Robot Wars

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Robot Wars
Anno 2000-2002
Genere Intrattenimento
Presentatore Marco Bellavia (2000/2001), Andrea Lucchetta (2002), Guido Bagatta (2001), Ugo Francica Nava (2002)
Rete Italia 1 (2000/2001), La 7 (2002)

Robot Wars è stato uno show televisivo, consistente in combattimenti tra robot radiocomandati amatoriali. Nato come competizione di robot negli USA, il programma si è sviluppato per diverse stagioni in Inghilterra. Ogni robot è gestito da una squadra che ne cura la progettazione, realizzazione e controllo durante gli scontri, abbastanza brevi (5 minuti).

Messa in onda[modifica | modifica sorgente]

In Italia è stato trasmesso nel 2000/2001 da Italia 1; in seguito nel 2002 i diritti sono stati acquistati da La7. Su Italia 1 il conduttore era Marco Bellavia mentre il cronista era Guido Bagatta, su La 7 invece la conduzione era affidata a Andrea Lucchetta ed il cronista era Ugo Francica Nava. Successivamente, il programma è andato in onda su GXT e K2.

La versione originale è invece andata in onda tra il 1998 e il 2003.

Arena[modifica | modifica sorgente]

I combattimenti si svolgono in un'arena rettangolare, adeguatamente confinata in base alle norme di sicurezza. Agli angoli dell'arena si trovano gli house robot, robot controllati dallo staff a scopo di intrattenimento, che attaccano i robot in gara quando quest'ultimi invadono uno degli angoli o quando uno di essi è incapace di muoversi.

L'arena è provvista di alcuni ostacoli, quali una griglia dalla quale fuoriescono fiamme, una catapulta sulla quale viene posizionato e lanciato il robot sconfitto ed un pozzo quadrato, la caduta nel quale decreta la perdita dell'incontro. L'apertura del pozzo è controllata mediante impatto su un grande tasto posto su uno dei bordi dell'arena e la fine di molti incontri ha a che fare con esso: molte squadre sfruttano la spinta del proprio robot per far cadere l'avversario al suo interno e vincere l'incontro o accade che per errori di controllo un concorrente vi finisca dentro accidentalmente.

Categorie di peso[modifica | modifica sorgente]

In base al peso del robot esistono 3 categorie:

  • Pesi piuma: da 20 kg a 40 kg
  • Pesi medi: da 40 kg a 60 kg
  • Pesi massimi: da 60 kg a 110kg

Robot vincitori[modifica | modifica sorgente]

I vincitori dei tornei principali delle varie edizioni:

  • Serie I: Roadblock sconfigge Bodyhammer, Cunning Plan, Recylopse, Robot The Bruce e T.R.A.C.I.E.
  • Serie II: Panic Attack sconfigge Cassius
  • Serie III: Chaos 2 sconfigge Hypno-Disc
  • Serie IV: Chaos 2 sconfigge Pussycat
  • Serie V: Razer sconfigge Bigger Brother
  • Serie VI: Tornado sconfigge Razer
  • Serie VII: Typhoon 2 sconfigge Storm 2

Vanno però ricordati anche Hypno-Disc e Firestorm, arrivati al Grand Final per ben tre volte.

House robots[modifica | modifica sorgente]

Gli house robot non sono soggetti al regolamento della competizione: hanno quindi massa, potenza e armi non necessariamente convenzionali. Servono a finire i robot rimasti inoperativi in maniera cruenta, tramite trapano, lama, pinze, lanciafiamme e così via; la loro funzione è puramente spettacolare. Alcuni sono dotati di estintore, in modo da domare eventuali robot incendiati.

Sono in tutto nove:

  • Sir Killalot (introdotto nella seconda serie): Le sue armi sono un enorme trapano e una chela idraulica da 15 kg, che utilizza per buttare i robot nel pozzo o per scagliarli lontano.
  • Shunt: il più leggero tra gli house robot con i suoi soli 105 kg, ha la forma di un bulldozer. È armato con una pala sollevatrice e una potente ascia; inoltre è dotato di un rostro posteriore che serve a dividere i robot incagliati tra di loro.
  • Dead Metal: La sua tecnica di combattimento è di afferrare i robot con le sue chele, e di affettarli con la sega circolare da 3000 giri al minuto che porta sulla testa.
  • Sergeant Bash: armato di un lanciafiamme e di una pinza idraulica anteriore che serve per schiacciare i robot.
  • Matilda: come forma molto simile ad un triceratopo dotata di una pala sollevatrice anteriore e di una motosega sul retro, in seguito sostituita da un disco inerziale da 20 kg capace di scagliare in aria i robot.
  • Refbot (introdotto nella quarta serie): robot non dotato di armi che fa da arbitro e che generalmente fa il count-out. Ha un estintore per domare gli incendi.
  • Growler (introdotto nella sesta serie): è a forma di cane e come arma ha la "bocca", cioè si apre e si chiude come una pinza. È il più veloce degli house robot.
  • Mr Psycho (introdotto nella sesta serie): Simile a Sir Killalot, è il robot più grande, possiede una pinza idraulica e un martello da 30 kg che scaglia grazie ad una molla contro il robot perdente.
  • Cassius Chrome (introdotto nella settima serie): è un Robot dall'aria piuttosto insolita, non ha un'arma ben precisa ma è molto veloce e potente. La sua tecnica è quella di girare su se stesso velocemente come un tornado e ha un effetto devastante sui robot.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Televisione