un'unità che precaricherà il codice in modo da ridurre i tempi di attesa durante gli accessi alla memoria. Nel 2010 Sun Microsystem è stata acquisita dalla Oracle Corporation e nel maggio dello stesso anno l'amministratore delegato della stessa dichiarò di aver abbandonato il progetto del microprocessore.[1]

Core[modifica | modifica sorgente]

Il processore Rock implementava un'architettura SPARC V9 a 64 bit e il set di istruzioni multimediali SIMD VIS 3.0.[2] Ogni processore Rock aveva 16 core e ogni core era in grado di eseguire due thred, quindi in totale poteva eseguire fino a 32 thread. Rock era sviluppato per utilizzare memorie FB-DIMM per incrementare affidabilità, velocità e densità del sottosistema di memoria. Il processore doveva essere prodotto con un processo a 65 nm, era sviluppato per lavorare a 2.3 GHz.[3] e al massimo carico doveva consumare 250 W.[4]

Core cluster[modifica | modifica sorgente]

I 16 core erano assemblati in quattro core cluster. Ogni core in un cluster condivideva 32 KB di cache istruzioni, due cache dati da 32 KB e due unità in virgola mobile. I progettisti Sun fecero queste scelte perché i tipici programmi eseguiti dai server normalmente facevano un intenso riuso dei dati mentre le istruzioni in virgola mobile erano relativamente rare. Quindi includere delle unità in virgola mobile condivise riduceva il numero di transistor occupati senza deprimere le prestazioni in modo eccessivo.[5]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Special Report: Can that guy in Ironman 2 whip IBM in real life?, Reuters, 12 maggio 2010.
  2. ^ Liang He, Harlan McGhan, MT mediaLib for Chip MultiThreaded (CMT) Processors (PDF), Sun Microsystems, Inc., maggio 2005. URL consultato il 3 dicembre 2007.
  3. ^ Brian Neal, Architecting the Future: Dr. Marc Tremblay, Ace's Hardware, 24 marzo 2003.
  4. ^ Rock: A SPARC CMT Processor (PDF), Sun Microsystems, 26 agosto 2008.
  5. ^ A Third-Generation 65nm 16-Core 32-Thread Plus 32-Scout-Thread CMT SPARC(R) Processor (PDF), Sun Microsystems, 13 febbraio 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica