Rocío Jurado

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Rocío Jurado
Rocío Jurado
Rocío Jurado
Nazionalità Spagna Spagna
Genere Flamenco
copla
Pop
Periodo di attività 1960-2006
Album pubblicati 33

Rocío Jurado, nome d'arte di María del Rocío Trinidad Mohedano Jurado, (Chipiona, 18 settembre 1946Madrid, 1 giugno 2006), è stata una cantante e attrice spagnola. Era nota anche come La Chipionera e La más grande.

Tomba di Rocío Jurado, nel cimitero di San José di Chipiona.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata nella provincia di Cadice, in Spagna, era detta La más grande (la più grande). Sposò in prime nozze il pugile Pedro Carrasco, con la quale ebbe una figlia, Rocío Carrasco. Divorziata, sposò il torero José Ortega Cano, con il quale adottò due bambini, Gloria Camila e José Fernando.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Rociìo Jurado al concorso di bellezza "Lady Europa" con Dolores Agusta e Edwige Fenech (agosto 1967)

Iniziò a cantare in giovanissima età, debuttando al cinema nel 1962 in Los guerrilleros, recitando con Manolo Escobar. Recitò poi, nel ruolo della protagonista, nel 1966 in Proceso a una estrella e nel 1971 in Una chica casi decente.

Nel 1967 partecipò come rappresentante della Spagna al concorso di bellezza Lady Europa; la manifestazione si svolse ad agosto e la Jurado si classificò al secondo posto (dietro alla vincente Dolores Agusta e davanti alla francese Edwige Fenech, classificatasi terza)[1].

Mentre era temporaneamente in Argentina, partecipò ad un musical di successo denominato La zapatera prodigiosa, imperniato su un'opera di Federico García Lorca. Dopo l'incontro con il compositore Manuel Alejandro, Rocío Jurado divenne una della più amate figure sulle scene musicali dell'America latina, dopo aver pubblicato Muera el amor e Señora, oltre ad altri successi.

Gli ultimi anni, la malattia e la morte[modifica | modifica sorgente]

Nel 2004, le fu diagnosticato un cancro al pancreas e venne curata a Houston in Texas nel 2006. Nell'aprile del 2006, ebbe una ricaduta e venne ricoverata in un ospedale di Madrid. Morì il 1 giugno 2006, nella sua casa di La Moraleja, Madrid[2], all'età di 59 anni. La sua salma è stata tumulata nella sua città natale di Chipiona (provincia di Cadice), nel cimitero di San José.

Discografia[modifica | modifica sorgente]

  • 1969- Rocío Jurado (Columbia)
  • 1970- Proceso a una estrella (Columbia)
  • 1971- Rocío Jurado (Columbia)
  • 1973- Soy de España (Columbia)
  • 1974- Rocío Jurado (Columbia)
  • 1975- Rocío (RCA)
  • 1976- Rocío Jurado (A que no te vas) (RCA)
  • 1976- Rocío Jurado (Columbia)
  • 1977- Amor Marinero (RCA)
  • 1978- Rocío Jurado (Columbia)
  • 1978- De ahora en adelante (RCA)
  • 1979- Por Derecho (RCA)
  • 1979- Señora (RCA)
  • 1980- Canta a México (RCA)
  • 1981- Ven y Sígueme (RCA)
  • 1981- Canciones de España (RCA)
  • 1981- Como una Ola (RCA)
  • 1983- Canciones de España II: Y sin embargo te quiero (RCA)
  • 1983- Desde dentro (RCA)
  • 1985- Paloma Brava (EMI)
  • 1987- ¿Dónde estás amor? (EMI)
  • 1988- Canciones de España Inéditas (EMI)
  • 1989- Punto de Partida (EMI)
  • 1990- Rocío de Luna Blanca (EMI)
  • 1990- Nueva Navidad (Sony)
  • 1991- Sevilla (Sony)
  • 1993- Como las alas al viento (Sony)
  • 1993- La Lola se va a los puertos B.S.O (Sony)
  • 1995- Palabra de honor (Sony)
  • 1998- Con mis cinco sentidos (Sony)
  • 2001- La más grande: Con la Orquesta Sinfónica de Bratislava (Bat Records)
  • 2003- Yerbabuena y Nopal (Sum Records)
  • 2006- Rocío Siempre (Sony-BMG)

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

  • La Lola se va a los puertos (1993)
  • Sevillanas (1992)
  • El amor brujo (1986)
  • La querida (1976)
  • Una chica casi decente (1991)
  • Lola la piconera (TV film, 1991)
  • Una chica casi decente (1971)
  • En Andalucía nació el amor (1966)
  • Proceso a una estrella(1966)
  • Los guerrilleros (1962)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Lady Europa è la moglie di un industriale di Varallo, pubblicato su Stampa Sera del 21 agosto 1967, n° 196, pag. 5
  2. ^ Dal sito elmundo.es

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 24801019

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie